Jump to content

stalibero

Utenti
  • Content count

    60
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by stalibero

  1. Infatti è possibile che possa essere una reazione molto comune anche a più famiglie in caso di grande stress,pensa solo che quel poveretto si è visto: -prelevare da un mostro zannuto che lo teneva fermo tra i denti; -depositare dopo vari sballottamenti di nuovo a terra(sul letto)e molestato sempre dal suddetto mostro ma stavolta con artigli appuntiti; -prelevato nuovamente nella mano calda e morbida di un mostro ancora più gigantesco del primo che lo ha poi deposto su di un foglio di carta e finalmente ridepositato nel suo habitat dopo altri sballottamenti. Tutto questo deve risultare molto stressante anche per una creatura con un sistema nervoso "primitivo". Io al suo posto sarei corso da Giletti a dire di essere stato vittima di ripetute abduction..a quest'ora sarei ospite fisso a pomeriggio 5 con tre libri alle spalle! Però...mica male...mi sa che ci faccio un pensiero
  2. Riferendomi all'osservazione di Darko,anche io ho potuto vedere personalmente un esemplare di Zoropsis spinimana mettere in atto la tanatosi. E' accaduto una volta,mentre guardavo un film,che il gatto saltasse sul letto per poi inziare a giocherellare vicino alla mia schiena.Mi si sono rizzate le antenne avendo intuito che avesse portato qualcosa sul letto e ho allungato la mano senza guardare ritrovandomi in mano un bell'esemplare di 1cm circa di corpo,tutto raggomitolato ed immobile.Ho notato che restava così anche mentre il gatto ci giocherellava.Una volta liberato fuori casa,si è rimesso in piedi e via a zampe levate! Ben diversa la reazione di una piccola Hogna radiata di mezzo centimetro di corpo circa che si è messa in posizione terrifica e tentava di mordere il gatto sul naso appena questo cercava di annusarla...credo di ricordare fosse un maschio errante così come il malcapitato zoropside.
  3. Mah,dipende..i più chic a Courmayeur,i nostalgici dei ruggenti anni '80 e di Calà a Cortina mentre i poveracci a casa a mangiare castagne bollite davanti al camino!
  4. stalibero

    Brindisi (BR) - Steatoda grossa

    O triangulosa? In ogni caso innocuo!
  5. Dimensioni della mantide piuttosto ridotte,2cm di lunghezza per 2cm di altezza. La deposizione è avvenuta sulle mura esterne di un condominio,Bologna pomeriggio circa 22°C temperatura esterna. L'aspetto del materiale deposto era schiumoso,presumo che successivamente si indurirà.La posizione è strana,era vicina al portone di ingresso di un palazzo a circa 50cm dal terreno.La massiccia presenza di formiche e ragni di varie famiglie potrebbe essere un problema,o almeno credo. Prima volta che assito alla deposizione di una mantide in vita mia
  6. stalibero

    Angera (VA) - Steatoda triangulosa

    Il ragno in foto a me sembra Steatoda grossa,il sesso non riesco a stabilirlo. Improbabile che in giro ci sia il papà! Per quanto riguarda il pomfo sul braccio non posso esprimermi,non sono esperto.So solo che se è un morso di ragno si dovrebbero notare 2 puntini rossi a distanza di qualche millimetro l'uno dall'altro,altrimenti dovrebbe trattarsi di puntura di altro insetto. Per concludere,il genere Steatoda non è generalmente ritenuto pericoloso per l'uomo. Però un salto dal medico male non fa...
  7. Considerazione di carattere strettamente personale: a parte la palese incongruità tra la detenzione di Loxosceles rufescens e le raccomandazioni con relativa lista contenuta all'interno della legge 213 del 2003,compilata proprio da personale di Aracnofilia,ritengo questo "esperimento" più un esercizio di sadica che di scientifica curiosità. Pur non essendo un biologo né tantomento un entomologo,usando la logica credo si sia trattato di un allestimento di una situazione difficilmente riscontrabile in natura,dove sarebbe stato molto probabile che il piccolo Scytodes anziché morire di stenti o avvicinarsi a predatori grandi dieci volte tanto,si sarebbe limitato a girare alla larga e predare insetti a lui più congeniali. In questo caso era ovvio per chiunque che delle due l'una:Scytodes morto ammazzato o morto di fame.Tuttalpiù si avrebbe avuto una predazione dello sling di Loxosceles con successiva morte per predazione del Scytodes da parte di uno dei Loxosceles più grandi finalmente resi aggressivi dalla fame.In ogni caso nulla che aggiunga o tolga niente di già noto riguardo le due specie in osservazione. Tanto varrebbe chiamare "esperimento" il gettare una iena nella fossa dei leoni per poi vedere cosa succede.Gli antichi romani nelle arene si divertivano un sacco a fare cose del genere ma loro con meno ipocrisia e più cinismo li chiamavano "giochi",almeno,dato che la curiosità che spingeva il pubblico ad osservare divertito era la medesima che ha spinto i vari osservatori ad attendere la fine del malcapitato di turno. Esperimento riuscito in pieno. Folla gaudente e pani lanciati sugli spalti in gran quantità!
  8. stalibero

