Jump to content

Arcugnano (VI) - Sceliphron caementarium preda giovane Argiope bruennichi


Recommended Posts

Salve,

mentre facevo un giro per raccattare dati odonatologici ho avuto modo di vedere, per poco tempo, un imenottero che attaccava quello che mi pareva una giovane Argiope bruennichi, la sopraffaceva e poi se la portava via in volo, in località immagino ben distante, perché si è levata in volo ad una grande altezza.

Mi hanno detto che dovrebbe trattarsi di un a Scelipron sp.

Da quello che ho letto nella famiglia Sphecidae di solito non parassitano ragni, ma insetti, mentre di solito sono i Pompilidi a parassitare ragni.

Che esperienze avete a riguardo voi?

Grazie

 

Arcugnano (VI), 40 m, agosto 2013

 

b7m5.jpg

Link to comment
Share on other sites

non ha avuto alcun problema a divincolarsi dalla rangatela? Sì sembra proprio Sceliphron sp. , ti sbagli, parassitano spesso e volentieri i ragni (non so se lo facciano o meno tutte le specie presenti in Italia però), anche qui sul forum, ci sono testimonianze di nidi di queste vespe pieni di ragni... :cop:

Link to comment
Share on other sites

Sì. Predano comunemente Araneidae prelevandoli dal centro della ragnatela, ma anche ragni di altre famiglie. Gli Sceliphron sono Sphecidae specializzati in piccoli ragni (Araneidae, Salticidae, Thomisidae, Philodromidae e altri), ma non sono i soli della famiglia a farlo (anche Chalibion ...).

I Pompilidae di norma predano ragni grandi rispetto a loro (di solito ne basta uno per nutrire la larva) e in questo caso li trasportano necessariamente a piedi e spesso scavano la tana vicino a dove hanno trovato il ragno e non viceversa.

Gli Sceliphron, invece, predano ragni mediopiccoli per due motivi: perché li trasportano in volo e perché li immagazzinano in celle cilindriche di fango secco di diametro relativamente piccolo dove un ragno grosso non entrerebbe. Di solito, in una cella vengono immagazzinati da 3-4 ragni a più di dieci, secondo la grandezza.

Per questo ragni come Argiope e Araneus vengono predati solo allo stadio giovanile, mentre Neoscona adiantha è perfetto e gli Sceliphron spirifex che nidificavano in casa mia in Sardegna catturavano soprattutto quelli..

Non so come fanno a non rimanere intrappolati nella ragnatela. Potrebbero avere qualche sostanza grassa sul corpo che impedisce l'aderenza delle palline vischiose. Comunque, ne ho visto uno predato da un Theridiidae (e i Theridiidae, non a caso, non rientrano quasi mai tra le loro prede).

 

 

P.S.: Complimenti per la bellissima foto!! :worthy:

Link to comment
Share on other sites

Il genere Sceliphron conta due specie principali autoctone: Sceliphron spirifex e Sceliphron destillatorium (più altre meno frequenti), che immagino fossero in equilibrio con le comunità dei ragni.

Del resto, hanno anche i loro parassiti, come Ichneumonidae (Acrorichnus seductor) e Chrisididae

 

Le due specie esotiche attualmente in espansione sono Sceliphron caementarium, che si sovrappone esattamente alla due specie autoctone, ma sembra abbia un successo riproduttivo maggiore, e Sceliphron curvatum, che ha abitudini un po' diverse.

A sensazione personale credo che il primo non minacci tanto i ragni, quanto le due specie autoctone, che tende a soppiantare, mentre l'altro potrebbe effettivamente aumentare la moria di ragni.

 

Comunque, visto quanti figli fanno i ragni, non credo che ci siano rischi.

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.