Jump to content

italiano contro inglese (che dire?)


MatteoG
 Share

Recommended Posts

Or dunque, per suscitare un po’ di “sana” polemica nel vecchio stile del nostro caro forum apro una discussione che sarà – temo- un campo di battaglia o forse dovrei dire a battlefield….

 

Sto parlando ovviamente dell’annosa questione dell’inglesizzazione della lingua italiana… Si parla molto di come l’inglese (la lingua universale) stia penetrando il buon vecchio idioma italico. In verità gli esperti dicono che le parole inglesi entrate nel vocabolario italiano più “largo” (quello della UTET) siano in realtà circa lo 0,4% contro il ben 4% di parole italiane penetrate nel vocabolario inglese… a parte questo, che trovo rassicurante, è vero che l’inglese si è appropriato di alcuni settori in modo piuttosto deciso (si veda l’informatica, la comunicazione, la tecnologia in generale). Anche l’aracnofilia, disciplina agli albori “cultrali” in Italia si è arricchita di molte parole inglesi, semplicemente perché l'aracnofilia è attualmente sostanzialmente "anglofona" e inoltre in italiano non sappiamo quale sia l’equivalente…

 

Ora, se è SACROSANTO che non si possa percorrere una strada “protezionistica” (in fondo per i contatti con il resto del mondo è essenziale parlare inglese) è però vero che, in fin dei conti, definire una doppia lingua (anche solo a livello di cultura personale) sia anche giusto, per lo meno per “salvaguardare” quella pluralità di vedute che hanno sempre contraddistinto il nostro micro-mondo di Aracnofilia…

 

 

Come dicevo NON per sostituire una nomenclatura essenziale per chi alleva (non si può farne a meno), ma per fare un po’ di chiarezza anche in italiano, tanto per evitare quando qualcuno si lancia in una estemporanea traduzione di “cocoon” di sentire “sacchetto delle uova, bozzolo, ovipalla (che poi è veramente bello!)” e via dicendo….

 

 

Fateme sognà! [:D]

 

Matteo

 

PS: So già che ritirerete fuori i “pulli” (che trovo orripilante) anche se –giustamente- viene da “pullus”= giovane riferito ad animale (vocabolario di latino non di italiano, già già). Per cui…. niente liti ok!?

 

Nessuno potrà accapigliarsi a meno che non risolva il seguente indovinello palindromo (che si legge da tutte e due le parti).

 

in girum imus nocte et consumimur igni

Chi sono?? Forza entomologi!

 

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 36
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

giusto [:D]! Proprio loro... e bravo andrea.a, al primo colpo!! Hai diritto (solo tu) a dire parolacce (ma solo se in doppia lingua!)....

 

Allora, si diceva....

cocoon = ovisacco (e fin li...)

 

legspan, spiderling, spermweb, burrower, collecting, wildcaught,.... [;)]

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Ho paura Matteo che per alcuni di essi si debba necessariamente cadere in neologismi:legspan e spiderling ad esempio,termini difficili da "parafrasare" nel nostro idioma,proprio perchè inesistenti.

I composti sono duri da tradurre e non è raro incontrare traduzioni di essi che ricorrono ad almeno due parole distinte,spesso farraginose e poco attraenti.Credo che ciò contribuisca,almeno in parte,alla complessità dell'italiano come lingua.

Tali inglesizzazioni attecchiscono all'interno del nostro vocabolario a causa proprio di una mancanza.

Più semplice,secondo me,per burrower,il banale "scavatore" più o meno "profondo"

Spermweb :uno dei pochi composti che si presta a traduzione più seria:il gia in uso "tela spermatica"(materasso[;)]).

collecting....facendo riferimento all'hobby c'è il solo "collezionare",in uso,tra l'altro,a prescindere dal tipo di collezione.

Wildcaught:selvaggio catturato..mah,direi "esemplare di cattura" mancando completamente di fantasia.

 

Scusate eventuali boiate.Sono molto curioso

 

Ciao

Loris

Link to comment
Share on other sites

legspan: diametro totale (presumendo gambe stese, una volta che uno lo sa...), estensione totale ecc...

 

spiderling: pullus (a me piace), post ninfa, giovane.

 

spermweb: tela spermatica va benissimo a mio avviso, al limite "spermatela" volendo tenere la parola singola, ma non suona da dio...

 

burrower: scavatore, niente di più semplice...

 

Collecting: collezionare, catturare in natura, neologismo: "collettare" (un po' come skateare...)

 

widcaught: di cattura, nient'altro...

 

drag lines: tele riproduttive? Non saprei, forse anche tele feromoniche...

 

Secondo me il passo latino è riferito alle lucciole (in tutti i sensi!! :-))...

Ciao

Ema

 

 

 

La natura è troppo immensa per farla stare tutta in una foto.

Link to comment
Share on other sites

Matteo, Cocoon in inglese è un termine abbastanza generico (come del resto molte parole inglesi), traducibile anche semplicemente in "bozzolo". Tantopiù che chi ha visto il film "Aliens scontro finale" in lingua originale, sa che i catturati dagli alieni vengono Cocooned. In Italiano traducono imbozzolati, ma poi nel film non hanno nessun bozzolo di sorta, nè tantomeno degli ovisacco.