    Pistoia (PT) - Tegenaria parietina

    Nonostante non sia possibile identificare con precisione il ragno ritratto in foto data la scarsa qualità delle stesse,a me sembra di riconoscere un maschio di Loxosceles rufescens..
  9. Grazie elleelle! A questo punto approfondisco con ulteriori due domande:sono aggressive come le vespe e i calabroni? Riguardo al veleno è simile a quello delle api nostrane?
  10. Nessuno che abbia un'idea??Non vi nascondo che sono curioso,non ho mai visto insetti simili...
  11. stalibero

    Roma (RM) - Scytodes sp.

    Scytodes direi thoracica,non ti preoccupare e soprattutto augurati di vederne molti in giro per casa dato che sono soliti predare ragni violino e,più in generale,aiutano a tenere pulita la casa da insetti infestanti. Io ne trovo spesso in casa mia,di solito nel bagno e se sono nel piatto doccia li prelevo e li metto al sicuro dai gatti spingendoli con un foglio di carta igienica direttamente sotto il primo mobile che mi capita a tiro.
  12. stalibero

    Scolopendre

    E mio cognato è finito mangiato da un Tremor Morale:adotta un coniglietto nano.
  13. stalibero

    Pisa (PI) - Pardosa sp.

    Mi sembra una Zoropsis spinimana femmina con ovisacco,l'esemplare ritratto in foto.
  14. stalibero

    Scytodes Thoracica in candeggina

    Scrivo in questa sezione per un evento curioso capitatomi di recente con protagonista uno sventurato esemplare di Scytodes Thoracica. Stavo preparando la lavatrice e,nel togliere uno dei fazzoletti "acchiappacolore"(l'ho messo in corsivo perchè è un nome scientifico)dall'alloggiamento per il detersivo,è letteralmente saltato fuori da quest'ultimo un esemplare di ragno sputatore.Nel tentativo di salvarlo e metterlo a terra,l'ho fatto saltare di nuovo ma questa volta il poveretto ha deciso di tuffarsi direttamente nella vaschetta della candeggina. Ho pensato che sarebbe annegato all'istante perciò mi sono preso qualche secondo per osservarlo.Però ho notato che si muoveva ancora e pareva vivo perciò ho tolto la vaschetta dalla lavatrice ed ho svuotato il tutto nel lavandino. A quel punto il ragnetto era adagiato scomposto a fondo vaschetta e,dandolo nuovamente per morto imputando i movimenti di poco prima a spasmi da soffocamento,ho ripreso il fazzolettino "acchiappacolore" per rimuoverlo. Ma con mia grande sorpresa il ragno era ancora vivo e vispo.Si è aggrappato subito al tessuto così,dopo vari tentativi dato che non voleva saperne di mollare la presa,sono riuscito a metterlo in salvo prima a terra poi a indirizzarlo sotto ad un mobiletto per metterlo fuori dalla portata dei miei gatti. La cosa mi ha incuriosito molto dato che i ragni non dovrebbero annegare all'istante se immersi in un liquido? Mi è rimasto però il dubbio che possa non essere sopravvissuto comunque data l'aggressività della candeggina e la mia impossibilità di risciacquarlo mi dispiacerebbe perchè mi tengo sempre cari gli Scytodes Thoracica/Velutina e le varie Scutigere che incontro! Qualcuno saprebbe spiegare la resistenza dimostrata dal povero sventurato ad un bagno acido di mezzo minuto?Va detto che si trattava di "ACE Gentile" eh... Grazie!
  15. stalibero

