Jump to content
CapitanFlint

San Lazzaro di Savena (BO) - Segestria sp.

Recommended Posts

Data: 10/08/2020 - 21:00
Luogo: San Lazzaro di Savena (BO)
Posizione/Micro-habitat: Sotto un cartello fissato su di una colonna
Dimensione corpo: non rilevate

Buonasera,

mi chiamo Riccardo, scusate la non presentazione nella sezione apposita,ma sono iscritto qui per questa segnalazione che, da paura forte verso i ragni che ho, mi ha mezzo “shockato” vederlo qui nelle mie zone.

Purtroppo per ora l’ho visto sia ieri sera che questa sera(di pomeriggio non c’era)solo fuori per una parte del corpo, come ho scritto nella “schedina”attaccato ad una colonna appena sotto un cartello.

Mi sono documentato un po online e chiedo conferma se è una segestria florentina(da descrizioni varie pare cosi, ma scrivo qui appunto per conferme da esperti), che risulterebbe pericoloso a livello di morso almeno in quanto a dolore..e quella colonna è in una zona vicino a casa mia anche con molti bambini che giocano.

Grazie per le eventuali risposte.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo carico la foto poi quando invio il messaggio mi dice che non è presente e chiede di continuare comunque senza..quindi non me la carica..sto provando da rullino foto da ipad..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto sul forum, Riccardo.

Concordo su S. florentina, ma ti invito ad attendere la conferma di un esperto.

Confermo anche la dolorosità di un eventuale morso, ma, quando hai un quarto d'ora di tempo, ti consiglio vivamente di leggere questo testo, che risponde nella maniera più chiara ed esauriente possibile a tutte le domande relative alla pericolosità dei ragni italiani :

 

https://www.aracnofilia.org/i-ragni-locali/il-veleno-dei-ragni-italiani/

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalla postura che ha confermo Segestria sp., ma non voglio buttarmi sulla specie. Ho allevato una femmina di Segestria florentina per 11 mesi e posso dirti che il loro principale metodo di difesa è la fuga, nonostante le ragguardevoli dimensioni. Non a caso, soprattutto i maschi, tendono sempre a costruire le loro tele a imbuto con una doppia uscita, in modo da poter sempre avere una via libera per scappare. Nel tuo caso dovresti poter vedere con buone probabilità un piccolo foro anche dalla parte opposta rispetto al buco da dove sporge. Inoltre sono ragni prevalentemente notturni, quindi sono soliti uscire e assumere quella caratteristica conformazione delle zampe in attesa di prede nelle ore di buio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benvenuto Riccardo!

Anche a me sembra Segestria sp.
Non è detto che sia una S. florentina. Purtroppo dalla foto non si vede molto quindi ci si può basare solo sulla forma della tela e sulla tipica posizione delle zampe.
Riguardo alla probabilità di un assalto anche io la vedo dura. In genere si rintanano nella tela al minimo colpetto che dai al muro. Altrimenti come dice Trollone scappano a gambe levate... e sono dei veri bolidi. Dovresti proprio infilare il dito dentro la tela e tappare l'uscita posteriore per beccarti un morso. Però in quel caso chi potrebbe biasimarla? 😁

Oltre al link che ti ha postato Paolo ti lascio anche quello specifico per S. florentina.
Chissà... magari potresti riscoprirti un appassionato come noi.  😀

https://www.aracnofilia.org/i-ragni-locali/le-schede-sui-ragni-italiani/segestria-florentina-segestriidae/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie davvero per la risposta a tutti!

Come detto mi è difficile poterlo fotografare tutto in quanto Si mostra per meno della metà solo la sera(e da quanto ho capito o sta rintanato di giorno oppure sta in questa posizione la sera).

Mi rende più tranquillo sapere che è “timido”, dato che se si dovesse trattare della specie florentina, da internet addirittura risulterebbe tra i 5 ragni più pericolosi in Italia(anche se appurato come livello di dolore e non come forza del veleno)..insomma devo prendere atto che anche nelle mie zone circolano ragnoni del genere..per fortuna la tana è abbastanza in alto e i bimbi(nipotina compresa)che corricchiano per il cortile non dovrebbero avere problemi..visto anche che di giorno sta nella sua casina!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, diciamo che lo aggiungono in quelle liste più che altro perché in Italia di ragni effettivamente pericolosi ce ne sono solo un paio e quindi devono riempire in qualche modo.

Il dolore del morso è dovuto dall'azione meccanica dei possenti cheliceri della specie. Quindi gli artigli possono perforare facilmente l'epidermide e causare dolore. Non so quanto possa essere dolorosa ma immagino sia sopportabile. Non credo sia nemmeno lontanamente paragonabile a quello della puntura di una comunissima ape.

Alla prossima foto! 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa cosa del morso doloroso mi lascia sempre perplesso. Ci sono diversi ragni dal morso più potente rispetto a Segestria florentina e nessuno li cita:  Lycvosa tarantula, Tegenaria parietina, Hogna radiata, Zoropsis spinimana e altri. 

Credo che la paura di essere morsi dipenda più dal carattere collerico del ragno e dal colore particolare dei cheliceri che da esperienze dolorose effettivamente vissute.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@elleelle

Ma infatti credo che sia un modo forzoso per compilare una lista da clickbait. Escludendo L. rufescens e L. tredecimguttatus, che possono facilmente avere effetti necrotici e complicanze varie, ed eventuali allergie, in Italia ci sarebbe poco da preoccuparsi per quanto riguarda i ragni pericolosi.

Ultimamente pare che Steatoda nobilis stia iniziando ad essere avvistata di frequente nel Regno Unito e in USA e ci sono video e articoli in giro nel web che ne millantano la pericolosità. Tu che ne pensi? Rumors o preoccupazioni fondate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Latrodectus tredecimguttatus non provoca necrosi perché il veleno è essenzialmente neurotossico. Provoca crampi addominali, alterazioni della pressione sanguigna e altri effetti neurologici. Loxosceles rufescens provoca - non sempre - un necrosi locale. 

Si potrebbe dire che Latrodectus  sta a cobra come Loxosceles sta a vipera del Gabon.

Per nessuno dei due sono segnalate reazioni allergiche e tanto meno shock anafilattico.

Steatoda nobilis è semplicemente il ragno più velenoso tra quelli presenti in UK e quindi si parla di quello, anche se non provoca effetti gravi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vipera del Gabon, la morte vestita a festa come la chiamano nell'Africa sub-sahariana. Due metri per svariati kg, ma soprattutto 2 denti veleniferi di 5 cm, come due Hogna e mezza. Uno spettacolo.  

Non mi stuzzicate con i serpenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il nome è tutto un programma. Fa anche la happy dance come le tarantole una volta che ha mangiato? 🤣

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.