Jump to content

Come avvistare Haplopelma in Malesia


Recommended Posts

Cari amici migalari,

una mia amica mi ha invitata a raggiungerla a casa sua quest'estate… In Malesia! :lol:

 

Se tutto va per il verso giusto, e non è ancora detto, so già che passerò quegli 8/10 giorni a cercare tane di Haplopelma sp. … Lei mi ha già descritto ragni "grossi e neri" in giardino ma dubito che si tratti delle specie in questione, non abita nella foresta! Le dimensioni che mi ha indicato corrispondono, bisogna però vedere se non le stia esagerando...

 

La mia domanda però è la seguente: se avessi la fortuna di incontrare (e riconoscere!) una tana… C'è un modo, secondo voi, per far uscire il ragno senza mettermi in totale"pericolo"?

Tamburellare nei pressi della tana con qualcosa mi sembra rischioso... Mettere una preda?… Non so, lascio perdere? Voi che fareste? Cosa vi portereste dietro? (Pinze lunghe, bottiglia?) Ve le dico tutte perché sto già ammucchiando un po' di idee ma non voglio fare l'incosciente e prendermi un bel morso, considerato poi che il ragno in questi casi a sempre ragione! :ph34r:

Specifico che non ho mai avuto a che fare con ragni asiatici e, anche se è scontato lo dico lo stesso, non ho la benché minima intenzione di portarne uno via dal suo habitat; vorrei solo vederli, e se riesco, e sarebbe fantascienza data la loro velocità, fotografarli;

ma già vedere i fossori è piuttosto complicato... :unsure:

Tra l'altro, ci sono altre specie tipiche di cui tenere conto, che voi sappiate? :)

 

Grazie a tutti!

Link to comment
Share on other sites

Haplopelma sp. vonwirthi, sp. salangese, sp. robustum sono tipiche di quelle zone. In particolare l'ultima citata predilige la parte ad Ovest.

 

 

Le tane io cercherei in posti magari in pendenza con dei buchi in zone con del terriccio. Tipo ai margini di stradine. Che io sappia le Haplopelma sp. fanno tane in pendenza e non in piano (per lo meno le foto che ho visto di esemplari in natura).

Per tirarla fuori userei dei bastoncini, ma non escludo il fallimento visto che possono scavare anche più di un metro e mezzo nel terreno.

Non mi preoccuperei del morso: si è vero, hanno veleno attivo ecc...ma se ci pensi, con un minimo di testa si può fare senza correre il minimo rischio. Non devi infilare le dita nel buco per intenderci, ma conoscendoti non mi sembri il tipo.

Potrei suggerirti di allagare la tana come viene detto nel testo degli Schultz. Solo che loro fanno riferimento a migali deserticole le quali hanno le tane con strutture non protettive nei confronti di inondazioni. Haplopelma sp. (visto l'habitat) non credo si faccia ingannare da questi trucchetti dato che nella stagione dei monsoni l'inondamento è pressocchè inevitabile!

 

;)

Link to comment
Share on other sites

:worthy: Grazie Gaborri!

Era quello che pensavo, sarà ben difficile fotografarli!

Comunque sì, non farò come il cane che mette il naso nella tana :lol:

 

 

Altra domanda… Alcuni amici che sono stati in Thailandia mi raccontavano di incontri in capanne (sul letto…) o nelle foreste dove ci sono i templi; tra l'altro la guida indigena aveva indicato loro il ragno al centro del sentiero come una leccornia… Era un Haplopelma minax quindi...

Quelli che si incontrano fuori dalla tana sono probabili maschi erranti?

Link to comment
Share on other sites

Si più probabile che siano maschi...ma dipende molto dal periodo. Se è stagione riproduttiva hai una maggiore probabilità. Credo sia difficile beccare femmine che errano...

Link to comment
Share on other sites

Io personalmente per fotografare delle Aphonopelma seemanni le ho attirate fuori dalla tana mettendo un grillo senza terzo paio di zampe vicino all'imboccatura. Ci vuole una buona dose di prontezza per fotografarla nei pochi istanti in cui viene fuori per prendere la preda, ma con qualche tentativo si riesce! ovviamente questa operazione va fatta di notte quando la migale è attiva, e fa comodo avere qualcuno che ti assista magari tenendo una torcia puntata sulla tana permettendoti di vedere quello che fai e di mettere a fuoco il ragno al momento dello scatto. So che sto parlando di specie diverse che vivono in continenti diversi, ma mi sembra che ecologicamente siano simili.

 

Come ben saprai nei paesi tropicali la diversità aracnologica non riguarda solamente i terafosidi...se ti va di fotografare anche altre specie particolari e postarle qui sul forum farai la gioia di molti! :D

Link to comment
Share on other sites

Filippo!!! Sono le tue foto del Costa Rica che mi hanno fatto innamorare delle Aphonopelma seemanni!! :wub: ;)

Davvero complimenti... Non ho la pretesa comunque di farne di così belle!

 

In ogni caso ho appena saputo che nell'immediato di quest'estate non farò in tempo a fare il passaporto... :( :( :( Quindi, rimanderò il viaggio a più avanti, purtroppo essendo ospite non potrò scegliere periodi più furbi di altri (monsoni, stagioni riproduttive...)

La discussione tornerà comunque utile...

 

Anche io stavo pensando che fosse indispensabile avere un complice, la mia amica non credo sia entusiasta di aiutarmi però... La costringerò!!! :uups: Glie lo dico quando sono là, sennò non mi invita più!!

 

Per quanto riguarda le altre specie, siccome non sono preparata in questo senso, l'idea era quella di fotografare tutto quello che avesse 8 zampe! O anche 4, nel caso di una tigre o una pantera :lol: (scherzo!) ... Ci sono anche una marea di serpenti :wub: ... Uff, ero stracarica, maledizione!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.