    Ragusa (RG) - Phlegra bresnieri

    Bene,una cosa in meno di cui preoccuparsi!Certo,il salticidae del video di youtube era impressionante lo stesso anche se a questo punto è molto probabile che possedesse un veleno altamente specializzato. Caso molto interessante,vale la pena di essere approfondito e magari divulgato!Non avrei mai immaginato che questa famiglia arrivasse a tanto
  16. stalibero

    Ragusa (RG) - Phlegra bresnieri

    Ma,quindi,scusate la mia ignoranza:i salticidi più grossi possono avere un veleno con qualche rilevanza medica? Se no non mi spiego come facciano ad uccidere prede così grandi rispetto alla loro mole..
  17. Inizialmente pensavo di non replicare più e lasciar perdere ma poi non mi è parso corretto. Mi spiego:concordo con te su tutta la linea e mi rendo conto di aver frainteso.Mi ero fissato sulla semantica,sul fatto che tu definissi non scientifico l'aver ipotizzato una schiusa di ovisacco,cosa invece scientificamente reale e documentata. Ma in realtà tu hai giustamente definito non scientifico non il fatto di aver tentato di dare risposta a maria con l'ipotesi di un evento naturale e ben documentato ma che l'evento stesso non potesse spiegare l'avvenimento così come è stato riportato!! Ed effettivamente ci sta,è così.Pareva una cosa azzardata anche a me ma è l'unica cosa che mi è venuta in mente... mi scuso per essermi fatto prendere in un momento di giramento di balle..se qualcuno ha ore di ferie da devolvere in beneficenza le accetto volentieri!
  18. Abbiamo in sostanza detto la stessa cosa,ho solo avanzato un'ipotesi così come l'ha avanzata fede cercandola tra gli avvenimenti più probabili che potessero spiegare l'evento descritto da Maria.Non ho mai scritto che doveva aver visto Spiderman e Venom darsele di santa ragione su e giù per le ante di un armadio! Mi sono tenuto con i piedi per terra e,razionalmente,la cosa che mi è venuta in mente per prima è stata una schiusa.Non sono un entomologo né ho mai scritto di esserlo.Stesso discorso per quanto riguarda le mie competenze in materia che non ho mai millantato di avere,anzi,leggiti qualche mio post e vedrai quanto me la tiro!Inoltre data la mancanza di dettagli utili e data la descrizione dell'evento che è successo molti anni fa,anche io come te ho insistito tanto sulla distorsione del ricordo. La tua spiegazione è stata sicuramente molto più puntuale e scientifica della mia ma la prossima volta prenditi qualche minuto in più per capire il senso di quello che altri hanno scritto prima di te. In ogni caso interessante l'esposizione sui vari tipi di comportamento degli sling a seconda delle specie(soprattutto Zoropsis che capita spesso di trovare in casa)!
  19. Non saprei proprio indirizzarti,personalmente ho la deformazione di andare a memoria per le identificazioni altrimenti mi sembra di barare! Quindi su internet cerco poco,magari Elleelle o Fede ti sapranno dare qualche dritta utile. Intendevo che quando vediamo qualcosa di strano o che ci sembra tale in quanto nuovo evento che genera quindi una certa emotività,tendiamo ad avere ricordi esagerati dettati proprio dall'emotività scatenata dall'evento..la mia ragazza è aracnofobica e anche le sue amiche lo sono.Per loro un Zoropsidae o una Hogna di 3cm di LS sono già delle migali e quando raccontano quello che hanno visto sembra che parlino di Godzilla! Idem un mio collega convinto di aver trovato in giardino un ragno grosso come un granchio,rosso acceso,tutto rannicchiato al centro di una tela gigantesca...intendevo questo tipo di distorsione! Personalmente ho incontrato solo una volta nella vita un ragno veramente grosso:una Tegenaria Parietina maschio di LS 8cm! E già è stato brutto..sul forum ho letto che se ne possono trovare di così grossi ma più raramente anche di Segestria Florentina ma spero di non aver mai il piacere perché quello sì che è brutto forte...
