Jump to content

universita' di entomologia


Gidol
 Share

Recommended Posts

Ciao ragazzi,vorrei sapere se qualcuno di voi sa dove si possono frequentare università con indirizzo di entomologia.

Ho già cercato in giro,ma non ho trovato nulla.

Grazie.

 

Leggendo sui giornali di cosa è capace l'uomo, rimango affascinato da quanto civili siano gli insetti...

Aldo [8D]

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

Caro Gidol, non ti offendere ma in fatto di "nomenclatura sistematica universitaria" ti vedo piuttosto deboluccio.

Dopo aver deciso di frequentare l'Università, ti devi scegliere una Facoltà, poi un Corso di Studi. Per l'entomologia ti consiglio i corsi di Agraria (sono a Grugliasco), lì ci bazzico pure io.

Però sappi fin d'ora che prima di poterti dedicare alla disciplina che tanto ti piace, ti dovrai sorbire un sacco di esami "barbosi" e "ostici".

Quindi fai bene i tuoi conti e, soprattutto, informati bene prima di iniziare l'avventura.

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

è tutto il giornoi che giro per siti di scuole etc. per conoscere un po la situazione, il fatto è che come licenza superiore io mi ritrovo "perito meccanico" quindi passare a studi simili per me vorrebbe dire ricominciare da zero (so molte cose che ho imparato da autodidatta, ma so benissimo che non sono minimamente sufficenti), però io non mi do per vinto...

 

Leggendo sui giornali di cosa è capace l'uomo, rimango affascinato da quanto civili siano gli insetti...

Aldo [8D]

Link to comment
Share on other sites

ciao Gidol, io faccio un corso di scienze forestali dove abbiamo seguito lezioni di zoologia e di entomologia,ma si tratta per lo più di entomologia forestale, ovvero insetti "nocivi" e non per le piante forestali.comunque credo che in una facoltà di zoologia sia trattato meglio l'argomento insetti e soprattutto non dal punto di vista del pericolo.preciso:non è che il nostro prof ci ha parla to solo di insetti dannosi,ma di quasi tutti gli ordini, poi ha perso un pò di lezioni per i parassiti e i fitofagi.non sò se ti sono stato di aiuto, io lo spero.

ciao

Link to comment
Share on other sites

Io a Scienze Naturali ho dato esami come Entomologia, Etologia, Zoologia (2 esami, uno lo sto ancora preparando e devo sapere tutto anche di Insetti e Chelicerati oltre agli altri...) ecc...

Io non cambierei Facoltà per nessuna ragione al mondo...

Ciao

Ema

 

La natura è troppo immensa per farla stare tutta in una foto.

Link to comment
Share on other sites

Io sono biologo, ho fatto due esami di Zoologia e uno di Entomologia, ma come puoi dedurre dalle "bacchettate" che mi becco regolarmente dai "mostri sacri" del forum per le mie imprecisioni l'università non mi ha regalato cognizioni molto approfondite in fatto di Aracnidi. Probabilmente ti conviene orientarti su Scienze Naturali, tenendo comunque presente che è un corso di laurea impegnativo e che tocca solo molto marginalmente gli argomenti che trattiamo qui. Più che altro ti fornisce le basi culturali su cui poi creare le tue competenze specifiche. E per "basi culturali" intendo anche matematica, fisica, chimica e tante altre materie indigeste...

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Grosso modo direi di sì. Più che una specializzazione direi che dovresti ambire ad una tesi sperimentale in Entomologia, e se parti con questa idea precisa haila possibilità di scegliere professore e argomento della stessa molto prima di iniziarla, vantaggio non piccolo (lo dice uno che per mancanza di alternative è finito a dissezionare topi e ci è pure rimasto dopo la laurea![:(!])

Link to comment
Share on other sites

Daniele, spiegami questa... dissezioni topi!? Ma che bello... vedo che siamo tutti nello stesso paniere, con i ragni che ci perseguitano nei sogni...

