Vai al contenuto

Paolina

Utenti
  • Numero contenuti

    808
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Paolina

  1. Data 17.01.2019 ore 19.30 circa Luogo Ragusa ctr. Serramenzana Ubicazione nel soggiorno di casa, sulla parete laterale del camino Dimensioni 9mm Dovrebbe essere un giovane esemplare ma si può già definire il sesso (per me femmina)? Somiglia molto a S.senoculata ma non mi convince il prosoma, troppo scuro. Che ne pensate?
  2. Paolina

    Ragusa - Segestria senoculata

    Non ho accrocchi e questo è il massimo che ho potuto fare. Le foto sono state ritagliate non so quali delle quattro sia la migliore.. 😬 so solo che in mezzo a mille mila peli, non so distinguere se abbia due o tre spine sui metatarsi
  3. Paolina

    Ragusa - Segestria senoculata

    Si Mattia, avevo già letto approfonditamente la scheda di Segestria. Avevo anche tentato di fare una foto decente ma nulla... il compito sarebbe più semplice con il metatarso polposo di una Tegenaria parietina 😬
  4. Paolina

    Ragusa - Segestria senoculata

    Nooo, con un prosoma così scuro? 🤔 ero quasi certa fosse una giovane S. florentina. Per l'ultima foto da ritagliare, dato che io uso uno smartphone (non troppo smart) per fare foto, ho notato che perde definizione
  5. Data: 7.11.2018 intorno alle 16 Luogo ritrovamento: Donnalucata (Rg) c.da Arizza Ubicazione: in un vivaio, all'interno di una serra, l'esemplare aveva ancorato degli ovisacco su una foglia accartocciata, appesa alla targhetta in plastica di una camelia. Guardandola velocemente mi era sembrata una S.triangulosa. Arrivata a casa, guardandola con attenzione mi sono resa conto che era tutto un altro ragno. Sembra avere le sembianze di Parasteatoda sp. ma non ne sono certa visti i ghirigori ben definiti sull'opistosoma la foglia accartocciata ospita molti slings, ma non riesco a fotografarli decentemente
  6. A casa mia invece H.pluchei se la batte con S.triangulosa. Ripulendo un vecchio mobiletto prima della verniciatura, sono rimasta sbigottita dalla quantità di ovisacchi sul fondo, ne ho contati 15 su una base di 40x45cm. Le capacità riproduttive di alcune specie sono davvero incredibili
  7. Aggiornamento al 13.1.2019. Mamma Parasteatoda e' sparita così come molti dei suoi slings, rimasti in pochissimi. Vi mostro un paio di esemplari, sul solito garofanino Ah dimenticavo, il maschio di Nigma è sempre nei paraggi, in una fessura dell'intelaiatura, sempre con la sua aria indifferente
  8. Vi presento questa bella dentona trovata ieri, almeno credo si tratti di una femmina (correggetemi se sbaglio). Secondo voi è T.parietina o T.domestica? Data 27.11.18 alle 22 circa Luogo Ragusa c.da Serramenzana Ubicazione/habitat: l'ho trovata mentre camminava sul basolato nel cortile davanti alla porta di casa, salvata appena in tempo dalla beagle che si avventa contro qualsiasi cosa in movimento Dimensioni: 13mm body length, quasi 6cm leg span
  9. Data 6.1.2019 alle 22.30 Luogo Ragusa ctr. Serramenzana Ubicazione: su due cycas ai lati del cancello Dimensioni: vedi foto Ieri sera davvero sono rimasta colpita da questa cosa, erano entrambe imbrigliate nelle loro rispettive tele con le zampe penzoloni. Quando le ho prelevate, ho dovuto forzare non poco la trama fitta del loro capolavoro. Erano due esemplari che tenevo d'occhio da tempo e che ho visto crescere. Temo che le rigide temperature di questo fine settimana le abbiano stroncate 😧
  10. Comunque è pazzesco, ad oggi, e sono trascorsi 6gg dal prelievo,entrambi gli esemplari sono ancora morbidi come il primo giorno
  11. Paolina

    Roma (RM) - Maschio di Steatoda grossa

    Buon anno a te, Ilaria. Manca la foto 🙂
  12. Paolina

    Probabile ragno violino?

    No, non è un violino ma un innocuo Pholcidae, probabile Holocnemus pluchei
  13. E sì è proprio lui, anzi lei.... p.s. dopo i cani da tartufo, quelli da violino 😂😂😂 L'esemplare doveva essere ben in carne per stimolare l'interesse di Fido. I miei non se li filano per niente a meno che non siano grandicelli.
  14. Capisco. La cosa che mi stranisce non poco è che a distanza di 48h dal ritrovamento, quella marroncina non si è ancora irrigidita. Mi era capitato di notare che le zampe di un Amblyocarenum sp. (morto) ci ha impiegato una notte a indurirsi. E certamente è un ragno più carnoso rispetto a Cyrtophora. Probabilmente la temperatura aiuta a mantenere la mobilità inalterata. L'ho messa al sole, non sia mai resuscita 😳 con l'occasione sono riuscita a vedere i cheliceri di questa specie schiva. Beh, niente male la signorina...
  15. Sulle cycas a luglio c'erano solo Cyclosa e qualche Salticidae. I tre esemplari di Cyrtophora ho cominciato a monitorarli da metà agosto 2018 ed erano un terzo della grandezza attuale. La nera si è mantenuta sempre un pelino più piccola rispetto alle altre. Che siano adulte io non lo capisco, so solo che se le temperature non fossero scese a -4 lo scorso weekend, in tutta probabilità sarebbero ancora lì a pappare mosche, crisopidi e falene...
  16. Paolina

