Jump to content

Ragno insolito o non identificabile


 Share

Recommended Posts

Data: oggi 29/05/2018 tra le 21.30 e le 22.00, tempo sereno ma abbastanza fresco.

Luogo: Abruzzo, Chieti

Posizione: veranda aperta di una casa in centro storico, tra due giardini. Stava scendendo appeso al filo, dalla tettoia che copre la veranda.

Dimensioni: stimate corpo 15mm. 

Veloce a muoversi sul filo ma quando l'ho bloccato sotto un vaso di plastica trasparente è rimasto praticamente immobile, no tanatosi, no posizione di attacco, no ricerca di una via di fuga anche se il vaso non aderiva al bidone lasciando diverse fessure (a differenza per esempio dei Loxosceles che vedo spesso in casa e che reagiscono subito vivacemente). Fino a pochi giorni fa c'era una ragnatela grande in un altro punto del balcone, potrebbe essere lo stesso ragno ma non ho la certezza perché sulla tela lo vedevo in controluce. Ho ipotizzato un normale ragno crociato ma vedo che ha il cefalotorace tendente al grigio, una sola macchia bianca allungata invece del disegno completo, è scuro e le fasce sulle zampe sono molto definite.

2018_06_29-20_20_00_92533.jpg

Pedipalpi grandi con l'estremità nera. Non sono un'esperta e le foto col cellulare non sono un granché, mi scuso. Ragni che vedo di solito in giardino: crociati, pholcus phalangioides, saltatori "v-lineati".

2018_06_29-20_22_14_7cef9.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Ecco un'altra foto più da vicino ma...da tergo.

(Ho sempre un dubbio quando faccio foto in notturna: il flash di un cellulare o di una fotocamera può danneggiare gli occhi di un aracnide, o comunque di un piccolo invertebrato?) 

2018_06_29-20_47_09_ef0eb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per le risposte! Nel frattempo è ricomparsa la ragnatela nelle vicinanze e stavolta ho osservato bene il ragno che c'era sopra...non è lo stesso esemplare, ma ho cercato delle immagini su internet e credo sia la femmina della stessa specie. Zampe e prosoma sui toni dell'arancione invece che scure, addome più voluminoso rispetto all'altro ragno e con due protuberanze che suppongo siano il motivo del nome "angulatus"😋 allego due foto anche se di scarsa qualità... La seconda è di stasera, oggi non si era fatta vedere per niente dopo aver "smontato" la tela ieri in tarda mattinata, nel pomeriggio di oggi c'è stato un fortissimo acquazzone che ha fatto abbassare molto la temperatura, un'oretta fa è scesa al solito posto e si è messa al lavoro.

2018_07_06-20_17_42_7b0b6.jpg

2018_07_06-20_18_23_291fc.jpg

È un genere che non conoscevo, ma a questo punto immagino che fosse presente nel giardino anche gli altri anni e che in precedenza l'avessi semplicemente scambiato per Araneus diadematus (ce ne sono effettivamente alcuni qui, come dicevo nel primo post) senza mai darmi la pena di controllare da vicino la forma e il colore dell'opistosoma. Qualche idea sulla longevità e se d'inverno muoiono oppure si "ibernano"? È possibile che una femmina faccia la ragnatela nella stessa zona per più estati di fila? 

Link to comment
Share on other sites

  • 00xyz00 changed the title to Ragno insolito o non identificabile

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
  • Topics

  • Similar Content

    • By Paolina
      Data: 09/07/2019 - 23:00
      Luogo: Ragusa (RG)
      Posizione/Micro-habitat: Su una bouganvillea
      Dimensione corpo: non rilevate Mai vista una tela così grande! Non è bellissima?! 


      L'ho distrutta tirando un tirante con la testa mentre accendevo una tealight candle 😧 che idiota  mmm?!
    • By Dilly78
      Buongiorno, chiedo il vostro aiuto da totale inesperta per capire chi è l'ingombrante ospite del mio giardino. Di sicuro per voi sarà una banalità riconoscerlo anche se le foto non proprio belle (da cellulare, di notte, vive di fianco a un lampione).
       
      Data: da almeno un mese, quindi da fine luglio/inizio agosto, di giorno (dorme) e di notte (in bella vista al centro dell'enorme ragnatela).
      Luogo: Turate, provincia di Como, città (no montagna né aperta campagna, solo un piccolo giardino).
      Posizione e microhabitat: di giorno dorme accartocciato a poca distanza dalla sua ragnatela, in un incrocio di foglie e rametti del gelsomino. E' attivo la sera, non appena fa buio, quando lo vedo completamente disteso al centro della sua ragnatela. La ragnatela si trova in un punto di non passaggio umano ma di grande passaggio di insetti: infatti, intelligentemente a mio avviso, è tra la fine dei rami di gelsomino sul cancelletto di casa e il lampione del giardino, acceso non appena cala il sole. Perciò il luogo ideale per attirare e catturare insetti.
      Dimensioni del ragno: non sono ancora riuscita a misurarlo con precisione estrema, avvicinarmi troppo mi inquieta un po'. Usando altri riferimenti, la conclusione è che sia circa 20/25 mm di corpo. La tela, se può servire, è sui 500/600 mm.
       
      Altri dettagli: l'unico spostamento che gli ho visto fare sinora è "cuccia per la notte" -> tela. Si muove il minimo indispensabile, ho provato a soffiare lievemente e muove una zampa, quando ho provato a toccare appena la tela non ha mosso un passo. E ha un paio di "cornine" sul dorso.
       
      Grazie!​
       
      Qui rannicchiato di giorno nel gelsomino:

       
      Una foto poco visibile della sua ragnatela:​


      E alcune foto di scarsa qualità che spero possano essere d'aiuto comunque:

      ​​

      ​​


       

    • By Fra-Mar
      Avvistato (da un mio amico che mi ha inviato le foto) in località Piano dell'Occhio (PA), altitudine s.l.m. 600 mt circa
      Leg-span (dimensioni riferitemi) 5 cm (a me pare sovradimensionato, ma potrebbe anche darsi...)
      Trattasi di specie "pericolosa" per gli esseri umani?

    • By @Lumumba
      Intanto buon Natale a tutti.
      Mi sto scervellando su questo ragno.
      Io sarei alla fine dell'opinione che si tratti di Araneus angulatus, ma non ne sono sicuro anche perché non sono riuscito a capire quali sono le differenze da A. circe.
      Inoltre i tubercoli mi paiono particolarmente appuntiti rispetto a quelli di queste due specie, più da Gibbaranea, ma per altri versi non mi paiono affatto afferenti a questo genere.
      Alla fine possiamo accendere Araneus angulatus?
      Grazie

      Sarego (Vi), 190 m, 25 giugno, ore 12.15, giornate soleggiata, temperatura mite
      ragnatela tra i cespugli di un prato in via di inarbustimento
      Bl circa 1 cm



      ​​

      ​​

      ​​


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.