Jump to content

Presentazione Avicularia


Recommended Posts

Buonasera a tutti mi presento sono alessandro e sono un appassionato aracnofilo da poco. Affascianto da questo mondo ho appena preso il mio babysling di avicularia bellissimo. Ho letto tutte le discussioni a riguardo e sono un po preoccupato per la fragilita del mio primo ragno. Attualemente è appena nato praticamente ovvero L1. Posto nel mio bagno di casa molto umido di per se con una temperatura consona e un tasso di umidità consona. Volevo chiedervi oltre ai soliti consigli se avevate suggerimenti particolari. Me lo hanno venduto con due  o tre mircogrilli già compresi nella sua scatolina. Non li ha mangiati e non saprei se toglierli o meno. Se avete consigli in generale sono ben accetti. Sono sempre molto in apprensione per il mio ragnetto. Un saluto a tutta la comunità

Link to comment
Share on other sites

Benvenuto Alessandro :)

Innanzitutto, nel caso non l'avessi già fatto, ti consiglio di dare una bella lettura all'articolo sull'allevamento: http://www.aracnofilia.org/i-ragni-esotici/lallevamento/

Ti rispondo per punti: L1 si riferisce al primo stadio larvale, ovvero lo step successivo alla schiusura dell'uovo. In questa fase non si parla ancora di esemplari pienamente formati, infatti la loro mobilità è molto ridotta e le strutture non sono ancora pienamente funzionali (non sono ancora in grado di alimentarsi, ad esempio). Segue questo stadio di sviluppo la forma L2 ed in rari casi L3. Conclusa la fase di sviluppo gli esemplari sono autonomi al 100% e si parla di "prima muta" o "1FH" (per usare una convenzione che si utilizza nell'ambito dell'allevamento). Detto ciò dubito che ti abbiano ceduto un L1, se ha la classica colorazione rosetta, i peli etc. si tratta di un esemplare prima muta (se hai dubbi posta una foto).

In merito alla delicatezza degli sling: In linea generale gli sling di Avicularia hanno una mortalità infantile abbastanza alta (più di altri generi, ma è condizione naturale), i parametri ed il modo in cui si allevano incide, ma c'è sempre la casualità da tenere in considerazione. Ti dico questo non per scoraggiarti ovviamente, ma è bene tenerlo in conto.

Bagno di casa: a mio avviso l'umidità che si sviluppa (faccio un raffronto con i bagni che conosco) è veramente eccessiva. Una doccia calda in pieno inverno satura totalmente l'umidità relativa della stanza. In linea generale in problema sta soprattutto nei forti sbalzi, sia di temperatura che di umidità, che potrebbero scaturirne. Cerca un posto riparato, senza troppa luce che arrivi diretta (anche se, un poco di luce naturale non guasta), e senza vibrazioni.

Microgrilli: è buona norma non lasciare mai prede vive (soprattutto più di una) all'interno del terrario se non vengono consumate, Il rischio che le parti si invertano è alto. Se per ora non mangia lascialo ambientare bene, dopodiché potrai fornirgli una preda.

Leggi bene l'articolo che ti ho postato, risponderà sicuramente a molte delle tue domande. Se hai altri dubbi non esitare a chiedere, esiste una sezione apposita riguardante l'allevamento dei Theraphosidae.

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per le risposte! 

Scrivevo appunto perché sono molto preoccupato visto al quantità di persone su questo forum a cui è morta una avicularia. La mia è veramente piccola in caso più tardi posterò una foto ad ogni modo è blu ha i peli e sembra in ottima salute! i mini grilli all'interno della confezione sono due tre e veramente microscopici non penso che possano minimamente interferire con il mio ragnetto inoltre durante la notte penso sia sceso per mangiarne uno visto che ho notato la torba spostata. Avevo pensato di metterlo in bagno poiché in quel luogo l'umidità risultava vicino all'80 percento o perlomeno cosi il mio piccolo termometro che ho comprato apposta misurava. Ma se secondo te l'umidità risulta troppo elevata lo sposterò se hai dei consigli più precisi su dove metterlo ti ascolto. Inoltre avevo dei dubbi su due aspetti. Il primo è la temperature della avicularia. Di giorno ho letto che dovrebbe stare sui 25 30 gradi ergo almeno per le ore diurne dovrò fornirgli una fonte di riscaldamento presumo. La temperatura della mia casa non credo sia sufficiente poiché varierà dai 20 22 della notte fino ai massimo 24 25 del giorno. Inoltre il problema della umidità finchè e uno sling come lo risolvo? ogni quanto più o meno dovrei bagnare la torba per creare umidità? un allevatore ungherese in fiera mi aveva detto una volta a settimana però non ne sono cosi sicuro. Attualmente è in un piccolo contenitore con della torba e ha già predisposto una piccola tela sul lato superiore. Pensavo di tenerlo li finchè non cresceva un poco e poi dargli una sistemazione più grande in progressione. Ti ringrazio molto è il mio primo ragno e sono un po agitato poiché so che è abbastanza difficile per i neofiti.  

Grazie in anticipo 🙇‍♀️

Link to comment
Share on other sites

Il 11/11/2018 at 11:00, MattiaPof ha scritto:

Benvenuto Alessandro :)

Innanzitutto, nel caso non l'avessi già fatto, ti consiglio di dare una bella lettura all'articolo sull'allevamento: http://www.aracnofilia.org/i-ragni-esotici/lallevamento/

Ti rispondo per punti: L1 si riferisce al primo stadio larvale, ovvero lo step successivo alla schiusura dell'uovo. In questa fase non si parla ancora di esemplari pienamente formati, infatti la loro mobilità è molto ridotta e le strutture non sono ancora pienamente funzionali (non sono ancora in grado di alimentarsi, ad esempio). Segue questo stadio di sviluppo la forma L2 ed in rari casi L3. Conclusa la fase di sviluppo gli esemplari sono autonomi al 100% e si parla di "prima muta" o "1FH" (per usare una convenzione che si utilizza nell'ambito dell'allevamento). Detto ciò dubito che ti abbiano ceduto un L1, se ha la classica colorazione rosetta, i peli etc. si tratta di un esemplare prima muta (se hai dubbi posta una foto).

In merito alla delicatezza degli sling: In linea generale gli sling di Avicularia hanno una mortalità infantile abbastanza alta (più di altri generi, ma è condizione naturale), i parametri ed il modo in cui si allevano incide, ma c'è sempre la casualità da tenere in considerazione. Ti dico questo non per scoraggiarti ovviamente, ma è bene tenerlo in conto.

Bagno di casa: a mio avviso l'umidità che si sviluppa (faccio un raffronto con i bagni che conosco) è veramente eccessiva. Una doccia calda in pieno inverno satura totalmente l'umidità relativa della stanza. In linea generale in problema sta soprattutto nei forti sbalzi, sia di temperatura che di umidità, che potrebbero scaturirne. Cerca un posto riparato, senza troppa luce che arrivi diretta (anche se, un poco di luce naturale non guasta), e senza vibrazioni.

Microgrilli: è buona norma non lasciare mai prede vive (soprattutto più di una) all'interno del terrario se non vengono consumate, Il rischio che le parti si invertano è alto. Se per ora non mangia lascialo ambientare bene, dopodiché potrai fornirgli una preda.

Leggi bene l'articolo che ti ho postato, risponderà sicuramente a molte delle tue domande. Se hai altri dubbi non esitare a chiedere, esiste una sezione apposita riguardante l'allevamento dei Theraphosidae.

Ottimi suggerimenti! 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.