Vai al contenuto

Recommended Posts

Qualche giorno fa sull'angolo del portoncino d'ingresso ho trovato questo piccolo esemplare di Tegenaria parietina che mi ha fatto ridere non poco. Le foto sono state scattate con flash per cui gli occhi si sono accesi come led 😆

Ve la presento.

Da questa angolazione, il pattern dorsale rimanda a quel famoso quadro di Munch, L'urlo.

2019_02_08-10_12_10_48c94.jpg

Nella foto sotto, gli occhi illuminati dal flash puntano dritti verso la parete 

2019_02_08-10_12_33_a889c.jpg

E qui viene il bello, perché l'angolazione dello sguardo sembra volgersi verso di me e l'espressione (decisamente paracula) somiglia tanto a questa faccina :blink:

2019_02_08-10_21_32_99bb4.jpg

Ora, scherzi a parte, escludendo si sia voltata, vorrei tanto conoscere la disposizione oculare di questa specie. Non sono riuscita a trovare nulla sul web. Il flash deduco abbia illuminato gli occhi laterali creando quella buffa espressione.

Sulla guida, tra gli Agelenidae ho trovato la disposizione oculare di Textrix. Se fosse simile anche su Tegenaria, la mia ipotesi non dovrebbe essere errata. Che ne pensate?

 

2019_02_08-10_29_17_7f695.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bellina! Secondo me più che gli guardare la disposizione oculare, mi sembra sufficiente (termine da prendere con la dovuta cautela) considerare:

  • morfologia delle zampe
  • peluria
  • habitat
  • tipo di ragnatela

già con questi 4 dati penso che non lascino dubbi almeno riguardo al genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto mi riguarda, se devo fare consultazioni cerco sul World Spider Catalog. Ci vuole poco a registrarsi e una volta fatto puoi consultare letteralmente tonnellate di indici tassonomici anche corredati con foto a colori talvolta.

Per ogni specie trovi opere e riferimenti, visionabili con PDF.

 

Per quanto concerne Tenegaria parietina, ti lascio il link dove poter consultare:

https://wsc.nmbe.ch/species/1129/Tegenaria_parietina

 

Dovresti trovare riferimenti riguardo alla disposizione oculare, almeno io in precedenza ne ho trovati, basta aver pazienza e cercare, spesso ci sono pagine su pagine da sfogliare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Darko ha scritto:

Che bellina! Secondo me più che gli guardare la disposizione oculare, mi sembra sufficiente (termine da prendere con la dovuta cautela) considerare:

  • morfologia delle zampe
  • peluria
  • habitat
  • tipo di ragnatela

già con questi 4 dati penso che non lascino dubbi almeno riguardo al genere.

In effetti sono stata poco chiara nell'esporre il quesito. Di fatto non voglio conoscere la disposizione oculare per avere conferma sul genere e/o la specie. Voglio dire, non ho dubbi sul fatto che sia una T. parietina. Volevo capire se il ragno si sia voltato verso di me mostrando due dei suoi occhi frontali oppure se il flash abbia illuminato effettivamente gli occhi laterali mentre il cefalotorace è rimasto dritto, rivolto verso la parete 🤪

Se gli occhi sono disposti come in Textrix, ho in pratica fugato il dubbio, cioè il ragno è rimasto dritto senza filarmi (in senso lato) minimamente 🙂

4 ore fa, 8Legs8Eyes ha scritto:

Per quanto mi riguarda, se devo fare consultazioni cerco sul World Spider Catalog. Ci vuole poco a registrarsi e una volta fatto puoi consultare letteralmente tonnellate di indici tassonomici anche corredati con foto a colori talvolta.

Per ogni specie trovi opere e riferimenti, visionabili con PDF.

 

Per quanto concerne Tenegaria parietina, ti lascio il link dove poter consultare:

https://wsc.nmbe.ch/species/1129/Tegenaria_parietina

 

Dovresti trovare riferimenti riguardo alla disposizione oculare, almeno io in precedenza ne ho trovati, basta aver pazienza e cercare, spesso ci sono pagine su pagine da sfogliare.

Grazie 1000 8Legs, mi registrerò al sito da te suggerito 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace pensare che si sia voltata apposta verso di te per mettersi in posa😂........

.....anche se lo ritengo molto improbabile!!😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, 8Legs8Eyes ha scritto:

Per quanto mi riguarda, se devo fare consultazioni cerco sul World Spider Catalog. Ci vuole poco a registrarsi e una volta fatto puoi consultare letteralmente tonnellate di indici tassonomici anche corredati con foto a colori talvolta.

Per ogni specie trovi opere e riferimenti, visionabili con PDF.

