Vai al contenuto

elleelle

Curatori
  • Numero contenuti

    3574
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su elleelle

  • Grado
    Xenesthis

Profile Information

  • Gender
    Male

Previous Fields

  • Nome
    luigi
  • Località
    roma
  • Provincia
    roma
  • Regione
    lazio
  • Socio
    non associato

Visite recenti

1127 visite nel profilo
  1. elleelle

    E' pericoloso?

    Maschio di Zoropsis spinimana. Innocuo.
  2. elleelle

    Identificazione ragno Pisa

    Grazie! A dire la verità non mi pare un maschio. Piuttosto una vecchia femmina che ha fatto le uova e ha l'opistosoma deformato.
  3. elleelle

    che ragno è ?

    Segestria florentina che rischia di essere fatta a pezzi dalle Crematogaster scutellaris, se non si sbriga a scappare.
  4. elleelle

    Falsa Licosa allevamento

    Con la Steatoda grossa hai rischiato che predasse lei la Zoropsis. Se avesse avuto il tempo di fare una ragnatela come si deve, forse ci sarebbe riuscita. Le prede non vanno lasciate insieme al ragno, perché lo potrebbero danneggiare, specialmente se fa la muta. Strano che tu abbia trovato i resti, perché Zoropsis mastica finemente le prede e le riduce a palline irriconoscibili. Sembra che già allora non avesse voglia di mangiare.
  5. elleelle

    Come capire l'età di un ragno?

    Per essere sicura che sia adulta devi guardarla da sotto (tanto, si arrampica facilmente sul vetro) e vedere se ha l'epigino (in parole povere, la ****)😃, che, nei ragni, si forma solo con l'ultima muta.
  6. elleelle

    Identificazione ragno Pisa

    Dalle dimensioni (se sono precise) direi Steatoda grossa.
  7. elleelle

    Falsa Licosa allevamento

    Vedendo la foto, penso che non abbia problemi a stare a lungo senza mangiare. Però il tuo racconto mi lascia perplesso. Le Zoropsis che ho allevato io erano voracissime e non hanno mai fatto storie. Forse non mangiano i tuoi grilli perché non li incontrano. Prova a metterla in un semplice barattolo di vetro da marmellata, che le mie ci stavano benissimo senza bisogno di arredi e fronzoli vari. Se il barattolo è grandino (mezzo litro è più che sufficiente) non hai neanche bisogno di fare i buchi nel coperchio, anzi, meglio non farli, che così eviti di nebulizzare. Se lo spazio è ristretto, vedrai che il ragno adocchierà subito il grillo e lo catturerà. Se anche questo non funziona, puoi fare un tentativo estremo, che farebbe arricciare il naso agli aracnofili nel vero senso della parola: offrile un ragno. Un Amaurobius o Lycosoides o Tegenaria vanno benissimo. Evita solo Scotophaeus e altri Gnaphosidae che potrebbero predare loro la Zoropsis.
  8. elleelle

    Come capire l'età di un ragno?

    Non ho altri elementi oltre quelli detti da Gabriele per verificare che un ragno è adulto: palpi formati e "aperti" e epigino visibile. Per la maggior parte delle specie locali, ad eccezione dei Filistatidae e forse qualche altra famiglia o genere, i ragni non mutano più e questa è un'altra conferma. In questo caso la vecchiaia si può vedere dal consumo dei peli sulle parti più esposte del corpo. Alcune specie cambiano colore. Per esempio, Steatoda paykulliana da adulta ha la lunetta gialla, che poi diventa rossa e infine scompare e il ragno diventa completamente nero. Anche Latrodectus tredecimguttatus, invecchiando, perde parzialmente la macchie rosse e il rosso diventa meno vivace. Nel caso di Zoropsis non ho notato nessun segno, ma tutte quelle che ho allevato sono morte di vecchiaia poco dopo aver deposto le uova (da un mese a tre mesi dopo). Non credo che possano vivere ancora un anno da adulte. .
  9. elleelle

    Gradevole compagno di viaggio...

    Philodromus o Pulchellodromus. Da queste foto, essendo anche un giovane, non vado oltre. P.S. Beninteso, "essendo lui un giovane" ....😄
  10. elleelle

    Milano (MI) - Zoropsis cfr. spinimana

    Zoropsis tra l'altro preda qualsiasi ragno più piccolo che incontri.
  11. Qui a Roma scompaiono mediamente in novembre. Rimangono morte appese alla tela e alla fine cadono.
  12. Dovresti aprire una nuova discussione e postare lì la tua foto.
  13. In questa stagione dovrebbero essere già morte di vecchiaia. Sono ragni sostanzialmente annuali. Forse sono sopravvissute finora per le temperature miti, ma, se sono adulti, è normale che siano morti.
  14. Gli Agelenidae mimetizzano l'ovisacco attaccandoci all'esterno oggetti leggeri reperiti nei dintorni. A volte semplici sfoglie e briciole di intonaco, foglie secche e simili.
  15. Interessantissimo! Sapevo che gli Agelenidae convivono in coppia per un certo tempo, ma non immaginavo che Tegenaria parietina prolungasse la convivenza addirittura dopo la costruzione dell'ovisacco. Complimenti anche per la bella foto! Non credo ci siano altre documentazioni così in rete.
×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.