Jump to content

Recommended Posts

Data: 09/10/2016 16:45
Luogo: Parco dell'Inviolata (Guidonia,Roma)
Posizione e microhabitat: tra le rocce, in bosco e con umidità medio-alta (allego foto)

​​

2016_10_10-16_42_20_1fde8.jpg

Dimensioni: 26mm

2016_10_10-16_43_36_f0e7d.jpg

​​

2016_10_10-16_44_01_3f878.jpg

2016_10_10-16_44_37_97c1e.jpg

 

Tutti gli individui trovati sono stati rinvenuti rigorosamente sotto la stessa roccia malgrado un'attenta ricerca in tutta la zona circostante, con l'eccezione di un solo esemplare molto giovane trovato a 1-1,5m di distanza. Naturalmente è stato raccolto un solo individuo.

Grazie mille per l'aiuto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Topics

  • Similar Content

    • By Franz
      Data: 02/06/2020 - 2:00
      Luogo: Rovigo (RO)
      Posizione/Micro-habitat: Tra una libreria e le gambe di un tavolino
      Dimensione corpo: Media (10-20mm) Buonasera,
      Ultimamente ho iniziato a girare di notte per casa, imbattendomi spesso in ragni comuni presenti nelle abitazioni, che riesco a distinguere. Ma in questo caso non riesco a capire se si tratti effettivamente di una vedova nera o di una "falsa" vedova nera. Purtroppo non ho potuto scattare foto avvicinandomi ulteriormente perché si sarebbe rifugiata sotto la libreria dove probabilmente ha il suo "nido".
      Dato che non è presente alcun segno arancione sotto l'addome, ho pensato ad una steatoda grossa, femmina. Qualcuno saprebbe aiutarmi nell'identificazione?
      Non credo di poter scattare foto migliori di questa.
      Sarei anche preoccupato, dato che convivo con una persona anziana. 😰

    • By capo59
      Data: 22/5/2020 - 22:00
      Luogo: Siena (SI)
      Posizione/Micro-habitat: muro camera casa campagna
      Dimensione corpo: Media (10-20mm) Lo so sono monotono ma ne trovo quantità industriali in casa e,  viste le dimensioni, non ho resistito a immortalarlo.
      Naturalmente, per esperienza acquisita sul campo, dico loxosceles rufescens (forse femmina ?)

    • By Giada Pastorino
      Data: 19/5/2020 - 17:00
      Luogo: Milano (MI)
      Posizione/Micro-habitat: terrazzo appartamento vicino a un parco
      Dimensione corpo: Media (10-20mm) Ciao a tutti,
      diversi spidy di quartiere abitano le piante sul mio terrazzo ma questo mi ha lasciato parecchio sorpresa!
      Prima cosa il colore, arancione anzichè grigio, molto più comuni e numerosissimi sul mio palazzo,
      Seconda cosa la dimensione, decisamente più grande rispetto la media che mi è capitato di vedere dal vivo di quella specie o famiglia e calcolata facendo il rapporto con una moneta da 2cent circa (ne ho un'altro di quelle dimensioni ma grigio che si aggira ogni tanto tra le piante, avrei un sacco di aneddoti da raccontare a riguardo ma passiamo oltre).
      Facendo qualche ricerca mi pare di capire che sia della specie Philaeus chrysops, Phil per gli amici dato che sembra anche essere un maschietto ma attendo vostra conferma per entrambe le informazioni.
      Non mi è chiaro quanto possano essere velenosi per gli uomini o animali, i miei gatti mangiano tutto quello che si muove e vorrei evitare corse dal veterinario, anche qui attendo vostre.
      Purtroppo il mio cellulare non mi permette di fare delle foto decenti ma credo che possa essere sufficiente per una identificazione.
      grazie mille in anticipo!
       

    • By knio33
      Data: 12/5/2020 - 15:00
      Luogo: Como (CO)
      Posizione/Micro-habitat: Sulla finestra che affaccia il giardino
      Dimensione corpo: Esigua (meno di 5mm) Ho trovato questo ragno sulla finestra che affaccia al giardino, esso pieno di piante da frutto e non.
      Il ragno continuava a muoversi di continuo ed è stato quasi difficile inquadrarlo per metterlo a fuoco.
      L'ho poi fatto salire su un fazzoletto e appoggiato su una pietra fuori dal giardino.
      Di che ragno si tratta?
      Grazie e buona giornata.



    • By giogio80
      Cari Appassionati e amici,
      e con grande piacere che vi comunico che ho descritto da poco un nuovo genere ed una nuova specie di scorpione appartenente ad una famiglia mai registrata in Italia.
      Sardoscorpius Tropea et Onnis, 2020
      Sardoscorpius troglophilus Tropea et Onnis, 2020
      Tropea G. et Onnis C. 2020. A remarkable discovery of a new scorpion genus and species from Sardinia (Scorpiones: Chactoidea: Belisariidae). Arachnida, 26:3-25.
      Riassunto
      Una straordinaria scoperta nella scorpiofauna italiana è qui presentata con la descrizione di un nuovo genere ed una nuova specie di scorpione dalla Sardegna, Sardoscorpius troglophilus gen. n. et sp. n., conosciuto solo da grotte naturali. Esso è legato all'endogeno genere relitto dei Pirenei, Belisarius Simon, 1879, e inserito nella famiglia Belisariidae Lourenço, 1998 stat. n., la quale è qui elevata allo status di famiglia. Con questa descrizione, un membro dei Belisariidae stat. n. è registrato per la prima volta in Italia. Al momento, la scorpiofauna italiana comprende tre famiglie (Belisariidae stat. n., Buthidae ed Euscorpiidae), cinque generi (Buthus, Alpiscorpius, Euscorpius, Tetratrichobothrius e Sardoscorpius gen. n.) e 23 specie. Il nuovo taxon è il primo e unico genere di scorpione endemico trovato in Italia.
       
       
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.