Vai al contenuto

Henry

Amministratori
  • Numero contenuti

    3771
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Henry

  1. Alcuni giorni fa io e il collega di merende Carlo (00xyz00) abbiamo deciso, dopo una birra (alcune birre) che non sarebbe stato poi così male poter andare a cercare la mitica Lycosa singoriensis, uno dei Lycosidi più grandi d'europa. In alcuni casi possono superare anche le dimensioni di Lycosa tarantula, anche se di poco. Questa specie è distribuita pressoché in tutta la penisola balcanica, risultando però diffusa anche in Austria, Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ucraina e Russia. Quindi, dato che sia io che Carletto abitiamo a Trieste, un viaggio in giornata in qualche paese dell'est non sembrava così improponibile. Dopo aver recuperato alcune informazioni su dove potesse essere presente questa specie "mitologica", alle 5 di mattina del giorno successivo partiamo alla volta del Lago Neusiedl, situato al confine tra Austria e Slovacchia. Una volta arrivati a destinazione però, dopo circa 6 ore di macchina, nessuna traccia del ragno. Solo dopo circa 5 ore di ricerca, su un terreno duro come cemento costituito da sabbia ed argilla arso dal sole, un buco. Subito fuori la torcia per vedere cosa potesse essere... pare un ragno!! Ma niente, non siamo riusciti a cavarlo dal buco. Ma solo pochi minuti dopo ci accorgiamo di un'altra tana lì nelle vicinanze e..... eccolo lì!! Un maschio di Lycosa singoriensis!! Sollevati per non aver fatto un lungo viaggio per niente ci mettiamo a fotografarlo ​ ​​ ​​ ​​ ​​ ​ ​ ​​ ​​ Due foto della tana. Questa era molto visibile e caratteristica, ma altre erano molto più piccole, con la seta poco in evidenza. ​​ ​ Ecco l'habitat in cui è stata trovata: ​ ​​ ​​ ​​ ​ Oltre al maschio adulto, abbiamo trovato anche altri esemplari giovani. A fine giornata, alle 20:00, decidiamo che una birra ce la siamo guadagnata. C'era una sagra in un paese lì vicino, ma noi, visto che siamo speciali, decidiamo di andare nel bar più triste di tutta l'Austria. ​ Ripartiti, siamo arrivati a Trieste alle 4 di mattina. ​ Sì, un po' suonati lo siamo.. ma l'aracnofilia è anche questo
  2. Henry

    Auguri Enrico

    Grazie mille ragazzi!!
  3. Dipende dal tipo di ragnatela che intendi. Un Araneus non verrà catturato dalla ragnatela di un altro Araneus, stessa cosa per un Linothele. Però per quelle ragnatele che non hanno funzione "catturante" ma di mera trasmissione delle vibrazioni sí. Ad esempio se una piccola Segestria cammina sui fili di seta di una Segestria più grande, probabilmente verrà predata.
  4. Esattamente, direi proprio Lycosa singoriensis!! Io e Carlo andammo in Austria per cercare qualche esemplare. Qui la discussione Non ho capito bene dove hai trovato gli esemplari
  5. Se vuoi abbiamo una scheda a riguardo http://www.aracnofilia.org/i-ragni-locali/zoropsis-spinimana-zoropsidae/
  6. Ps: la prossima volta crea un titolo più descrittivo e meno generico, in maniera da permettere ad utenti futuri di eseguire eventuali ricerche in maniera idonea
  7. Ciao Roby97 e benvenuto. Come prima cosa ti posso dire che era forse meglio informarsi prima sull'animale da acquistare e non l'inverso. Detto ciò, l'animale che possiedi è in CITES e deve essere rilasciato con la sua documentazione specifica (spero che tu la abbia). Passando invece all'allevamento, leggiti la nostra guida sull'allevamento delle migali, troverai tutto di cui hai bisogno http://www.aracnofilia.org/i-ragni-esotici/lallevamento/
  8. Non saprei.. Bisognerebbe fotografare l'autore o vedere dal vivo chi le fa..
  9. Oltre che gli speroni guarda il lato inferiore dell'estremità distale dei pedipalpi, si vede il bulbo maschile
  10. Henry

