Jump to content

terrario con piante vive: è possibile?


Recommended Posts

Ciao a tutti, sono nuova...

Sto allestendo un terrario per un arboricolo (30x30x40), e vorrei metterci anche alcune piante vive. Si può fare?

  • Il problema è che non credo che le piante crescerebbero bene in un terriccio sterilizzato in forno: pensavo di inserirle nel terrario nel loro pane di terra originario. E' controindicato?
  • Credo che sia vietatissimo concimare le piante nel terrario: ma se usassi un concime biologico a base di alghe, potrebbe essere lo stesso dannoso?
  • In ultimo, ho paura con le piante vive di attirare alcuni sgradevoli parassiti (prima su tutte la cocciniglia), pensate che il ragno se la mangerebbe, la cocciniglia? In più spesso la pianta si porta addosso le uova già dal vivaio... e la pianta non la posso sterilizzare in forno! Se il ragno non si mangia la cocciniglia, col fatto che non posso usare antiparassitari... diventerebbe un problema!

Pensavo a piante che richiedono un'alta umidità e luce indiretta...

le calathea:
A18062001D.jpgA18062001C.jpg

le alocasia:
http://www.euganea.org/piantewebAF/Alocasi..._Sanderiana.jpg

un caladium:

2016_06_02-19_42_06_cf274.jpg



...e magari anche un ficus e/o un'edera potofila che si abbarbichi sul pezzo di sughero in verticale...

Credo che il ragno sarebbe più contento con delle piante vive attorno, in più le piante non aiuterebbero a creare un microclima naturale, traspirando? Sono tutte piante che traspirano molto...



___________________________________________________________
~ c'è chi ha paura dei ragni, e chi invece non ha mai desiderato altro ~

Link to comment
Share on other sites

dimenticavo...

 

IL MUSCHIO DI SFAGNO! Il muschio di sfagno VIVO è un mio grande amico, lo uso per tenere costante l'umidità nel mio terrario per le piante carnivore (richiedono il 60%-80% super-costante). In alcune foto di siti aracnofili americani ho visto un po' di sfagno vivo qua e là... ma molto raramente. Che non piaccia tanto ai ragni? Se riuscissi a creare un tappeto di sfagno vivo all'interno del terrario, molto probabilmente l'umidità rimarrebbe sempre allegramente al 60% come minimo, senza bisogno di spruzzare ogni giorno... Probabilmente dovrei spruzzare solo 1 volta alla settimana.

 

una talea di Cephalotus su un bel letto di sfagno vivo:

pre_17_03.jpg

 

___________________________________________________________

~ c'è chi ha paura dei ragni, e chi invece non ha mai desiderato altro ~

Link to comment
Share on other sites

Guest Francesco

Anche a me interessa molto questo argomento. A proposito, benvenuta Diana (ti chiami come la mia Grammostola rosea!).

 

Ci sono più cose in cielo e in terra che nella tua filosofia...

Link to comment
Share on other sites

Benvenuta Diana!

Evvai che aumentano le femminucce sul forum.

 

Io di solito sconsiglio l'utilizzo di piante nei terrari perchè come hai detto benissimo tu sono una manna per l'umidità, ma a volte (quasi sempre) dal vivaio si portano dietro uova di piccoli parassiti che possono essere inoffensivi per il ragno salvo un po' di disturbo oppure a volte moooolto dannosi (acari e skifezzucce di vario genere).

 

Quanto poi al discorso del concime, non è tanto la sua consistenza a creare problemi al ragno quanto il fatto che un substrato concimato favorisce la riproduzione di parassiti e muffe, quindi concime stallatico o a base di alghe credo non faccia differenza.

 

Rimando i dettagli a gente più preparata di me in minuzie squisitamente biochimiche[:D]

 

Di nuovo ben venuta e buon allevamento.

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

Ciao Diana...

 

Il discorso "piante nel terrario" non va considerato in termini di "abbellimento".

 

Ti posso dire che ai ragni di avere l'Alocasia nel terrario non interesserà molto. E' più una cosa per te... Per il ragno sarà solo un posto in più dove le prede potranno nascondersi.

 

Inoltre c'è da dire che le piante nei terrari portano parecchi problemi. A parte il discorso prede, infatti avrai - checchè ne dica qualcuno- una certa difficoltà nel monitorare l'umidità relativa. Per ciò che riguarda poi il concime, di per se non fa male al ragno (a meno che tu non usi concimi chimici particolari) ma produce in substrato che a livello più o meno microscopico sarà terreno "fertile" anche per tante altre cose, oltre alla tua pianta. Molte di queste cose possono essere pericolose per i tuoi ragni. A volte letali (vedi acari, nematodi, etc.)

 

Ricorda che i ragni - per star bene- devono vivere in ambienti che ricreino le loro condizioni di vita in natura nel miglior modo possibile... dubito fortemente che uno Pterinochilus (per esempio) abituato (o meglio calibrato da Madre Natura) a scavare nel terriccio keniota si troverà bene su un bel letto di sfagno vivo, capisci?

 

Ora se posso darti un consiglio, troverai la possibilità di creare terrari altrttanto belli se ti occuperai di studiare come riprodurre l'ambiente naturale dei tuoi esemplari.

 

Matteo

 

 

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Guest volothar

Quello detto da Krystal è giustissimo, aggiungo inoltre la difficoltà di far coincidere le esigenze di luce delle piante con quelle dei ragni.

 

*Enrico*

Link to comment
Share on other sites

...checchè ne dica qualcuno....

