Jump to content

elleelle

Moderatori
  • Content count

    3,821
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by elleelle

  1. Il ragno violino ha zampe particolarmente lunghe, mentre questo le ha decisamente corte. Scotophaeus (ma non sono sicuro che questo sia lui) ama arrampicarsi perché è prevalentemente arboricolo e si nasconde nei buchi e sotto le cortecce sollevate, e un asciugamano gli somiglia.
  2. Quindi, quali sarebbero le conclusioni? E' un atteggiamento studiato? E' lo stesso atteggiamento che ho osservato io? Chi lo ha studiato è arrivato a delle conclusioni condivisibili e compatibili con quello che si osserva? Con l'occasione posto altre 2 foto fatte pochi giorni fa, sempre 2 maschi di Pisaura.
  3. Spesso incontro ragni sulla vegetazione in posizioni strane: rannicchiati, quasi fossero morti, e non nella posizione ideale per attaccare rapidamente una preda. Forse cercano di non sembrare ragni? Forse i loro predatori riconoscono più facilmente un ragno con le 8 zampe distese?
  4. elleelle

    Calendario Aracnofilia 2019

    In realtà, non era un semplice ménage à trois
  5. Il comportamento che descrivi somiglia a quello delle femmine di Hogna radiata che, se accettano l'accoppiamento, si rilassano completamente diventando del tutto passive e come in trance, come si vede nel mio filmato.
  6. elleelle

    Supino (FR) - Tmarus cf. piger

    Sempre un Thomisidae, ma è un maschio di Tmarus cfr piger.
  7. La specie alloctona che dici non ha anellature sulle zampe
  8. Spesso si dice che i Theridiidae costruiscono tele irregolari con fili che si diramano in tutte le direzioni. Questo è vero per alcuni, come Kochiura, Philloneta .... ., ma per alcuni la ragnatela ha una forma abbastanza definita, anche se risulta difficile da distinguere. Molti Theridiidae costruiscono sostanzialmente una tela a drappo a maglie rade simile a quella di alcuni Linyphiidae, con intorno molti altri fili che si diramano in maniera abbastanza casuale. Anche il movimento del ragno, in questi casi, è simile al movimento dei Linyphiidae tipo Frontinellina o Neriene, e consiste nel camminare velocemente aggrappato sulla pagina inferiore del drappo, piuttosto che arrampicarsi sui singoli fili. Nella foto una tela di Steatoda nobilis, su un cancello di ferro, costituita da un drappo orizzontale che si diparte da un rifugio.
  9. E' difficile dare una risposta perché il substrato è diverso. Se la tela partiva da sotto una pietra mi pare che questa specie di drappo stesse a pochi centimetri di altezza. A volte la tela parte da una fessura in un moro a secco o sta alla base di una pianta. Non ho dati seri in proposito.
  10. Ho capito. A quanto ho capito, si intende tanatosi in senso letterale, cioè assumere comunque l'aspetto di un morto. Certo, la tanatosi quando un animale è sotto attacco da parte di un predatore è un comportamento diverso dalla tanatosi per non farsi notare. Nel caso di Pisaura è vero che è un comportamento attuato soprattutto, se non esclusivamente, dai maschi adulti. Quindi potrebbe servire a ridurre la probabilità di essere predati da una femmina come dici tu ..... Certo, in questa specie le dimensioni sono simili e il rischio non dovrebbe essere alto, anche perché sono soprattutto predatori di ditteri e non di altri ragni.
  11. elleelle

    È gravida?

