Jump to content

Sensibilizzare...


Andrea
 Share

Recommended Posts

Quando ho cominciato ad allevare tarantole, ho dovuto far fronte, come tutti voi del resto, alle domande di gente ignorante, esterefatta da una passione così bislacca da sembrare malsana, profondamente innaturale, quasi immorale.

Man mano che assimilavo concetti e cognizioni sul mondo dei ragni, scoprivo che i pregiudizi di cui era vittima la società che mi attorniava, erano davvero infondati. Da quel momento ho pensato che quello schermo di false credenze dovesse essere rimosso, così da consentire ad altre persone oltre a me, di conoscere questo meraviglioso mondo. Occorreva sensibilizzare l'opinione pubblica.

Ho pensato che un modo sarebbe stato quello di organizzare delle mostre esplicative. Prima però occorreva prendere visione di quel che significava una mostra. Sono andato alla fiera di Longarone e ho ritrovato i miei amati ragni all'interno di confezioni strette e antiestetiche, pronti ad essere venduti come carne macellata al supermercato. D'accordo, si trattava di una fiera che come tale si prestava innanzitutto ad esigenze commerciali. Ma a quella fiera c'erano bambini, ragazzi, persone che forse non erano così interessate ad acquistare quantità industriali di oggetti animati, ma semplicemente erano curiosi di vedere una tarantola dal vivo.

L'immagine che ne ricavarono non poteva certo dirsi accattivante, con la conseguenza che il mondo aracnofilo perdeva mille possibili adepti.

Tornato a casa col ricordo di quegli animali sacrificati, si è insidiato in me un proposito: organizzare una serie di mostre atte a suggerire la corretta prospettiva attraverso cui guardare a questo mondo. E questo è l'invito che vorrei rivolgere a voi appassionati.

Organizzate una mostra nel vostro borgo, paese, città. Mettete a disposizione la vostra collezione, allestite il più bello spettacolo che i vostri occhi vorrebbero vedere, fabbricate terrari attrattivi, siate disponibili con chi vi chiede informazioni e lasciate trasparire la vostra passione; spesso, sapete, è più "infettiva" di qualsiasi cosa!.

Andrea.

Link to comment
Share on other sites

ci sto. i miei ospiti a otto zampe sono pochini e ancora piccolini, ma sarei ben contento di dare una mano.

hai perfettamente ragione: la gente condanna in quanto non conosce.

ti racconto un aneddoto: questa estate una ragazzina di quindici anni mi ha accompagnato a prendere la mia piccola bohemei. all'inizio era semplicemente incuriosita, voleva semplicemente vedere il piccolo mostro, sicura che le avrebbe fatto schifo.

poi però, quando si è trovatata di fronte allo sling è stato amore a prima vista: per un'ora di viaggio in macchina ha continuato a ripetere "checcarino!" "cheddolce" e non mi voleva più mollare il terrarietto:)

 

 

sì sono contusioni da pugno. e sì la cosa mi va benissimo. sono illuminato.

Link to comment
Share on other sites

quote:Originally posted by nausea

 

...quando si è trovatata di fronte allo sling è stato amore a prima vista: per un'ora di viaggio in macchina ha continuato a ripetere "checcarino!" "cheddolce" e non mi voleva più mollare il terrarietto:)


id="quote">id="quote">

 

Hehehe, stessa cosa successa a me. Quando sono andato a prendere la mia prima (e per ora unica) grammostola mi ha accompagnato mia sorella. All'inizio aveva paura solo al pensiero di dover vedere il ragno ma durante il viaggio di ritorno in macchina non voleva mollare la scatoletta per paura che il ragno si facesse male traballando in macchina.

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

...anche i miei genitori: aggiungono acqua da bere,danno da mangiare,da non credere.

 

Quanto alla sensibilizzazione del pubblico.

A parole tutti sono schifati e nessuno vorrebbe mai entrare nella camera in cui alleviamo i ragni,ma quando li vedono nei terrari,quando ricevono informazioni sulla loro vita e biologia etc.etc. cominciano ad essere più affascinati che inorriditi.

Mia moglie ad esempio ha imparato a conoscere le tarantole che allevo ed ora mi fa sempre domande su come stanno e se gli ho dato da mangiare etc.,ha le sue preferite e ha assistito con incredibile interesse ed estasi(non scherzo)ad un accoppiamento.

Vedete,questa è l'opera di educazione di cui parlavo nella mail sulla P.metallica.

E certo mostre(non fiere!!!),visite a casa etc.etc. sono una parte integrante di ciò che un allevatore serio che abbia a cuore l'hobby,dovrebbe fare o perlomeno favorire.

Link to comment
Share on other sites

Guest volothar

Pienamente daccordo con quanto detto. Personalmente almeno una ventina di iei conoscenti hanno cambiato più o meno idea dopo aver visto i miei terrari, alcuni di loro ora allevano una tarantola [:D]

L'informazione è la cosa più importante

 

 

*Enrico*

Link to comment
Share on other sites

La mia ragazza quasi sveniva quando gli ho presentato i miei primi serpentini.Quando le ho detto che volevo prendere un ragno,bhe,la nostra coppia stava entrando in crisi[:)]

Ora si vanta con le sue amiche che scappano quando vedono un ragnetto appeso al soffitto...

Mio papà ha invitato penso tutti i suoi amici a vedere i SUOI animali[:D][:D]

Auspico anch'io una maggior informazione e conoscenza.

La mostra mi sembra un ottimo pretesto,purchè fatta con criterio e non come succede in quasi tutte quelle che ho visto,dove erano presentati come animali terrifici..[:D!][:D!]

Aleli

Link to comment
Share on other sites

Guest gabriele

[8]

anche mia madre si coccupa dei miei terrari quando non ci sono, ma solo quelli dei rettili. quello con la grammostola non lo vuole aprire da sola. Comunque la guarda e quando non va qualcosa o lei pensa non vada me lo fa notare. e pensare che quando l'ha vista la prima volta stava per svenire, ma e' comprensibile, ha sempre avuto solo pesci rossi!

[8]

 

 

???

Link to comment
Share on other sites

Guest Vincenzo

Beati voi raga, mia mamma si rifiuta categoricamente di entrare nella mia stanza (ho una grammostola da circa 2 settimane)...e se per sbaglio la vede, apriti cielo! Lo schifo la penetra fino all'osso...non ci crederei neanche vedendola, mia madre che si occupa della mia amichetta...

 

Cmq sono daccordissimo con Andrea per quanto riguarda l'opinione pubblica...se potessi, farei una mostra permanente!!! (certo, possibilmente con qualche ragnetto in più...)

Link to comment
Share on other sites

mi è piaciuta l'idea di ste: non solo mostre ma anche visite a casa. sarebbe interessante organizzare magari una cena ogni tanto che sia anche occasione di discutere dei nostri animali.

 

sì sono contusioni da pugno. e sì la cosa mi va benissimo. sono illuminato.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.