 

non era riferito alla mitica Daniela Kristal [:X]... pensavo ad una certa "scuola di pensiero" che vede bene le piante nei terrari!

 

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Ciao, Amica dei ragni e delle piante,

io sono Orion(Andrea) e ti do il ben venuto, purtroppo entri nel nostro forum in un momento molto buio! Infatti è stato emanato un decreto legge che potrebbe vietare la detenzione dei nostri amici a otto zampe...ma ti rimando alla sezione del nostro forum Tarantole allevamento.

Cambiando discorso anche io sono sempre stato affascinato dalle piante nel terrario ed ho provato ad inserire delle tillandsie che però sono morte dopo un pò di mesi.

In effetti il probblema è la luce, infatti le tarantole sono animali notturni e di giorno stanno rintanate, tutto ciò mal si concilia con le esigenze fotoniche delle piante, tuttavia non escludo si possa trovare un punto d'incontro accettabile!

Il fertilizzante chimico è da evitare per rischi di intossicazione dei ragni e quello di origine organica potrebbe, in considerazione dell'alta temperatura, basso ricircolo d'aria e alta umidità, generare muffe, in effetti si utilizzano come substrati materiali per lo più inerti quali vermiculite o torba bionda non fertilizzata.

Spero di esserti stato utile

Ciao

 

 

Orion

andrealorenzo.palotta@pirelli.com

Link to comment
Share on other sites

GRAZIE MILLE per le risposte, davvero esaurienti :)

 

L'illuminazione per le piante illustrate non sarebbe un problema, sono piante da penombra.

Riguardo allo sfagno, ovviamente pensavo di usarlo nel terrario di un arboricolo (e comunque non su tutta la superficie), a un terricolo scavatore darebbe solo fastidio [:(]

 

Grazie soprattutto per avermi fatto capire il concetto della pericolosità del fertilizzante, concetto che non avevo pienamente afferrato [|)] purtroppo l'impossibilità di fertilizzare le piante porterà inevitabilmente a un progressivo impoverimento del terreno, e le piante non riusciranno a vivere più di qualche mese... un anno al massimo, quindi andrebbero cambiate almeno una volta all'anno (magari durante la super-pulizia).

Mi chiedevo: e le feci di ragno? Sapete qualcosa su di loro, se sono azotate o ad alto contenuto di fosforo e potassio? Possono fungere da fertilizzante e assicurare qualche mese di vita in più alle piante. Oppure vanno, invece, rimosse immediatamente perchè anche loro possibili portatrici di muffe, colonie batteriche o altro?

 

 

___________________________________________________________

~ c'è chi ha paura dei ragni, e chi invece non ha mai desiderato altro ~

Link to comment
Share on other sites

Orion: bellissime e affascinanti le tillandsie, ne ho qualcuna anch'io, il problema è che, come le carnivore, vogliono un'alta umidità (e qui ci siamo) ma anche MOLTA LUCE (ecco il problema). Sono veramente affamatissime di luce, mi sembra di ricordare che le tillandsie in natura si trovano soprattutto nelle parti più alte degli alberi, dove non ci siano foglie a far loro ombra...

 

___________________________________________________________

~ c'è chi ha paura dei ragni, e chi invece non ha mai desiderato altro ~

Link to comment
Share on other sites

Io personalmente non metterei delle piante vive in un terrario per i motivi citati da voi in precedenza ed anche perchè fondamentalmente non servono a nulla... anzi occupano spazio e creano una specie di effetto sauna dentro al terrario aumentandone di parecchio la temperatura interna e l'umidità.

Per i ragni locali è meglio il muschio o il lichene (adeguatamente sterilizzato e senza eccedere) e qualche pietra. Se è un arboricolo mettici anche dei rametti, dei ceppi ecc.

Ma scusa... se ti piacciono i ragni perchè mettere delle decorazioni che ti renderanno più difficile la sua osservazione e ti causeranno molteplici problemi? (e il ragno neanche apprezzerà)

Link to comment
Share on other sites

Ciao Diana,

 

circa la composizione chimica delle feci non ti posso aiutare, sappi in ogni caso che si tratta di quantitativi veramente minimi, non credo bastino ad una pianta già adulta (ma si dice delle piante che sono "adulte"?? mah) e per quanto concerne toglierle... è un composto denso, non so come potresti fare senza infilare le mani nel terrario e poi per gli arboricoli, non so se lo sai, ma devi levarle dalle pareti (si loro sono molto new age e la spruzzano[xx(]).

 

x Piergy: e come fai a sterilizzare una pianta viva?

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

e me sono caduti dei semi di girasole nel terrario di un'arboricola. Dopo qualche giorno sono spuntati 4-5 germogli che crescono a vista d'occhio. In effetti sono belli da vedere: colorano un po il terrario.

Cosa mi consigliate di fare? li tengo aspettando poi di pulire il terrario o li levo subito?

 

Catoblepa

Link to comment
Share on other sites

Oddio, non voglio sapere come hanno fatto a cadertici dentro[:D]

 

Beh, in teoria essendo nati da semini, dovrebbero essere liberi da parassiti, quanto alla presenza della pianta in se, non ho nessuna cognizione di botanica quindi passo la palla a chi ne sa più di me.

 

Il mio unico consiglio è di stare attento a che non crescano troppo rendendo difficoltosi gli spostamenti del ragno piuttosto che fornire troppo comodi rifugi alle prede.

Non mi precipiterei dunque ad estirparli, quando poi sarà il momento di pulire il terrario opterei per il trapianto in un bel vaso visto che sono bellini.

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.