Jump to content

Come si interagisce con le migali


Recommended Posts

ok, apro un nuovo post.

Spero così di non essere off-topic.

Allora, ricapitolando:

So che tutte le migali hanno veleno, anche se più o meno pericoloso per l'uomo, e sicuramente anche solo le dimensioni dei cheliceri sono sufficienti a provocare morsi dolorosi.

Ho letto che parlate di migali più o meno aggressive.

La domana è:

si può interagire con loro: in soldoni... si possono prendere in mano?

Scusate se sono esplicito: ovviamente evitare di interagire elimina qualunque tipo di rischio.

Ma se dovessi decidere di allevarne qualcuna, non potrò mai prenderla in mano? farmela arrampicare sul braccio o cose del genere?

Mi do da solo la risposta, visto l'ENORME quantità di immagini che sono disponibili: OVVIAMENTE IN ALCUNI CASI SI, altrimenti tutte le foto sarebbero state fatte da pazzi furiosi.

Quindi, quanto è rischioso?

Per fare dei confronti:

ho allevato e maneggiato per anni vipere (quelle nostre, compresa la berus)

a Natale in Tanzania ho maneggiato un affare che probabilimente era un cucciolo di mamba nero

ho accarezzato murene in habitat...

di solito accarezzo anche le api che vengono ad impollinare i miei fiori...

dalle vespe mi tengo alla larga

i nostri scorpioncini (quelli che trovo in cantina) camminano tranquillamente sulle mani...

 

vorrei capire se, per quelle con un veleno meno tossico, e con un carattere diciamo "poco aggressivo" è possibile un qualche tipo di interazione.

 

Grazie per la pazienza,

Mauro

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 32
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

in soldoni... si possono prendere in mano? nessuno ti vieta di farlo nessuna legge lo vieta, io dico il mio modestissimo pensiero in attesa di altri pareri ben più illustri, al di là dell'aggressività o meno di una migale, io sono assolutamente contro al maneggiarli ( detestano essere presi in mano), si corrono dei rischi inutili per l'animale oltre che per l'allevatore e mi permetto di dire che non mi sembra il modo giusto da parte tua di porti al mondo delle migali. :cop:

Link to comment
Share on other sites

Daniele:

se avessi cercato una legge mi sarei rivolto forse ad un avvocato, credo di essere ancora in possesso di qualche neurone.

Togliendo dalla tua risposta l'inutile atteggiamento POLEMICO, ti ringrazio perchè ho avuto in parte le informazioni che mi interessavano

 

Quindi: rischio di far loro del male, e loro detestano essere presi in mano.

Quanto al resto della tua risposta (mi permetto di dire che non mi sembra il modo giusto da parte tua di porti al mondo delle migali. :cop: ), visto che come ho già detto e ripeto, non ne so assolutamente nulla, se sapessi già quale è l'atteggiamento giusto non perderei tempo a porre domande inutili.

Se poi temi che io possa scambiare una migale per un chihuahua, e voglia portarmela a letto o in giro al guinzaglio, allora ti posso tranquillizare.

 

Moltissimi altri animali più o meno pericolosi sono del tutto indifferenti all'interazione con l'uomo, in altri casi si abituano facilmente alla nostra presenza.

Quest'estate in madagascar ho visto numerosissimi camaleonti, e ti garantisco che odiano essere afferrati o stretti ed hanno dei denti notevoli, in grado di provocare ferite serie.

Tuttavia, se metti una mano sul loro percorso, si arrampicano spontaneamente e non mostrano segno ne di nervosismo ne di alcun fastidio.

Comunque grazie.

Link to comment
Share on other sites

io quando ho iniziato sinceramente non mi sono neanche posto il problema se si potesse prenderle in mano o meno per il semplice fatto che non ce nè motivo poi ognuno è libero di fare ciò che vuole, mi sono preoccupato di più sul come allevarle, su come vanno stabulate, su come alimentarle, il discorso muta ecc ecc ecc poi ripeto per l'ennesima volta ognuno fà ciò che vuole.

Link to comment
Share on other sites

Quoto Daniele.

Rischi tu ad essere morso e rischia soprattutto la migale, sono veloci e imprevedibili potresti avere un gesto istintivo e causarle enormi danni e poi perchè tutta questa voglia di prendere animali in mano? nel loro habitat non ti camminano mica addosso, hanno paura dell'uomo.

Si i camaleonti si arrampicano spontaneamente ma hanno paura e li stressi, e sono delicati anch'essi

Link to comment
Share on other sites

imi sono preoccupato di più sul come allevarle, su come vanno stabulate, su come alimentarle, il discorso muta ecc ecc ecc .

 

per quello sto leggendo e studiando... ha sollevato la mia curiosità l'altro post, in cui si parlava di aggressività

Link to comment
Share on other sites

L'interazione può esserci, ma è univoca. Se una migale ti cammina addosso è perchè, molto probabilmente, ti crede un ramo o un appoggio.

 

Maneggiare questi animali li mette in condizioni di rischio molto elevato (non parlo del rischio della persona) considerando la loro fragilità.

 

Tutta l'attenzione và comunque sull'imprevedibilità di un animale in generale.

 

Nessun animale è prevedibile, quindi quando ci si trova davanti ad animali che, con la loro imprevidibilità, possono autorecarsi danno bisogna tenerlo presente e rispettare la loro natura.

 

La tua curiosità nasce spontanea e la tua domanda di fatto è pertinente visto lo stato di degrado de "esibizionismo e migali"; quello che ti consiglio non è di non soffermarti sull'osservare queste forme di esibizionismo in rete, ma quello di capire (quando guardi una foto o filmato) se il protagonista è un vero appassionato.

