Jump to content

Recommended Posts

Femmina #1 mutata da 2 mesi, tenuta fresca e con umidità alta. Maschio #1abbastanza vecchio (RH 6/2017) Il maschio si è presentato subito spavaldo ma ha dovuto vibrare e tamburellare un po' per far uscire la femmina dalla tana. Ha voluto approcciarsi 3 volte, 2 inserimenti...al terzo la femmina sembrava "stufa" e non usciva più dalla tana, lui si è allontanato lentamente. Femmina ricettivissima e per nulla, aggressiva.

2018_09_09-22_38_58_45e4a.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Femmina #3 con maschio #1 

Il maschio #1 spavaldo tamburellando ha convinto subito la femmina #3 a uscire dalla tana. Questa volta ho voluto fare un video, peccato che mi manchi il richiamo del maschio e l'approccio iniziale (che comunque è stato abbastanza tranquillo).

 

https://youtu.be/-5J5Yh6OI-s

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo Luca!

Per un attimo la vista mi è caduta solo su "Theraphosa" ed "accoppiamento" gridando al miracolo.... poi ho letto "stirmi" 🤣😋

Share this post


Link to post
Share on other sites

I maschi nonostante abbiano rifatto spermweb e ricaricato i bulbi non mostrano più interesse verso le femmine (e viceversa). Dopo gli accoppiamenti tutte le femmine hanno iniziato a sostare all'esterno delle tane (in cerca di cibo forse?).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon segno!

4 ore fa, lucapappo ha scritto:

in cerca di cibo forse?

Certamente condizione necessaria per una bella "gestazione" è l'abbondanza di cibo, pre e post accoppiamento. é quindi assai plausibile che abbia più interesse a nutrirsi (in generale) dopo un accoppiamento, specie se il maschio non è stato consumato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo qualche anno ormai sono arrivato alla conclusione che se le condizioni degli animali, i parametri ambientali e la "teca giusta"....(insomma, se è tutto a posto) i maschi riescono ad andarsene tranquillamente senza essere attaccati.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Be Luca tu sei navigato, pensa se si mantenessero tutti i parametri corretti etc. ma la femmina prima di accoppiarsi non è ben nutrita (bada, non intendo sovralimentata), la situazione cambia. 😁

In fondo il cibarsi del maschio dopo un accoppiamento garantisce (in parte) un pasto sostanzioso.

Vero è però che con le accortezze del caso è molto facile salvare il maschio in ogni caso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ogni caso in natura nei Terafosidi capita raramente che la femmina consumi il maschio. Io ho sempre attribuito questa attitudine in cattività al non adattamento a questa vita per l'appunto. D'altro canto, io non ho mai osservato cannibalismo in certe specie con cui avevo preso una certa dimestichezza di riproduzione  (Ctenidae inclusi).

Come dice saggiamente anche il Foelix, il cannibalismo post accoppiamento nei ragni è più raro di quello che si pensa. 

Badate che non sto parlando di PREaccoppiamento... quella è un'altra storia :P 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Topics

  • Similar Content

    • By lucapappo
      Maschio preso già maturo a metà 2018, accoppiati, cocoon deposto ma contamitato all'interno con della torba evidentemente caduta dentro alla conca durante la deposizione.

      Riaccoppiati post muta della femmina a fine settembre 2020
      Deposizione 12/02/2020
       
       
      Notare i colori totalmente diversi della femmina causati dalla differenza di umidità del terrario. Nel 2018 aveva mutato in un ambiente relativamente secco, nel 2020 la muta è stata effettuata su un substrato molto umido.
      Attendo l'apertura per l'esito
       
      p.s. Questo maschio in totale avrà portato a termine una decina di accoppiamenti fino ad oggi e risulta ancora molto attivo.
      2020

      2018

    • By lucapappo
      Theraphosa blondi
      Dopo il fallimento dell anno scorso qui non si molla.
      p.s. le foto sono dell anno scorso ma almeno sono carine per un report (speriamo)
      Foto 1 maschio maturo
      Foto 2 accoppiamento in atto

    • By Gaborri
      Ciao, per chi fosse interessato hanno appena pubblicato il nostro ultimo lavoro sui peli di Theraphosa stirmi
      https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2214785318328633
      In pratica abbiamo dimostrato che grazie alla particolare interazione fluido-struttura che c'è tra i peli e l'aria, questi sono distanziati ottimalmente in modo da massimizzare la percezione di Theraphosa stirmi e ridurre al minimo le interazioni tra due peli vicini. 
      E' un po' semplice detta così, ma se avete dubbi chiedete. 
      Ciao
    • By Phantom Soldier
      Avrei una domanda semplice semplice... come riprodurre gli Acheta domestica? Tra viaggi all'estero e problemi di spedizione per via del caldo, sono rimasto senza cibo da inizio luglio e probabilmente fino a fine agosto. Ho "tappato i buchi" con una scatola di camole del miele da caccia pesca (che so che non vanno bene, ma ahimè non posso affamare migali ed insetti vari per tutta l'estate, soprattutto gli sling)
      Per questo motivo vorrei chiedervi se qualcuno di voi ha mai avviato una colonia di grilli? E' fattibile o è una cosa troppo brigosa?
      P.s. Qualcuno di voi sa dove potrei trovare cibo vivo nella provincia di Bologna/Ravennna?
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.