Jump to content

Neofita : Help!


Guest Odette
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti! :)

Sono una grandissima appassionata di tutto ciò ce riguarda la natura , ho molta esperienza con animali di diverse tipologie tra cui , a sangue freddo , la mia attuale anaconda gialla( :( ) dalla quale stò imparando davvero tanto... Ora mi vorrei avvicinare al mondo affascinante degli aracnidi e vorrei acquistare un Heurypelma , specificamente l'Heurypelma lividum , ma prima attrezzarmi (ovviamente ) di tutto cio che essa necessiterà .Purtroppo non sono riuscita a trovare molto materiale in rete sulla gestione specifica di questo animale ed essendo velenoso sugli antidoti e soprattutto la prevenzione ( dal maneggiamento alle tecniche )del morso o di fughe. Inoltre volendo allestire io stessa il terrario sarei felice di ricevere qualche informazione sull'illuminazione ( Es. richiede lampade UV ?Come vanno posizionate all'interno del terrario?) e su cosa porre attenzione al momento dell'acquisto.

Grazie! :lol:

Odette :(

Link to comment
Share on other sites

Benvenuta Eva! :(

 

Heuripelma non esiste, forse Eurypelma (da tempo decaduto, mi pare per sinonimia con Avicularia e/o Aphonopelma)... Probabilmente volevi dire Haplopelma lividum.

Diciamo che hai scelto forse uno dei peggiori ragni per cominciare! H. lividum è un Aracnide molto aggressivo non adatto a chi non abbia mai avuto ragni prima. Voglio dire... che se non sai come mettere una UV in un terrario per ragni (cosa che poi, tra l'altro, NON SI FA! non sono serpenti) non è il caso che ti avvicini alle Haplopelma!! Infine esiste una legge (la 213/03) che al momento "vieta" l'acquisizione di ragni pericolosi e, pur in mancanza di una lista (in allestimento - uscirà entro la fine dell'anno-) quello che indichi è sicuramente un esemplare borderline.

 

Come primo consiglio ti direi di scendere su ragni più tranquilli (tipo Grammostola, Brachypelma o al limite Lasiodora), per poi passare in seguito a ragni più difficili, quando avrai imparato a gestirli, cosa che si apprende SOLO ED ESCLUSIVAMENTE con la pratica...

 

Matteo

Link to comment
Share on other sites

Grazie per l’immediata risposta , essendo ancora in rete posso rispondere di mia volta.

Appunto a causa del famoso decreto non era certa della possibilità di acquisire secondo la legge tale specie , cmq… :lol: Ti ringrazio per l’avvertimento( o meglio "lavata di testa"!) riguardante la difficoltà dell’animale di cui sono consapevole , ma essendo interessata specificamente a questa specie ( e inoltre essendo abituata a maneggiare animali di tutti i tipi , di cui alcuni di indubbia difficoltà caratteriale) sono sicura di poter offrire le migliori condizioni ambientali , che è già una garanzia visti i tanti “bulli” ( :) ) che comprano animali solo per soddisfare la loro vanità non curandosene minimamente e ignorandone le psicologie , comunque se vorrai farmi usufruire delle tue conoscenze per crescere al meglio questo animale ne sarò più che lieta e spero di poter un giorno raccontarti la mia esperienza Fatevi sentire in tanti

P.s.

Per quanto riguarda il nome ,io la conoscevo come Haplopelma Livydum , ma ,leggendo una discussione sul forum ho fatto confusione !!! :(

-Le lampade UV sono necessarie a molti animali tropicali condannati alla cattività , quindi credo sia una domanda lecita visto che il simpatico ragnetto appartiene a un’ Area geografica assolutamente tropicale! :)

- Ciaoooooo!!! A piu tardi… :(

Link to comment
Share on other sites

http://forum.aracnofilia.org/index.php?showtopic=306

 

Qui sopra trovi una scheda indicativa, ma se mi ascolti, prima prendi la mano con altri ragni più tranquilli. Il fatto che tu sappia maneggiare un serpente non significa affatto che tu possa fare lo stesso con un ragno (specie al primo colpo)! Un morso di H. lividum fa davvero molto male. :(

Link to comment
Share on other sites

Benvenuta Eva!

 

Mi associo a quanto ti dice Matteo. Il fatto che tu abbia mantenuto tanti animali tropicali non cambia le cose: se non sei pratica di ragni, una Haplopelma può darti problemi.