  20. Sì era chiaro,ho solo voluto dire che il tipo di elaborazione del ricordo è stato simile,a mio avviso...beata te che li ritieni affascinanti!!
  21. Parrebbe proprio lui,direi innocuo no?Di ragni europei ne so zero!
  22. Ciao,vorrei risponderti mantenendomi nell'ambito strettamente scientifico e lasciando perdere tutte le considerazioni circa gli aspetti più marcatamente emotivi. La cosa più probabile è che tu sia incappata in un evento raro da osservare in natura e che farebbe invidia a molti appassionati:la schiusa spontanea di un ovisacco con relativa dispersione degli sling appena nati.Dal colore che riporti e della posizione che indichi azzardo affermando che potrebbero essere stati giovani esemplari di Steatoda intenti a disperdersi come accade solitamente in natura. La mattina seguente,ancora scossa dalla peculiarità dell'evento a cui avevi assistito la sera precedente,ti sei messa a frugare l'armadio causando la ritirata in un nascondiglio sicuro della madre e magari non esaminando proprio il centimetro quadrato dove si trovavano i resti dell'ovisacco che poteva benissimo essere stato fissato alla tela dietro un angolo ben nascosto della struttura di legno del mobile. L'emotività,la stanchezza e la novità dell'evento hanno poi giocato il resto della partita distorcendone il ricordo. Succede proprio questo quando un aracnofobico avvista un normale Pholcidae e racconta di aver visto un ragno enorme con zampe lunghissime! Se secondo qualcuno dei più esperti ho scritto inesattezze spero vorrà correggermi,intanto mi auguro di esserti stato d'aiuto.
  23. Coincidenza anch'io ho passato le ferie in Scozia,più o meno nelle stesse zone che hai visitato tu. Una sera,controllando il cottage che avevamo affittato,ho notato e tentato di fotografare(con poca fortuna visti i miei scarsi mezzi)per identificarlo,lo stesso tipo di ragno.Una volta escluso che potesse trattarsi di Loxosceles Rufescens ho lasciato perdere il tutto. Era sera dopo le 22 e se ne stava sul soffitto della cucina sulla sua piccola tela.Si muoveva veloce se disturbato ma non appariva aggressivo.La tela era di dimensioni ridotte e disordinata.Il cottage era immerso nel verde quindi umidità e basse temperature non mancavano.La zona era poco fuori Invergarry.Il mattino seguente ne ho notato un altro sul soffitto del bagno. Sulla strada verso Culloden ne ho notati parecchi appesi ad estese ragnatele ravvicinate proprio davanti al display dei una pompa di benzina quindi deve trattarsi di una specie autoctona e piuttosto comune nelle Highlands. Sono curioso anch'io di sapere a che famiglia appartengano questi piccoli ragni(gli esemplari che ho avvistato non superavano il centimetro di LS)! Esperti fatevi sotto
  24. Grazie Mattia,purtroppo non dispongo di foto migliori, non sono attrezzato per le macro e col cellulare sono già stato bravo!Mentre il corpo del reato è già stato smaltito nella,da e per la natura!
  25. Luogo: Suviana 600m sul livello del mare Microhabitat:Camera da letto casa poco frequentata,già morto appeso ad una tela ai piedi del comodino Dimensioni: 2cm LS Vi scrivo perché ho il sospetto di essermi imbattuto nel mio primo violino, maschio.I colori e la lucentezza del dorso mi fanno pensare ad uno Scotopheus ma l'addome mi ricorda molto Loxosceles,scusate il non corsivo ma sono da cellulare! Grazie
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.