Jump to content

identificazione ragno


Recommended Posts

Ciao a tutti,

ho trovato questo ragno in giardino, in un paese di collina nel Lazio. E' grande circa 6 centimetri comprese le zampe ed è molto scuro, quasi nero. Non ha la ragnatela ed è piuttosto veloce.

Sapete dirmi che ragno è? Sono sempre stata aracnofoba, ma anche molto curiosa sui ragni.. (ovviamente la foto non l'ho fatta io, avrei dovuto avvicinarmi troppo!!!)

Grazie!

 

 

 

 

foto

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo la foto si vede piccolina!vista da qui e azzardando molto direi Gnaphosidae ma in questo caso sarebbe meglio avere una foto dove si vedano meglio i pedipalpi.aspettiamo i saggi.

Link to comment
Share on other sites

Presumo femmina adulta (mi pare di non intravedere ingrossamenti sui palpi) di Segestria florentina.. :(

 

L'unico dubbio che ho riguarda il fatto che i chelicheri non siano verdi (prerogativa delle femmine, a leggere la scheda), ed effettivamente i palpi non sono visibili.

 

Dove l'hai trovato di preciso?

Link to comment
Share on other sites

grazie per le risposte!

l'ho trovato sul mio terrazzo (piano terra). E' un paese di campagna, ci sono molti ragni, soprattutto tegenarie da quanto ho imparato su questo sito. Questo l'ho fatto fotografare perché, anche se non ne capisco molto, ho visto che era diverso. Stava sul muro, ma ranicchiato in un angolo, senza ragnatela. Per farlo allargare è caduto e poi ha cominciato a correre e si è fermato dove abbiamo fatto la foto, sul pavimento del giardino.

 

provo ad inserire una foto più grande, ma prima non ci sono riuscita.. sono negata per queste cose.

 

foto più grande

Link to comment
Share on other sites

Stava sul muro, ma ranicchiato in un angolo, senza ragnatela.

 

Segestria florentina è un ragno che vive nella sua caratteristica tana a imbuto... Quando viene ritrovato al di fuori di essa, di solito i casi son due: o è un maschio errante in cerca della femmina, oppure è una femmina matura alla fine del suo ciclo vitale (dopo la deposizione).. Poi per carità, potrebbe aver abbandonato la tana in seguito a qualche disturbo esterno.

 

Comunque leggiti la scheda sul sito statico, è veramente ben fatta: SCHEDA SEGESTRIA FLORENTINA

 

Ora il ragno l'hai catturato o è ancora sul pavimento in giardino? :(

Link to comment
Share on other sites

mamma mia che castronata che ho sparato!abbiate pietà di me,ma mi sono fatto ingannare dalla foto piccola e dal color nero lucido senza soffermarmi sulle dimensioni!scusate ancora!

Link to comment
Share on other sites

è scappato!!

mi sono distratta un po' e non l'ho più trovato.. la cosa non mi piace affatto!! non l'avrei ucciso, ma allontanato il più possibile dalle finestre di casa sì!

ho guardato la scheda della segestria fiorentina. Sicuramente rispetto ai ragni delle altre schede è quello più simile al mio.. però il mio non era così lucido e liscio, me lo ricordo più peloso e ciccione.. simile ad altri ragni che ho visto sempre senza ragnatela per terra in campagna, ma più scuro. comunque non mi sono avvicinata molto.. quindi potrei sbagliarmi. nella foto in effetti le zampe sono lucide..

Link to comment
Share on other sites

Ciao The Reaper! :huh: credo anch'io che sia una femmina anche se non si notano i palpi dalla foto.

Non è provato, ma io ho notato uno strano fenomeno in Segestria florentina.. ho raccolto vari ragni di questa specie e li ho osservati, sia di sesso maschile che femminile. Molte femmine, le più "in forma" possedevano i caratteristici riflessi verdi sui cheliceri. Però questi ultimi delle le femmine a mio parere più anziane o malnutrite e malconce, non presentavano questa colorazione. E' un fatto strano. Penso che vari soprattutto in base al regime alimentare del ragno, infatti tutte le femmine con opistosoma di ridotte dimensioni non presentavano i riflessi verdi, ma totalmente neri. Io non lo ho segnalato prima per poca convinzione ma ora ho deciso di parlarne. Fatemi sapere che ne pensate.

 

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Ciao The Reaper! :lol: credo anch'io che sia una femmina anche se non si notano i palpi dalla foto.