 

Per quanto concerne Tenegaria parietina, ti lascio il link dove poter consultare:

https://wsc.nmbe.ch/species/1129/Tegenaria_parietina

 

Dovresti trovare riferimenti riguardo alla disposizione oculare, almeno io in precedenza ne ho trovati, basta aver pazienza e cercare, spesso ci sono pagine su pagine da sfogliare.

Ottimo consiglio, ma per "dubbi" di questo tipo è troppo macchinoso sfogliarsi ogni pubblicazione (la mole di informazioni per alcune è spiazzante).

Consiglio piuttosto araneae.nmbe (solo per l'aracnofauna europea). Si tratta di un portale che racchiude tutte le specie europee, con chiavi dicotomiche per famiglie e generi, illustrazioni dei genitali, molte foto, dati sulla distribuzione, l'anatomia e  la fenologia; ancora vi è la possibilità di confrontare diverse specie, riferimenti alla bibliografia ed ovvi rimandi al WSC (ed altri portali utili). L'utilissimo form di ricerca può essere anche filtrato per località, in modo da restringere il campo alle sole specie italiane.

Il 8/2/2019 at 11:36, Paolina ha scritto:

Sulla guida, tra gli Agelenidae ho trovato la disposizione oculare di Textrix. Se fosse simile anche su Tegenaria, la mia ipotesi non dovrebbe essere errata. Che ne pensate?

Non ho ben capito quale sia la tua ipotesi. In ogni caso, Bellmann riporta solo alcuni caratteri peculiari, in questo caso se fa vedere la disposizione di Textrix è facile pensare che sia diversa rispetto ad esempio a Tegenaria. Di fatto così è: la disposizione di entrambi è su due linee retrocurve, Tegenaria ha gli occhi della stessa misura, oppure i mediani anteriori leggermente più piccoli; Textrix ha invece i mediani posteriori più grandi rispetto agli altri.

Non sono in ogni caso un carattere distintivo, Tegenaria ed Eratigena condividono la stessa disposizione ad esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, MattiaPof ha scritto:

Non ho ben capito quale sia la tua ipotesi. In ogni caso, Bellmann riporta solo alcuni caratteri peculiari, in questo caso se fa vedere la disposizione di Textrix è facile pensare che sia diversa rispetto ad esempio a Tegenaria

Bellmann è così scrupoloso nell'indicare habitat ben differenti per esemplari dello stesso genere, ma di fatto quando pubblica la disposizione oculare di una particolare specie, non sottolinea la diversità con altri esemplari appartenenti alla stessa famiglia. Ognuno ha la sua peculiarità sicuramente ma alludevo a un'eventuale similitudine, quindi approssimativa, non che gli occhi di Textrix Tegenaria combaciassero perfettamente in posizione e dimensioni ☺

Fatta questa premessa, ti spiego meglio la mia ipotesi più probabile. Lo avevo anche scritto a Darko nei post precedenti.

Se guardi l'ultima foto, la prima sensazione che hai è che il ragno si sia voltato verso la telecamera, come se fosse infastidito dal flash o dalla presenza di un ufo rettangolare (iphone) vicino alla sua ragnatela. Il fatto che si sia voltata, trovo sia un'eventualità carina ma improbabile.

L'ipotesi più certa è che il ragno sia rimasto dritto, con lo sguardo rivolto verso la parete di fronte e che i due ocelli illuminati dal flash siano semplicemente l'anteriore e il posteriore laterali (ecco perché chiedevo della disposizione). Questa ipotesi naturalmente manda in pappa la fotogenicità del mio esemplare 😉

Sul web non ho trovato dei disegni sulla posizione oculare di T. parietina ma, cercando con più scrupolo, mi sono imbattuta in questi magnifici primissimi piani

2019_02_10-09_38_01_a2104.jpg

2019_02_10-09_38_20_7bc0f.jpg

 

Se è vero che il ragno è rimasto dritto, senza volgere lo sguardo verso la fotocamera, il flash ha illuminato questi occhi laterali

2019_02_10-09_45_20_b8c70.jpg

23 ore fa, Rupalm ha scritto:

Mi piace pensare che si sia voltata apposta verso di te per mettersi in posa😂........

.....anche se lo ritengo molto improbabile!!😉

Eh, anche a me piace crederlo 😂

Tecnicamente però possono farlo, il prosoma è abbastanza mobile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In pratica, gli occhi dei cani o dei gatti reagiscono allo stesso modo agli scatti con flash

2019_02_10-10_39_01_d46ff.jpg

Il tapetum lucidum, sotto effetto del flash, illumina l'occhio in questo modo. Da qui è partita un'altra ricerca 🙆

Pare che in diversi ragni (Salticidae esclusi), gli occhi indiretti laterali siano dotati di un filtro posizionato dietro la retina che migliora la capacità visiva al buio riflettendo la luce verso la retina stessa.

