Jump to content

Tarantole e Anidride Carbonica (CO2)


 Share

Recommended Posts

A proposito di CO2 (anidride carbonica).

Prima un po’ di scienze (a chi non interessa, passare al secondo paragrafo)

 

Il CO2 è inodore e insapore, assolutamente non infiammabile e con un gusto leggermente aspro. Si trova in atmosfera nella percentuale, media del 0.03%. Esiste nei tre stati, solido, liquido e gassoso alle condizioni di T:-56.6 °C con pressione di 416 kPa. A -79 °C e pressione atmosferica solidifica nel famoso “ghiaccio secco”, usatissimo in molte applicazioni. Il Biossido di carbonio è inerte e non velenoso (basti pensare che è usato per rendere “gasate” le bibite).

 

Ora passiamo ai ragni

(traduco da Sam Marshall, Tarantulas and Other Arachnids)

 

"Il CO2 […] semplicemente immobilizza gli invertebrati. Ovviamente se piazzati in solo CO2 per un periodo molto lungo anch’essi moriranno. Il CO2 può immobilizzare una tarantola e tenerla in uno stato di profondo torpore per un tempo relativamente lungo. Ho provato con delle Theraphosa blondi e ci hanno messo circa 20-30 minuti sia per crollare che per riprendersi quando le ho tolte dal gas (!)…cut… un interessante effetto collaterale è che per alcuni giorni dopo il trattamento il ragno risulta iperattivo (nota di Teo: probabilmente euforia da ossigeno). Potrete somministrare il CO2 da una sorgente compressa.

Piazzate la tarantola in un contenitore di plastica con una sorgente del gas. Controllate il ragno e spegnete il gas quando sarà abbastanza, ovvero quando sarà immobilizzato (dipende dalla taglia). Comincerà a barcollare e poi crollerà. Potrete tenerlo immobilizzato per tutto il tempo necessario a fare quello che dovete fare" (per esempio curare un taglio in posizioni complesse…)

 

Questo è quanto ho letto e in merito non ho trovato niente su internet (ragni intossicati); al contrario sul sito del dipartimento dell’Argicoltura degli Stati Uniti c’è un articolo che dimostra il contrario, ovvero che i ragni si sviluppano più facilmente se si alza il livello di anidride carbonica (ma ciò mal si adatta alle nostre istanze, ovviamente). Credo dunque che per i ragni il CO2 non sia quel gran pericolo, a patto - chiaramente - di non immergercelo e mollarlo lì, tant’è che - come visto - lo usano in dose massiccia per anestetizzarlo.

Comunque, tanto per essere sicuri, in terrari molto umidi – nota che l’umidità non influisce direttamente sulla produzione di anidride, ma crea le condizioni migliori per la vita dei microrganismi che la generano - e pieni di sostanze marcescibili (cortecce, piante, sostrati grassi) si può "per scrupolo" aggiungere un piccolo sfiato al livello del substrato.

 

E’ chiaro che vi sconsiglio di provare inutilmente l’esperienza di cui sopra!

 

Matteo Grotto

 

PS: Ora per i più esperti che vogliono divertirsi:

 

Formula: CO2

Peso molecolare: 44.01 lb/mol

Volume specifico at 70°F and 1 atm: 8.74 ft3/lb (0.42 m3/kg)

Calore specifico: 8.92 BTU/lbmol-deg F@ 70 deg. F

Gravità specifica: 1.555

Densità: .1144 lb/ ft3 @ 70 deg. F. 14.7 PSIA

Psat @ 70 deg F: 852.8 psia

Densità allo stato liquido @ 70 deg F: 47.64 lb/ft3

Punto di ebollizione: T: -109.2 deg. F (-79 deg. C)

Punto critico: T: 87.9 deg. F - P: 1070.6 PSIA

Punto triplo: T: -69.9 deg. F - P: 75.13 PSIA

 

 

****ARACNOFILIA****

Link to comment
Share on other sites

Bravo matteo, ti appassiona la chimica vedo!

In pratica l'anidride carbonica è usata come anestetico.A livello acquariofilo molti creano degli impianti artigianali di Co2 per le piante sommerse.Non è difficile, se a qualcuno serve dovrei cercare il link...

I fori su vari livelli a mio avviso servono sempre per creare una ventilazione forzata nel terrario e non solo in terrari molto umidi,questa è una mia convinzione d'allevatore....e ognuno ha le sue! :-))

 

Ciao Ciao

Aleli

Link to comment
Share on other sites

interessante davvero questo post.

un'altra cosa: ste hai un link da suggerirmi per approfondire il discorso del prelievo del veleno dai chelicheri? ho di recente visto uno spezzone di servizio in proposito su discovery channel che mi ha fatto venire voglia di approfodire...

 

sì sono contusioni da pugno. e sì la cosa mi va benissimo. sono illuminato.

Link to comment
Share on other sites

Guest gabriele

[8]

io sapevo che 20 grammi di veleno di terafoside valgono + di 1 kg d'oro, e di qello di atrax robustus addirittura il doppio.

E' vero??

gabri

[8]

 

..Un giorno il nostro alito finirà per bruciarci le sopracciglia..

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

Una ricetta "casalinga" per produrre anidride carbonica, che uso talvolta per le mie piante:

 

riempire un contenitore di bicarbonato di sodio e far sgocciolare sopra di esso, a intervalli di 15-30 sec, del normalissimo aceto bianco di vino. L'effervescenza prodotta è, appunto, anidride carbonica.

Con 1 kg di bicarbonato di sodio e 3 litri di aceto di vino (comprati al discount sono entrambi molto economici) si può saturare un ambiente di 8 metri cubi di anidride carbonica per quasi 48 ore.

 

_______________________________________________________

~ c'è chi ha paura dei ragni, e chi invece non ha mai desiderato altro ~

Link to comment
Share on other sites

e bisogna anche stare attenti perchè se saturi l'ambiente in cui respiri c'è il rischio altissimo di morire soffocato!

 

Simone

 

Tutti gli esseri viventi devono, secondo l'ordine del tempo, pagare gli uni agli altri il fio della loro ingiustizia.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.