Non è provato, ma io ho notato uno strano fenomeno in Segestria florentina.. ho raccolto vari ragni di questa specie e li ho osservati, sia di sesso maschile che femminile. Molte femmine, le più "in forma" possedevano i caratteristici riflessi verdi sui cheliceri. Però questi ultimi delle le femmine a mio parere più anziane o malnutrite e malconce, non presentavano questa colorazione. E' un fatto strano. Penso che vari soprattutto in base al regime alimentare del ragno, infatti tutte le femmine con opistosoma di ridotte dimensioni non presentavano i riflessi verdi, ma totalmente neri. Io non lo ho segnalato prima per poca convinzione ma ora ho deciso di parlarne. Fatemi sapere che ne pensate.

 

Ciao!

 

Cavolo ti smentisco proprio io.... :blush:

La mia, adulta, trovata a giugno, morta qualche giorno dopo (opistosoma ridottissimo e fine del ciclo vitale, uccideva ma non mangiava), aveva i chelicheri chiaramente verde smeraldo... E stessa situazione la presentava quella trovata da Oolong...

 

Comunque è quindi possibile che le femmine non abbian i chelicheri verdi, leggendo la tua segnalazione. Perché sulla scheda del sito statico sembrava impostata come caratteristica sempre presente. Riporto qua: "i cheliceri sono pronunciati e sporgenti, di colore verde-violaceo con riflessi metallici".

Per quello che ho avuto qualche dubbio di troppo (oltre alla faccenda pedipalpi) sull'assegnare il sesso all'esemplare di questo topic. :huh:

 

Non ho però ben capito se la colorazione dei chelicheri, negli esemplari adulti di cui mi parli, si modificava nel tempo.

Ti spiego: è successo che le femmine adulte e pasciute che allevavi avessero i chelicheri verdi e poi da "anziane" siano diventati neri, oppure che tu abbia trovato delle "anziane" con chelicheri neri e delle adulte pasciute con chelicheri verdi? Non so se mi son spiegato ma spero di si :D

Link to comment
Share on other sites

è successo che le femmine adulte e pasciute che allevavi avessero i chelicheri verdi e poi da "anziane" siano diventati neri, oppure che tu abbia trovato delle "anziane" con chelicheri neri e delle adulte pasciute con chelicheri verdi? Non so se mi son spiegato ma spero di si :lol:

 

Diciamo tutti e due i casi.. ho anche notato nella mia S. florentina che i cheliceri verdi erano verdi a periodi.. dopo un periodo di digiuno (perchè sono stato lontano da casa) e anche dopo la deposizione del cocoon ho notato che i cheliceri non possedevano più i caratteristici riflessi verdi..

 

Non so Pier perchè la tua avesse ancora i riflessi.. in effetti contrasta in pieno con la mia esposizione..

Mi ricordo che tanto tempo fa, agli inizi della mia passione aracnofila, trovai unì'altra S. florentina adulta e bella grande.. notai che i suoi cheliceri erano neri e pensai che fosse un maschio ma poi notai che non possedeva i palpi ingrossati.. inconsciamente misi questo esemplare con una femmina della stessa specie perchè convinto ancora che fosse un maschio.. I due non si piacevano affatto.. infatti cominciarono a rincorrersi per il terrario.. :huh: brutta esperienza ma ne uscirono tutti e due illesi.. questa penso che fu la prova che era S. florentina femmina adulta...

 

La cosa si fa più complicata.. forse, poichè tu mi dici che la tua aveva ancora i riflessi, la colorazione varia non in base all'età o alimentazione..

Anzi.. pensandoci bene, la mia che era sana e non a fine ciclo vitale, in periodi di mancanza di cibo non presentava riflessi perche magari la variazione è legata all'appetito.. invece la tua essendo a fine ciclo vitale aveva sì l'opistosoma sgonfio, ma si vede anche che non era affamata e quindi la colorazione verde non svaniva..

 

Queste sono solo supposizioni che sfiorano la fantascienza-fanta aracnofilia che dir si voglia...

 

Mah.. :blush:

Link to comment
Share on other sites

Ok, quindi secondo l'esperienza di Henry, si riscontrerebbe un cambiamento cromatico non permanente (da nero a verde smeraldo e viceversa) in esemplari di Segestria florentina.

Le cause di ciò sono al momento ignote, però a questo punto mi verrebbe da pensare che la colorazione dei chelicheri possa essere intesa più come "segnalatore" che come " caratteristica" nell'esemplare, ovvero che il cambiamento cromatico serva a indicare qualcosa, anche se non si sa bene cosa.

C'è anche da dire che in altri esemplari suppongo non ci sian state queste variazioni cromatiche, sia che essi presentassero chelicheri verdi, sia che li presentassero neri.

Comunque si potrebbe iniziare a affermare che Segestria florentina, adulta e femmina, può presentare anche chelicheri di colorazione nera.

 

Il mistero si infittisce.. :huh:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.