    Latrodectus elegans

    Roba da matti. A pensarci bene, visto che ne trovo a iosa........... 😂
  17. Si era asciugato diventando un tutt'uno con la zampa ma girandola si è riaperta e ne fuoriesce ancora nonostante tutto le zampe non si sono ancora irrigidite. Avrei dovuto fare una foto prima di prelevarle, in effetti. Fai conto che il ventre della più piccola era adagiato su dei fili di tela e le zampe erano molli, penzolavano tutte e otto verso il basso e si riunivano come i tentacoli di un polpo. L'altra marroncina invece era riversa lateralmente sopra una foglia secca caduta sulla tela che utilizzava di giorno per ripararsi (l'unica che aveva questa abitudine diurna). Hanno la stessa "morbidezza" dei ragni punti dalla vespa, per intenderci. Ci sarebbe dovuta essere una terza Cyrtophora sulla cycas, l'unica che ha tessuto gli ovisacchi a salsicciotto, ma non la trovo più. Sarà caduta da qualche parte. Mi sa che Argyrodes faranno banchetto del corpo esanime visto che loro vivi e vegeti hanno già usurpato il "territorio sericeo".
  18. Sono in due vaschette separate e bucate, perché ieri ho pensato: magari si riprendono nel corso della notte per via del caldo... ma senza crederci più di tanto. Alla più piccola e scura fuoriesce un liquido giallastro dal ventre. L'altra è invece intatta e morbida, ancora ora. Per posizione post mortem intendi quella con i tarsi rivolti all'indentro? Quando le ho portate in casa erano cosi' in effetti, con le appendici morbide ma ritratte. La posizione delle zampe in foto è dovuta a una mia forzatura con la punta di una biro. Morale: pensi che almeno la marroncina sia ancora viva? 😱
  19. Data 6.1.2019 intorno alle 10 Luogo Ragusa ctr. Serramenzana Ubicazione: in casa, sulla cappa del camino Dimensioni 7mm b.l. Davvero insolito trovare un esemplare in casa, è la prima volta. Probabilmente arriva dalla legnaia accanto al camino. Ho notato una ragnatela a lenzuolo sull'angolo della cappa del camino guardandola da vicino la trama è fittissima, c'erano anche due fori e un'esuvia cercavo il ragno ma l'ho trovato distante dalla tela, sulla parete della cappa, con i tarsi ripiegati all'indentro, apparentemente morto. Stuzzicandolo ha rimesso le zampe in posizione che stesse morendo? Mah!
  20. Lezione splatter domenicale! Pensa te che dovevo andare a scoprire oggi. Mentre regalavo un ragno violino alla C.citricola che dimora sull'agave in giardino, il mio sguardo si è posato sulla piega di una foglia. E ci trovo prima lui, un bruco di Pieris brassicae (più comunemente nota come farfalla cavolaia), su un letto di bozzoli color zolfo E poi altri due su un'altra foglia inizio a googlare per capire cosa possano essere quei bozzoli gialli e scopro che un mezzo assolutamente biologico per combattere la cavolaia nell'orto è questo piccolo imenottero, Apanteles sp. Detta anche vespa della cavolaia, deposita le uova iniettandole all'interno del bruco e lì si schiudono 😱 fuoriuscendo successivamente i bruchi apparentemente sembrano godere di ottima salute, ma di fatto sono immobili e belli che andati .... 😵
  21. Aggiornamento del 6.1.2019 I due bruchi di cavolaia sono stati praticamente sventrati 😖
  22. Data 5.1.2019 intorno alle 19 Luogo Ragusa ctr. Serramenzana Ubicazione: in casa, sempre su un ciocco della legnaia accanto al camino Dimensioni 3mm b.l. Può essere sia uno sling di T.parietina?
  23. Paolina

    le foto piú belle

    Sling? Ma che dimensioni hanno? 😮
  24. Data: 4/11/2018 ore 16.30 Luogo: Ragusa c.da Serramenzana Ubicazione/habitat: ancorata a una tela rigida in mezzo a una siepe di rosmarino. Somiglia come forma a un ovisacco di Cyrtophora ma le dimensioni sono di gran lunga maggiori. Della madre nessuna traccia, a qualsiasi ora del giorno. Secondo voi a quale specie appartiene?
×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.