    Come abbiamo scritto da altre parti. la gravidanza dei ragni (e degli insetti in genere) è diversa da quella dei mammiferi. Nei mammiferi si parte con uno o pochi zigoti piccolissimi che crescono dopo l'attecchimento sull'utero richiedendo nutrimento da parte della femmina. Nei ragni il nutrimento viene accumulato indipendentemente dalla fecondazione e trasformato in uova non fecondate, ma che hanno già la dimensione definitiva o quasi. Quando avviene l'accoppiamento le uova vengono fecondate e possono essere deposte, anche poco tempo dopo. Se l'accoppiamento non avviene, spesso la femmina depone comunque uova sterili, che si seccano in poco tempo dentro l'ovisacco. Quindi, una femmina col pancione può trovarsi in 4 condizioni diverse: ha appena fatto una serie di lauti pasti, ma il cibo non è stato convertito ancora in uova I pasti risalgono a un po' di tempo prima e ha già una pancia piena di uova sterili si è accoppiata e, essendosi nutrita abbondantemente in precedenza, ha la pancia piena di uova fecondate pronte da deporre si è accoppiata, ma aveva mangiato poco, per cui la formazione di uova - in questo caso già feconde - avviene via via che mangia abbondantemente (un po' come nei mammiferi). Potrà anche deporre più ovisacchi in tempi successivi. Sia i ragni che vari insetti (per esempio, i Reduviidae) usano deporre una certa quantità di uova qualche giorno dopo un pasto abbondante.
  12. Dai, Gabriele! Un ragno in tanatosi (Filistata, Nuctenea .... ) più lo tocchi e più insiste nella tanatosi. Quelli che ho osservato io, fotografato e postato in questa discussione, scappano a nascondersi, non solo se li tocchi, ma anche solo se ti avvicini o se li copri con l'ombra della persona.
  13. State parlando di tele osservate in natura? Io, nelle tele di Latrodectus che si dipartivano da sotto una pietra, ho osservato invece (ma in forma meno chiara ed evidente che in Steatoda nobilis) una qualche forma di drappo lungo il quale il ragno si muoveva di preferenza. Un drappo che si intravedeva nella parte inferiore della tela.
  14. Io direi che Paolina, in quest'anno, è stata uno dei motori del rilancio del forum. Magari, se si comprasse una macchinetta fotografica decente ........ Su internet se ne trovano d'occasione anche a 100 euro, tanto per cominciare e prenderci la mano.
  15. Non metto in dubbio che ci siano tante pubblicazioni sulla tanatosi nei ragni. Il problema è che il fenomeno che ho presentato io non c'entra niente con la tanatosi. Forse non è neanche un fenomeno nel vero senso della parola, nel senso che ad alcuni di questi ragni ogni tanto piace quella posizione e stop.
  16. elleelle

    Latrodectus

    Se un ragno ha più veleno, potenzialmente, può iniettare più veleno (es. con morsi successivi). Resto scettico sul fatto che la nostra malmignatta sia il Latrodectus più pericoloso. La statistica non sembra confermarlo. Il discorso del carattere e attitudine lo lascerei a parte. Qui si parla di pericolosità del morso, non del ragno.
  17. elleelle

    È gravida?

    Hogna radiata sembra avere una vista migliore, e attacca le prede di corsa partendo anche da diversi centimetri di distanza (come i Lycosidae in genere). Zoropsis non ama correre e si avvicina prima con cautela. Scatta solo quando la preda è a tiro.
  18. Non sarebbe la prima volta che noto qualcosa che non era stato descritto da nessuno. Comunque, era solo un'osservazione statisticamente irrilevante che mi piaceva condividere. Non è un tema da farci una pubblicazione.
  19. Una parte a drappo credo che la facciano molti Theridiidae, anche perché permette di correrci velocemente appesi sotto senza dover passare da un filo all'altro.
  20. elleelle

    Latrodectus

    Hai ragione, e il tuo ragionamento non fa una grinza, ma mi pare altrettanto strano che la nostra sia la più velenosa al mondo.
  21. Mi sembra che la conclusione sia di dare meno peso alla sezione Identificazioni e segnalazioni e inserire le cose più interessanti e istruttive aprendo un'altra discussione nella sezione Conoscenza e allevamento. Cosa che anche Mattia aveva consigliato più volte. In sostanza la prima sezione è utilizzata troppo, mentre non si presta più di tanto, e le altre troppo poco. E mi riprometto io in primis di cambiare approccio.
  22. elleelle

    le foto piú belle

    Regolamento di conti per il controllo del territorio (un'infiorescenza di euforbia).
  23. Volendo si può spostare anche ora tutta la discussione in un'altra sezione. Se invece la vogliamo dividere in due, non so come si fa.
  24. elleelle

    Latrodectus

    L'ultimo valore dovrebbe rappresentare la reale pericolosità perché tiene conto della quantità di veleno iniettato. Se il valore LD50 è basso e la quantità di veleno mediamente iniettata è alta è più facile che si raggiunga con un morso la dose pericolosa. Però non mi tornano i conti ...... In realtà la formula è scritta sbagliata (a rovescio) e l'ultimo valore indica quante dosi letali (secondo la definizione di LD50) sono inoculate con un morso, e quindi il ragno è tanto più pericoloso quanto più il valore è alto. Infatti, hanno elencato le specie secondo quest'ultimo parametro. Quello che mi perplette è che si parla di Latrodectus mactans tredecimguttatus, mentre il nostro si chiama solo tredecimguttatus. Ho il sospetto che sia una sottospecie americana, e non il nostro.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.