Se vero è che anche per gli Agelenidae si illuminino solo gli ALE e i PLE, questo avvalora il fatto che la mia Tegenaria non si sia voltata 😧

Ho dato anche una scorsa a questo sito http://www.theraphosidae.be/en/vogelspinnen/anatomy/

In Poecilotheria regalis pare che anche i PME siano dotati di tapetum lucidum (c'è un refuso nel paragrafo "The ocular tubercle", scrivono infatti ludicum anziché lucidum 😃), mentre i diretti AME, essendone sprovvisti, restano scuri se illuminati.

2019_02_10-10_58_04_c2a52.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Paolina ha scritto:

Bellmann è così scrupoloso nell'indicare habitat ben differenti per esemplari dello stesso genere, ma di fatto quando pubblica la disposizione oculare di una particolare specie, non sottolinea la diversità con altri esemplari appartenenti alla stessa famiglia

Quella di Bellmann è pur sempre una guida fotografica ed "introduttiva", non ha la pretesa di fornire chiavi dicotomiche.

1 ora fa, Paolina ha scritto:

ma alludevo a un'eventuale similitudine, quindi approssimativa

Perdonami probabilmente sono stato poco chiaro io: come ormai avrai ben visto, si sono simili.

1 ora fa, Paolina ha scritto:

Se è vero che il ragno è rimasto dritto, senza volgere lo sguardo verso la fotocamera, il flash ha illuminato questi occhi laterali

Ah bé questo lo davo per scontato. Non antropomorfizziamo anche i ragni ve ne prego, bastano cagnolini e gattini :uups:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, MattiaPof ha scritto:

Non antropomorfizziamo anche i ragni ve ne prego, bastano cagnolini e gattini :uups:

Nel rispetto della loro natura, se mai si fosse voltata verso di me, si sarebbe chiesta: "sarà sufficientemente buona da suggere?"

Se ragni e formiche avessero le dimensioni medie di un cane, noi umani saremmo in fase di estinzione, temo 🤦‍♀️

Immaginate solo una Crematogaster cosa potrebbe fare se fosse grande quanto un beagle

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, Paolina ha scritto:

Se ragni e formiche avessero le dimensioni medie di un cane, noi umani saremmo in fase di estinzione, temo 🤦‍♀️

E' uno degli scenari "fantabioapocalittici" che mi piace sognare di più :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque è chiaro che il tuo ragno è una Tegenaria, dal disegno, dalla forma e dalla ragnatela. Il dubbio è tra un giovane di Tegenaria paretina oppure una specie Tegenaria più piccola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/2/2019 at 21:53, elleelle ha scritto:

Comunque è chiaro che il tuo ragno è una Tegenaria, dal disegno, dalla forma e dalla ragnatela. Il dubbio è tra un giovane di Tegenaria paretina oppure una specie Tegenaria più piccola.

Ecco, ora mi metti la pulce nell'orecchio 😮 Il fatto è che, a voler cercare le (macro-)fattezze delle altre specie di Tegenaria, è davvero difficile reperire qualcosa sul web e capire se possa trattarsi di T. dalmaticaT. faniapollinisT. paganaT. parmenidis T. parvula. E sto citando solo quelle presenti in Sicilia da check list. Escludo volutamente la T. domestica perché il pattern dorsale è diverso. Hai mai rinvenuto qualcuna delle specie sopra indicate?

Allora, la piccola ha un b.l. di 5mm scarsi

2019_02_12-10_31_31_06e5c.jpg

qui stava a zampe distese

2019_02_12-10_32_27_d5570.jpg

2019_02_12-10_33_32_91e44.jpg

I cheliceri sono di un marrone rossastro (non è questa una caratteristica di T. parietina femmina?)

2019_02_12-10_34_07_6c0fe.jpg

 

P.s. Non me ne vogliate, ma qui sembra proprio voltata 😂

2019_02_12-10_37_10_0b93e.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La speciazione, per la stragrande maggioranza dei casi, richiede l'osservazione delle (micro-)fattezze. Nel caso poi di esemplari non maturi diventa ancora più arduo basarsi solo sul disegno, specie in generi (come in questo caso) con specie abbastanza simili.

La mia opinione è che si tratti di un giovane esemplare di T. parietina. Servirebbe quanto meno però una buona foto ventrale da cui si possa apprezzare il disegno dello sterno (ma onestamente non so se da giovani mantengono il carattere).

In ogni caso mi fermerei al genere, al massimo un cfr.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.