    Eresus sp

    Le dimensioni vanno in base alla grandezza dell'esemplare.. Tienilo sui 20 gradi, temperatura di casa
  11. Tra poco inizia la stagione per Zoropsis spinimana
  12. Henry

    le foto piú belle

    il roseo ha sempre il suo fascino...
  13. Assomiglia molto a Larinia sì. Il problema è che ad oggi cambiare genere o farne di nuovi necessita un supporto filogenetico. Ma mi sa che va a simpatia... Già non mi sono ripreso dal fatto che hanno eliminato tutta la famiglia Nephilidae e hanno spostato tutto nuovamente in Araneidae...
  14. Henry

    Ragno scozzese (7)

    Potrebbe essere Bathyphantes sp.
  15. Ciao Andrea, ti consiglio di scaricarti tutti i lavori riguardanti Loxosceles di questi tre autori, Vetter, Isbister, Nentwig. Non è chiaro se il veleno di Loxosceles rufescens sia effettivamente più blando rispetto agli altri, alcuni ritengono di sì, altri ritengono che non ci sono prove a sufficienza. In particolare ti consiglio gli articoli: Nentwig, W., Pantini, P., & Vetter, R. S. (2017). Distribution and medical aspects of Loxosceles rufescens, one of the most invasive spiders of the world (Araneae: Sicariidae). Toxicon, 132, 19-28. Vetter, R. S. (2008). Spiders of the genus Loxosceles (Araneae, Sicariidae): a review of biological, medical and psychological aspects regarding envenomations. Journal of Arachnology, 36(1), 150-163. Vetter, R. S., & Isbister, G. K. (2008). Medical aspects of spider bites. Annu. Rev. Entomol., 53, 409-429. Vetter, R. S. (2015). The brown recluse spider. Cornell University Press. Buona lettura
  16. Mai trovato Latrodectus in carso, ma è stato rinvenuto in Istria. E' possibile che Trieste sia al limite dell'areale di distribuzione e che quindi magari in passato sia riuscito a spingersi occasionalmente fino al carso nei pressi di Trieste
  17. Quoto cosa dice Trollone, provare ad allevare i ragni comuni che si trovano in prossimità delle case come Hogna radiata, Zoropsis spinimana e Segestria florentina (tutti più o meno abbiamo cominciato con queste specie Qui il link alla scheda di Zoropsis http://www.aracnofilia.org/i-ragni-locali/zoropsis-spinimana-zoropsidae/ E Segestria http://www.aracnofilia.org/i-ragni-locali/segestria-florentina-segestriidae/ Ps per @Trollone , il termine incinto è proprio per i mammiferi, negli altri casi meglio dire femmina gravida
  18. Henry

    Eresus sp

    Ciao Lattanzelu, no non è presente. Posso dirti che ama un terreno secco e rifugiarsi in anfratti sotto rocce e cespugli. La cosa migliore da fare è cercare di ricreare l'habitat in cui lo si trova in natura. Io ho un giovane che allevo completamente a secco.
  19. Come ti hanno detto gli altri è bene in questi casi lasciarla libera se non si è equipaggiati di tanti moscerini o micro grilli per quando i piccoli abbandoneranno il dorso della madre. In ogni caso per la prossima volta inserisci un titolo meno generico in maniera tale da essere meglio ricercabile
  20. Come stanno i piccoli? @The_Reaper
  21. Henry

    Ragno alle Seyshelles

    Oltre alla famiglia Sparassidae non mi sbilancio, non conosco la fauna araneologica di quella zona
  22. Sì Nephila clavata
×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.