 

Poi sul fatto che la lingua inglese abbia importato più parole dall'italiano che viceversa, non so se sia davvero per l'interesse ad importarle dall'italiano o perchè cmq la lingua anglosassone è sempre stata arricchita di parole derivanti dal latino.

 

Sul discorso invece che facevi riguardo alla difficoltà di tradurre alcune parole, se non utilizzando frasi composte, è bene ricordarsi che ciò accade anche all'inverso. Ad es.: Rispediscimelo per noi è una sola parola, per gli inglesi sono ben 5: Send it back to me.

 

Poi sulla parola Legspan credo sia difficile solo perchè non abbiamo mai sviluppato un concetto in merito. Prendi per esempio invece la parola Wing Span, questa ci è più familiare e infatti la traduciamo: Apertura alare.

 

Io per Wildcought uso semplicemente il termine Di cattura.

Link to comment
Share on other sites

Ache se di latino ne so poco mi permetto di dire che secodo me per alcune parole è necessario l'utilizzo di vocaboli inglesi vedi spiderling, mentre per alcune parole la cosa a mio avviso rende, ovisacco,telaferomonia...ecc..... [;)]

In definitiva io sarei propens nel mettere solo quelle parole che veramente rendono in italiano e le altre lasciarle in lingua originale.

Ps[OT] Ma propio quel pezzo di pane doveva aver diritto a dire parolaccia !!!!

 

RiKy :-P

Link to comment
Share on other sites

Sostanzialmente d'accordo con le traduzioni di Emanuele.

Uno dei più difficili è "legspan": "cm diagonale" potrebbe andare forse, vediamo:

Ho una geniculata di 7 cm diagonale... che dite??

Per spiderling può andar bene pullus anche perchè quelli un attimino più cresciuti vengono detti juvenile, quindi sempre il latino che in biologia è molto professional eheheheh.. potevo dire profescional!![;)][:D]

 

Ciao Ciao

Aleli

Link to comment
Share on other sites

Carino questo argomento, complimenti Matteo![:D]

 

Di solito la lingua povera è quella inglese rispetto alla nostra, tuttavia qui parliamo di vocaboli recenti e che si riferiscono a materie relativamente giovani che purtroppo i nostri padri latini non conoscevano e non hanno pututo "battezzare".

 

Io direi che per una corretta trasposizione di questi vocaboli anglosassoni che, per la loro novità, non contano di un corrispettivo nella nostra lingua, dovrebbe valere la solita regola che non bisogna tradurre letteralmente, capiamone il senso e poi lo traduciamo.

 

E se non ci piace il risultato? Queste parole composte inglesi sono il cruccio dei linguisti, perchè sono brevi, orecchiabili e soprattutto hanno una traduzione italiana che è tutto l'opposto in termini di semplicità e fonazione[V].

Io direi: perchè non ci prendiamo un bel vocabolario di greco e uno di latino, aggiungiamo un pizzico di fantasia e, senza far torto a nessuno, ci inventiamo delle parole nuove che rispondano ai requisiti di logicità pari alla parola che dobbiamo tradurre ma che in più hanno un sapore più antico... più italiano.

 

legspan: artostensione (arto = membro articolato + extensio = estensione)

spiderling: aracnopedes (aracnide = [:D] + pais paidòs = bambino)

spermweb: spermatela (alla fine è carino[;)])

ecc... (non ho messo gli accenti perchè... vabbè io non ho mai studiato nè greco nè latino, non chiedetemi troppo)

 

Insomma, vedimo di tirar fuori il coniglio dal cilindro

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

Ops! ora che leggo meglio... mi sa che aracnopedes assomiglia più ad un bambino mutante che non al cucciolo di un aracnide... vabbè ma con un po' di fantasia... mica bisogna leggerlo da destra come in inglese...

 

Vediamo, se ci sono il pulcino e il puledro possiamo fare il pulcide [?]

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

bellissimo il bimbo mutante, krys ;)

per il resto: se da un lato trovo abbastanza calzanti le traduzioni di emanuele dall'altro mi viene da sottolineare come l'utilizzo della lingua inglese (lingua che schematizza tutto: hanno 4 verbi in croce e impastandoli con le preposizioni generano i significati che gli servono) abbia proprio lo scopo di incistare concetti verbalmente articolati (almeno nella nostra lingua/cultura) in lessemi rotondi e orecchiabili (proprio come diceva krys). è quel che accade di sovente anche in altre scienze: la /langue/ e la /parole/ dei linguisti non sono certo limitate nell'uso ai paesi francofoni, così come la gestalt filosofica.

a voler tradurre a tutti i costi secondo me si ottiene l'effetto un po' buffo che spinge certi insegnanti a italianizzare perfino i nomi propri, tipo i vari tommaso moro, francesco bacone ( ma allora non sarebbe più simpatico francesco pancetta?!?!)...

 

 

sì sono contusioni da pugno. e sì la cosa mi va benissimo. sono illuminato.

Link to comment
Share on other sites

un ragno di 10 cm Legspan = 10 cm di diametro misurati a ragno disteso o più semplicemente disteso quindi

un ragno di 10 cm disteso

10 cm total body lenght = 10 cm di corpo

wildcaught = selvatico

 

Orion

andrealorenzo.palotta@pirelli.com

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.