Non è di certo facile, ma se ti inserirai in questo ambiente lo capirai!

 

:4fuu9h1:

Link to comment
Share on other sites

ripeto per l'ennesima volta ognuno fà ciò che vuole.

 

Dato che non ho l'abitudine di credermi onniscente, il discorso relativo al libero arbitrio è totalment fuori luogo, sto esattamente cercando di capire quello che mi avete scritto infarcito di polemiche inutili: meno si interagisce meglio è per loro. e questa per me è la cosa che avevo bisogno di sapere

Link to comment
Share on other sites

 

Dato che non ho l'abitudine di credermi onniscente, il discorso relativo al libero arbitrio è totalment fuori luogo, sto esattamente cercando di capire quello che mi avete scritto infarcito di polemiche inutili: meno si interagisce meglio è per loro. e questa per me è la cosa che avevo bisogno di sapere

Sei tu che esordisci con "non riesco a fare a meno di maneggiare i miei animali"..

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi approfitto di questo post per chiedervi una cosa: quando dovete fare pulizie nel terrario o cose simili come spostate la migale?

Splen prima levi tutto l arredamento, poi con un contenitore o vaschetta la lasci cadere sopra alla migale e piano piano infili il coperchio del contenitore.

Poi dipende pure da che migale devi spostare, lo sai no :)

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi dai, non ci litighiamo inutilmente.

Io non ci vedo niente di male nel "voler toccare le migali", se fosse per me le riempirei di baci. La consapevolezza del rischio ci frena, ma sono sicuro che la maggior parte di noi vorrebbe interagire con loro.

 

Africanmind ha fatto una domanda pertinente...(a priori tralatro).... adesso che ha la consapevolezza del problema sono sicuro che non commetterà errori.

 

Concentriamoci sui problemi più importanti :4fuu9h1:

Link to comment
Share on other sites

Grazie infinite Gaborri, finalmente!! adesso forse riesco a parlare più serenamente...

In effetti ho proprio avuto una esperienza di questo tipo

Parecchi anni fa ho allevato una Lycosa tarantula (ammesso che fosse lui), trovata a roma in un campeggio, che eradiventata piuttosto grossa. Un giorno, pulendo il terrario, ha cercato di scappare arrampicandosi su di me ed è finita male :-(

 

Pensavo che le migali, viste le dimensioni, fossero molto più robuste, e l'infinità di foto trovate in rete mi ha fatto pensare che fosse molto più semplice con loro.

Quindi una migale che vive con te per trent'anni non si abituerà mai all'uomo?

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi dai, non ci litighiamo inutilmente.

Io non ci vedo niente di male nel "voler toccare le migali", se fosse per me le riempirei di baci. La consapevolezza del rischio ci frena, ma sono sicuro che la maggior parte di noi vorrebbe interagire con loro.

 

Africanmind ha fatto una domanda pertinente...(a priori tralatro).... adesso che ha la consapevolezza del problema sono sicuro che non commetterà errori.

 

Concentriamoci sui problemi più importanti :4fuu9h1:

 

:sisi: :sisi: :sisi: :sisi:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

  • Topics

  • Similar Content

    • By Ale pommi
      Che effetto ha il veleno della aphonopelma seemanni su l'uomo?
       
    • By elleelle
      Sto allevando un Eresus abbastanza grosso, già sui 2cm di BL. e lo nutro con coleotteri simili a quelli che trovavo nelle tele nella località dove l'ho raccolto: tenebrionidi dei generi Pimelia e Tentyria.
      Il ragno li attacca e li morde, ma quelli continuano a muoversi per decine di minuti, se non per ore.
      Poi, alla fine, li succhia.
      Qualcuno ha avuto esperienze del genere?
       
    • By kilus
      Buongiorno. Avrei bisogno di almeno 5 specie di ragni "indigeni" dell'Irlanda, per una ricerca. Ho cercato ore e ore specie di ragni irlandesi, ma ho trovato sempre ragni comuni (come Segestrie, steatoda triangulosa, araneus diadematus...) avrei bisogno di specie autoctone, tipiche dell'Irlanda.
      Grazie
    • By TenderPrey
      Non so se la domanda che sto per porvi sia sensata o meno:
      In una determinata famiglia ci possono essere dei generi con una composizione e aggressività del veleno molto diversa, prendiamo ad esempio la famiglia Theridiidae al cui interno c'è il genere Latrodectus, il cui veleno è ben noto a tutti, ma allo stesso tempo anche Steatoda, con un veleno molto più blando.
      Ma se confiniamo il discorso ad un singolo genere, ad esempio Latrodectus? Tutte le specie di questo genere presenteranno gli stessi componenti del veleno? il veleno di Latrodectus tredecimguttatus, hesperus o bishopi (per citarne a caso) è composto ugualmente da alfa-latrotossina e stessi enzimi?
      O ci possono essere delle differenze notevoli anche all'interno di un genere?
    • By AnDrO
      Ciao a tutti, leggendo la lista, come "purtroppo" sappiamo non del tutto ufficiale, degli Aracnidi pericolosi, la prima cosa che mi era saltata all'occhio era l'inserimento di questo genere di Theraphosidae in essa. Ora, in linea di massima le migali vengono descritte come ragni grossi sì, ma non pericolosi per l'uomo dal punto di vista del veleno, volevo sapere come mai si è ritenuto opportuno inserire questo genere, e quali sono a grandi linee gli effetti del suo morso. Se sapreste indicarmi del materiale, o linkarmi qualcosa ve ne sarei grato . Un saluto.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.