Jump to content

Ragno: fa uno spuntino con se stesso.


Recommended Posts

Ieri mattina, mentre facevo il giro dai ragni, ho visto che la Lycosa tarentula "la VIP" quella bianca. Mangiava qualcosa, ma io non gli avevo dato niente, strano! Guardando meglio aveva il suo arto posteriore destro tra i cheliceri. ;) Un comportamento bizarro, ma se a lui piace. Allora ho pensato che fosse insolito, invece stamattina uno degli altri maschi ha fatto lo stesso, però ha scelto il lato sinistro; forse erano troppe otto zampe e hanno pensato di diminuirle. Eppure hanno cibo e acqua a quantità.

Link to comment
Share on other sites

Strano ma vero, è successo anche alla mia femmina di Lycosa tarentula, deceduta il 22 maggio scorso.

Circa un mesetto prima l'ho ritrovata con un arto in meno, abbandonato fuori dal cunicolo, e dopo qualche giorno ce l'aveva fra i cheliceri... :wub:

Strano ma vero, è stata l'unica cosa che ha mangiato negli ultimi due mesi di vita... ;)

Link to comment
Share on other sites

ecco perchè improvvisamente avevo trovato la mia Hogna radiata con un arto in meno, può darsi che si era comportata allo stesso modo :blush: (deceduta ad aprile) :(

Link to comment
Share on other sites

Suppongo che tale comportamento spontaneo ed istintivo,sia dovuto alla crescente disidratazione e mancanza di nutrimento del ragno che,smettendo comunque di cacciare per l'approssimarsi della conclusione del suo ciclo vitale,trae comunque un pò di sostentamento dalla "propria emolinfa". Non a caso l'automizzazione si verifica anche con esemplari molto disidrati come "extrema ratio" e non necessariamente prossimi alla morte.

Link to comment
Share on other sites

anche a me successe la stessa cosa....però poco prima di morire aveva tutte le zampe....non è che forse anche gli spasmi pre-mortem possono causare il distacco di qualche zampa?

Link to comment
Share on other sites

Concordo con aracnojack in parte, perché entrambi i ragni hanno sempre avuto la ciotola con l'acqua. Vorrei domandare a coloro che ahanno avuto il mio stesso problema, se i loro ragni sono esposti al sole e non a luce artificiale, è importante.

Link to comment
Share on other sites

Concordo con aracnojack in parte, perché entrambi i ragni hanno sempre avuto la ciotola con l'acqua. Vorrei domandare a coloro che ahanno avuto il mio stesso problema, se i loro ragni sono esposti al sole e non a luce artificiale, è importante.

Salvo poche giornate dove la tenevo sul balcone (ho un gatto quindi se non c'ero io a controllarla non potevo tenerla lì ;)), la mia Lycosa è sempre stata esposta a luce artificiale.

Link to comment
Share on other sites

Quando le Lycosa si trovano al sole, tendono a scavare per proteggersi dai raggi del sole, questo non avviene sotto esposizione di luce artificiale (escluse lampade ad infrarossi perché non l'ho provato e non mi piacciono le Lycosa cotte). Le due che avevo, per motivi di tempo e temperature, sotto luce artificiale si sono succhiate un arto. Quindi quando stanno nel loro habitat e con tali condizioni ambientali non hanno problemi. Concludo che la luce artificiale per qualche causa che ancora devo determinare li porti a questi comportamenti.

Link to comment
Share on other sites

Quando le Lycosa si trovano al sole, tendono a scavare per proteggersi dai raggi del sole, questo non avviene sotto esposizione di luce artificiale (escluse lampade ad infrarossi perché non l'ho provato e non mi piacciono le Lycosa cotte). Le due che avevo, per motivi di tempo e temperature, sotto luce artificiale si sono succhiate un arto. Quindi quando stanno nel loro habitat e con tali condizioni ambientali non hanno problemi. Concludo che la luce artificiale per qualche causa che ancora devo determinare li porti a questi comportamenti.

Beh, però posso dirti che la mia Lycosa iniziò a scavare tranquillamente pur essendo esposta esclusivamente a luce artificiale.

Insomma, non ritengo che il tipo di luce possa influire sulla costruzione del cunicolo o meno, sulla faccenda dell'arto mangiato invece, l'unica certezza che ho è che è successo nella parte finale del proprio ciclo vitale.

Link to comment
Share on other sites

io quando ho allevato le hogna radiata ho avuto lo stesso problema, e notando che gli arti che venivano staccati erano sempre quelli di dietro ho notato che se li ferivano. in certi periodi ,specialmente in estate (presumo per volersi accoppiare) non facevano altro che cercare di uscire e cosi facendo si facevano delle ferite negli arti specialmente i posteriori e poi li staccavano e li mangiavano , quindi io penso che il motivo potesse essere quello...... però accadeva piu spesso nel periodo finale della loro vita (dopo alcuni mesi dal ultima muta)quindi non sono proprio sicuro di ciò che scrivo :lol: io pensavo anche allo stress ma anche questa e solo un ipotesi

 

(comunque so per certo che gli arti che si staccavano avevano delle piccole o grandi ferite nella parte finale dell'arto, provacati da cadute nel tentativo di arrampicarsi )

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Volevo aggiungere la mia esperienza. La mia Zoropsis spinimana dopo 5 cocoon deposti (4 andati a buon fine e l'ultimo in attesa) si è privata in 2 zampe della parte terminale (il tarso), e le sue capacità arrampicatorie sono un po' diminuite. Ho notato che i ragni portano spesso le zampe alla bocca per effettuare operazioni di "manutenzione", potrebbe darsi che il ragno, oramai anziano, sbagli queste operazioni (non chiedetemi come, forse solo per il fatto che diventa un po' "rinco") tranciandosi via una parte dell'arto...ovviamente tutto ciò non ha nulla di scientifico e tutto può essere

Link to comment
Share on other sites

potrebbe darsi che il ragno, oramai anziano, sbagli queste operazioni (non chiedetemi come, forse solo per il fatto che diventa un po' "rinco") tranciandosi via una parte dell'arto...

 

Assolutamente da escludere.

Link to comment
Share on other sites

Perchè il concetto di " rimbambimento " e mi si passi il neologismo , non è applicabile ad un artropode.Diverso sarebbe se parlassimo di un mammifero,ma anche qui bisognerebbe fare mille distinzioni.

E' tipico di molti aracnidi a fine ciclo vitale o comunque in fase di forte disidratazione e stress,automizzarsi uno o più arti.E' un comportamento istintivo e implicitamente voluto,e non quindi dovuto al caso.

Link to comment
Share on other sites

Penso di aver capito...anche se avrei qualcosa da dire riguardo il concetto di "rimbambimento" (un deterioramento a livello di sistema nervoso centrale può interessare anche gli artropodi...penso sia abbastanza complesso per permettere la formazione di comportamenti anomali)

 

Comunque l'automizzazione, se è istintiva come dici tu ha un senso...(e mi fido in quento io di esperienza con i ragni non è ho molta) diminuisce i costi di mantenimento dell'animale per via della (o delle) zampa in meno, e da anche una fonte di nutrimento e liquidi...? Quindi allunga la durata della vita dell'aracnide? Nel senso che un ragno con una zampa in meno e che si è mangiato una zampa può vivere per più tempo e quindi aumentare le chance di riproduzione? O sono altri i motivi? (comunque che ci guadagna uno zoropsis a mangiarsi il tarso..è inconsistente! almeno scelga bene! Un bel cosciotto! :rolleyes: )

 

comunque a volte la mia fantasia supera di molto la ragione...chiedo perdono

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.