Vai al contenuto

macbaffo

Utenti
  • Numero contenuti

    520
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su macbaffo

  • Grado
    Poecilotheria

Profile Information

  • Gender
    Male

Previous Fields

  • Nome
    Marco
  • Provincia
    Bologna
  • Regione
    Emilia Romagna
  • Socio
    non associato

Visite recenti

123 visite nel profilo
  1. Concordo. Zanzariere e problema risolto. Anche perché come dice Carlo respiri comunque i vapori e visto che essi sono anche tossici, spendere un po di soldi per la propria salute è sempre un buon investimento 😉
  2. Vabbe dai Chris misurare per far l'occhio è un conto, misurare senza essere critici è come giocare alla tombola. Senza estremizzare può essere utile se uno è alla prima esperienza di terraristica ed è per questo che si domanda anche "sicuro che sia tarato bene lo strumento?". Il senso critico ci vuole sempre. Il tuo esempio è calzante di quello che non è da fare però visto il poco senno nel fare le cose del tizio in questione direi che senza igrometro avrebbe dissecato il ragno chi lo sa.
  3. Allora è fatta! Congratulazioni 😄
  4. macbaffo

    Scarti cibo in acqua

    Alcuni anni fa sentii la tua stessa teoria e secondo me funziona concettualmente. Se butti un rifiuto in acqua, o scorre via con essa oppure verrà bevuto con essa o affonderà. In ogni caso allontani un potenziale attrattore di curiosi...si tratta pur sempre di uno scarto di cibo potenzialmente "utile" per qualcuno. O almeno così è come me la sono immaginata. Se però esiste una spiegazione più scientifica e qualcuno ci illumina è il benvenuto! :-)
  5. Magari ha perso un mese a cercare di capire come si faceva. Il know how velocizza i tempi :-p A parte gli scherzi forse era troppo caldo e/o troppo umido.. E comunque bravo!
  6. Gabri il terrario ha una doppia ventilazione :-p Di certo alle fiere ne esistono artigianali molto meno costosi ;-) Cambiare il substrato è la priorità...
  7. Piccola precisazione. Le dimensioni del terrario sono sbagliate se il terrario è troppo piccolo. Se invece è "troppo grande" rispetto a misure consigliate diventa solo più problematica la gestione per alcuni punti di vista (ma nulla di impossibile) e più facile per altri (per esempio lo spazio di manovra). Riallacciandomi al discorso giusto di Gabri, il substrato è sempre la riserva di umidità e in quanto tale va in quantità giusta rispetto al setup (ventilazione, altezza utile, grandezza del terrario, tipo di specie ecc). In un discorso di spazi limitati come un terrario e più in generale la stanza dove si tengono i terrari, si tende ad evitare spessori di substrato superflui rispetto alla loro incidenza nel terrario. Esempio esagerato: se avete un terrario alto un metro e mettete 80cm per ospitare un terricolo non è di per se sbagliato ma è superfluo/inutile nel senso che dopo un certo spessore si cala molto l apporto di stabilità ottenuto per ogni centimetro aggiunto. Gli spessori che vengono dati nelle schede sono sempre dati relativi e medi e non assoluti e vengono dati perché in media o genericamente fornendo quegli spessori si riesce anche senza troppa esperienza a far vivere la bestia. Sono cose che si acquisiscono col tempo osservando in quanto tempo si asciuga il terrario ecc e da lì si fa anche di più l occhio a capire le proporzioni e a trovare un buon compromesso. In ogni caso le foto rimangono fondamentali...
  8. Per substrato, pietre, filosofia del "rifugio/tana" vale quanto detto nelle discussioni che avevi trovato nel forum. Piante vere te le sconsiglio perché ci sarebbero troppi parametri in più da seguire. Per quanto riguarda la disposizione delle cose nel terrario fai qualche prova e se vuoi posta le foto così due dritte te le riusciamo a dare. Tieni conto di non invadere tutto lo spazio ma lasciati spazio di manovra per poter eseguire agevolmente la manutenzione e le normali operazioni di pulizia e rimozione resti di cibo.
  9. Motiva la tua impressione. Ragionarci su è sempre costruttivo ;-)
  10. Se non sai cosa fare aspetta e pazienta. Se hai confermato che non vi erano acari tra i grilli allora non erano qyelli la causa. Su arachnoboards a volte si tende a "uccidere le zanzare con le bombe a mano" quindi non prendere tutto come oro colato.
  11. Non avrebbero dovuto attaccarlo subito se così fosse stato?
  12. Visto che si sa poco o nulla di questa iterazione anche solo l osservazione darà sicuramente nuovi spunti per obiettivi più specifici. Anche se il tema generico sia comunque l iterazione tra ragno e formica credo che sia più utile vedere che idee escano piuttosto che imboccare un obiettivo specifico a testa bassa. Gabri frettoloso :-P
×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.