 

Come sai io sono un architetto. Non sai le volte che in cantiere il capomastro sussurra ai ragazzi... "quel'fa l'architèt?" e io sono sotto una trave che cerco di fotografare una tegenaria, a rischio del collo.... allora mi sembra come di sentire: "l'è brau, ma n'po mat..." [:D]

 

Matteo

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Eh già... fresco di Liceo Classico e iscritto a Biologia nell'ormai lontano '93-94 per via della mia grande passione per pesci, insetti e ragni (non elencati in ordine di importanza), dopo un triennio relativamente brillante, a settembre '96 ho preso l'indirizzo bio-ecologico e una tesi sperimentale di ecologia delle acque interne sul Lago di Vico, vicino a Viterbo. L'esperienza è stata piuttosto negativa: dopo due mesi di mostruoso sfruttamento da parte del prof. (mi ero operato di ernia del disco pochi mesi prima, ma non per questo mi venivano risparmiate ore e ore in acqua a prelevare materiale vario, fino all'inevitabile "reincriccamento definitivo" della schiena), mi viene comunicato argomento e titolo della mia tesi: "defecation strategy". In sostanza, secondo una teoria di quel periodo, il tempo di permanenza del cibo all'interno del tratto digerente di un animale (crostacei dei generi Asellus, Palaemon e Gammarus, molluschi dei generi Lymnaea, Physa e Bithynia, pesci del genere Gambusia) è direttamente proporzionale alla sua qualità, ovvero inversamente proporzionale alla concentrazione di inquinanti che contiene. Ho stretto la mano al prof. e ho mollato tutto, credo di possedere un carattere abbastanza mite e tollerante e un buon senso dell'umorismo, ma non buono fino a questo punto. Da allora ho perso un sacco di tempo per vicissitudini varie, sono stato anche sul punto di lasciare l'università, poi un giorno, per caso, ho incontrato il mio prof. di Anatomia Comparata, col quale avevo fatto l'esame nel '95 ma che ancora si ricordava di me, e mi ha proposto una tesi molto strana ma che mi è piaciuta subito: l'analisi digitale delle immagini applicata alla morfologia del palato secondario del Topo Algerino (Mus spretus Lataste 1883). Oddio, digitale "all'italiana", perché si trattava di disegnare con l'ausilio di una camera lucida (uno specchio che si applica allo stereoscopio e proietta l'immagine della mano e della matita in trasparenza nell'oculare del microscopio stesso, creando un effetto di sovrapposizione e di fatto consentendo di ricalcare l'immagine ottenuta. E' lo strumento che si utilizza, tra l'altro, per disegnare i palpi, gli epigini e gli altri particolari dei ragni e degli insetti) i profili delle creste cartilaginee che, per l'appunto, compongono il palato secondario dei Roditori e di quasi tutti i Mammiferi, scannerizzare i disegni ottenuti e successivamente misurare perimetri e aree dei profili grazie a un programmino freeware (imageJ, se a qualcuno servisse basta cercarlo con google). Mi sono molto appassionato alla cosa, ho finito col laurearmi un anno e mezzo fa e ho vinto una borsa di dottorato in Igiene Industriale e Ambientale (il nome è altisonante e "chimicheggiante", ma il dipartimento a cui faccio capo è sempre quello di Biologia Animale) a Novembre dell'anno scorso. E continuo col lavoro iniziato nella mia tesi di laurea, torturo cioè delle povere topine gravide con nefandezze di varia natura (al momento campi elettromagnetici ELF) e osservo l'effetto che le nefandezze medesime provocano sulla morfologia delle creste palatali della prole, cercando però, da qualche giorno a questa parte, di acquisire direttamente le immagini con la mia Nikon piuttosto che disegnando a mano come si faceva nel secolo scorso! E intanto nel weekend, quando non sono in giro con il retino da sfalcio, sfrutto la struttura per immortalare un po' di ragnetti.

"Fa popo li botti cor teschio", dicono di me: come vedi cambia il vernacolo, ma non la sostanza del giudizio! [;)]

Link to comment
Share on other sites

Defecation strategy....

 

PESANTEid="size5">

 

davvero pesante....

 

Bravo Daniele... chi la dura la vince! [:)]

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Riguardo al fatto che sull'Entomologia e sulla Zoologia Scienze Naturali dia solo delle basi dipende un po' da chi si ha come professore.

Qui a Genova ho fatto tutte gli Ordini e molte delle Famiglie più caratteristiche degli Aracnidi incluse tutte le parti anatomiche interne ed esterne e la Fisiologia. E questo l'ho fatto per tutti i gruppi animali e vegetali (beh, Botanica Sistematica devo ancora darlo, però con Botanica Generale qui a Ge si fanno TUTTE le alghe con 85 cicli vitali di alghe da sapere cantando! Però quello l'ho passato).

Diciamo che il programma varia parecchio da Facoltà a Facoltà, quindi non si può generalizzare molto...

Ciao

Emanuele

 

P.S.: bravo Daniele, combattiamo la defecation strategy!! (solidali contro la coprofilia[:D)])

 

 

La natura è troppo immensa per farla stare tutta in una foto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.