Jump to content

elleelle

Moderatori
  • Content count

    4,323
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by elleelle

  1. Non solo ragni. Ora puoi fotografare anche animali molto più piccoli. Anche dell'ordine del millimetro.
  2. Cari amici frequentatori di questo Forum ...... , vorrei lanciare un appello. Fino a qualche anno fa le richieste di determinazione di un ragno o di un insetto da una foto erano corredate con foto dignitose, in genere scattate con una vera macchina fotografica, spesso con un obiettivo macro o con una lente addizionale. Oggi molte delle foto che vengono pubblicate sono state scattate con uno smartphone, e magari pure da lontano per paura di avvicinarsi al soggetto. Come fanno quattro poveri cristi come noi a capire di che si tratta? Già è poco serio, scientificamente parlando, determinare una specie di ragno da una foto; se poi è pure buia o sfocata non c'è modo di farlo. Un invito: i ragni non saltano addosso al fotografo e non c'è nessun rischio ad avvicinarsi un pochino di più. Avvicinatevi fino a che la foto comincia a sfocare (non di più) e poi tornate un pochino indietro. la maggior parte degli smartphone sono in grado di fare buone foto macro a saperli usare. Fate qualche prova. se l'ambiente è buio conviene attivare il flash (obbligato e non automatico). in particolare, se si inquadra il ragno e poi si tocca lo schermo in corrispondenza del soggetto, di solito la messa a fuoco migliora. Come si dice .... aiutateci a servirvi meglio .....!😉😊
  3. L' Arctosa mi pare Arctosa similis. Lo Gnaphosidae non lo conosco.
  4. Non deve fare "qualche" tela. Deve fare "la" tela e posizionarsi su di essa. Per come gestire la teca e mantenere l'umidità altri hanno più esperienza di me e ti diranno.
  5. Puoi togliere il "verme". Non credo che lo mangerebbe. Comunque, che sia un Amaurobiidae o un Agelenidae, sono ragni che fanno la tela e solo allora catturano prede. Lasciagli il tempo di ambientarsi, di rendersi conto che non può fuggire e quindi tanto vale farsi la tela lì. Solo allora gli puoi offrire un insetto, ma tieni conto che i ragni mangiano poco e nutrirli è l'ultimo dei problemi. Hai giorni o settimane a disposizione per farlo. Più importante mantenere la giusta umidità.
  6. elleelle

    Chieti (CH) - Steatoda grossa

    Assolutamente da evitare. Un ragno non è un animale da compagnia, e comunque nessun animale farebbe amicizia con un gigante che pesa un milione di volte più di lui. In questo caso non c'è rischio di essere morsi, a meno che non lo stringa con le dita e ti faccia mordere apposta, sempre che riesca a bucare la pelle con i cheliceri (i casi che hai letto si riferivano a femmine). Comunque, sicuramente il contatto non farebbe bene al ragno. Impossibile entrare in sintonia con un ragno che ha un cervello diversissimo dal nostro e sensi molto diversi.
  7. Filistata insidiatrix.
  8. No. Gli Araneus non costruiscono decorazioni specifiche, presumibilmente con funzione mimetica, come le Argiope. Quei fili in più potrebbero essere stati tirati per avvolgere e appendere una preda.
  9. Hanno delle cure parentali interessanti. La femmina nutre i piccoli per un tempo relativamente lungo.
  10. elleelle

    La Salle (AO) - Pardosa sp.

    Pardosa anche per me.
  11. elleelle

    Mattinata (FG) - Nemesia sp.

    Maschio di Nemesia sp.
  12. L'adattatore ad anello è migliore di quello in dotazione perché è meno ingombrante e crea meno zone d'ombra per il flash in dotazione. In compenso è più macchinoso da togliere e mettere perché va avvitato e svitato.
  13. Non ci pensare 2 volte! E' eccezionale. L'importante è che l'adattatore a molla in dotazione sia compatibile con il diametro della Coolpix. Altrimenti, puoi vedere, sempre su internet, un anello adattatore step down. Io ne ho comprato uno 43-52 a 7 euro.
  14. Le mie foto, finora, sono state fatte tutte con bridge della serie Panasonic Lumix FZ. Di solito aggiungo la lente addizionale Raynox DCR 250, altro ottimo acquisto, nuova a 70 euro via internet.
  15. Purtroppo si continuano a vedere postate delle foto poco nitide o con colori falsati. Teniamo presente che spesso, per una determinazione seria, ci vogliono i genitali. E non nel senso che bisogna essere bravi; ci vogliono proprio le foto dei genitali ripresi con un forte ingrandimento. Da una foto dorsale nitida, in genere, si arriva con sicurezza al genere e, spesso, anche alla specie, ma non sempre. Se la foto è fatta da lontano, con luce sbagliata, e magari pure sfocata, stiamo giocando agli indovinelli. Faccio presente ai principianti che: I ragni non attaccano come le vespe sul nido. Ci possiamo avvicinare quanto vogliamo. Gli unici che possono saltare sono i Salticidae, ma è raro che saltino sulla nostra mano. con un buon cellulare si riescono a fare foto anche decisamente buone. Basta esercitarsi un po' se uno vuole passare alla macchina fotografica, esistono ottimi modelli "bridge" acquistabili usati su EBay a 100-150 euro. E' una spesa che merita fare. Avrete anche la possibilità di fare la foto a distanza con lo zoom, se proprio avete paura, e riusciranno bene. Avere una propria galleria di buone foto è anche una soddisfazione che va oltre la funzione del riconoscimento.
  16. Gli Araneidae sono tra i ragni italiani meno velenosi. Strano che ti abbia morso. Era rimasto imprigionato tra pelle e vestito?
  17. Ci sono una marea di specie simili ......
  18. elleelle

    Anzi (PZ) - Micrommata ligurina

    Sicuramente i maschi in gioventù sono di questo colore. Non so se anche le femmine siano inizialmente così e diventino verdi in seguito. Certo alla nascita sono tutti dello stesso colore, ma non so quale. Tibellus è diverso, per esempio, le zampe sono più affusolate e col primo paio più corte. Si vede che è di un'altra famiglia. Convergenza evolutiva?
  19. Il bozzo tipico di alcuni Erigoninae non c'è.
  20. Anche a me sembra più Oxyptila, ma la foto è brutta. Da considerare anche che i giovani Xysticus o Bassanioides hanno un numero di spine ridotto.
  21. Direi piuttosto Drassodes sp. per il colore e la lunghezza delle zampe. Si intravede anche un occhietto lucente.
  22. Anch'io propendo per Zoropsis spinimana, quanto meno per esclusione, anche se disegni e colori sembrano molto deteriorati.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.