Ogni animale ha le sue esigenze, le sue difficoltà, le sue peculiarità... Per animali tropicali si può spaziare dall'anaconda all'insetto stecco, e non sono esattamente la stessa cosa per quato riguarda l'allevamento in cattività... Bisogna informarsi bene prima di allevare qualsiasi cosa, senza problemi ne per te ne per l'animale. Il fatto che tu chiedi della lampada UV dimostra che, per quanti animali tu possa avere allevato, non sei molto pratica di aracnidi (in senso "buono"...), che sono in genere animali lucifugi e notturni a prescindere dal luogo di provenienza... Non è solo questione di mantenere i valori ambientali... ci vuole anche un po' di "occhio" che si fa solo con il tempo...

Link to comment
Share on other sites

Dice bene Matteus!!!

Aver allevato moltissimi animali (esotici o no) non vuol dire saper gestire qualsiasi animale.

Un'anaconda è diversa da un camaleonte, da un ragno o da un criceto.

Aver portato per 10 anni una 500 non vuol dire che si può passare ad una Porsche senza alcun problema.

Immagina che per ogni ragno ci vuole un certa esperienza e praticità.

Ci sono ragni arboricoli, terricoli e scavatori ed ognuno di questi ha delle caratteristiche precise e su ognuno di questi bisogna andare a svillupare una certa tecnica di allevamento e di "manutenzione".

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

Giustissimo tutto quello che hanno detto fin'ora.

Appena sarà uscita la lista integrativa che autorizzerà l'acquisto di Aracnidi parti con una Grammostola che ti saprà dare comunque grandi soddisfazioni, il tutto dopo esserti documentata accuratamente sul terrario, il cibo, il riscaldamento e via seguitando.

 

PS:

Benvenuta Eva!

(Nei prossimi messaggi potresti scrivere con i caratteri normali in nero, ho ancora gli occhi che mi lacrimano :( ). Grazie! :lol:

Link to comment
Share on other sites

Eva posso dirti con una certezza che le grammostole sono stupende...hanno dei colori troppo belli...nemeno io pensavo che potessero esser così carine!!!

Consigliatissima come primo ragno!

Fa la sua figura, è molto docile e non pretende molte cure particolari!

Link to comment
Share on other sites

Ciao ! Ho ricevuto la mail di risposta al mio forum ma non mi immaginavo tante risposte , Fantastico!!! :( Beh.... :lol: proprio fantastico no :( visto che tutti mi sconsigliate l'amico ragno :lol: , comunque, No matter!!!! :lol: penso che inizierò a documentarmi , in questo periodo d'attesa su tutte le caratteristiche biologiche dei ragni in genere e poi si vedrà.

P.s.

Però non mi avete ancora dato nessun consiglio pratico sul terrario!!!

!!!Vi aspetto numerosi !!!

Hey Kayser scorpion , Spero che questo blu sia meno "urticante" perche proprio non posso trattenere la mia personalita ESPLOSIVA!!! (scherzo!!!)

Link to comment
Share on other sites

Partiamo dal substrato.

Il più utilizzato dai terrariofili è la torba neutra.

Facile da reperire, costa poco (5€ 75L) e compie bene il suo lavoro.

Infatti la maggior parte dei ragni che si allevano in cattività hanno bisogno di una umidità abbastanza elevata (soprattutto in periodo di muta) e la torba riesce a trattenerla bene.

La quantità di torba da inserire nel terrario varia in base al tipo di ragno che vogliamo allevare.

Infatti se il nostro ragno sarà terricolo un 5/6cm di torba bastano senza alcun problema...forse sono anche troppi.

Per un ragno scavatore ce ne vorrano minimo 10 di cm.

Per un arboricolo ne bastano anche pochi cm ma attenzione che ci sono molti ragni arboricoli (tipo l'irminia) che utilizzano la torba per rivestire la loro tana di tela e allora in questo caso mettere qualche cm in più non ci farà male.

La torba prima di esser inserita nella teca va sterilizzata in forno per circa mezz'ora a 180°C.

Ricordati di comprare torba neutra...senza alcun tipo di concime o seme al suo interno.

 

Le dimensione della teca.

Anche queste vanno in base al tipo di ragno.

Se è terricolo o scavatore un 30x30x30 basta...può esser anche più grande ma ricordati di evitare altezze da capo giro perche i nostri piccoli animaletti terricoli/scavatori sono degli arrampicatori provetti, ma anche loro ogni tanto fanno qualche tuffo accidentale che può causargli gravi danni.

Ricordati che un terrario grande farà la sua bella scena in camera, ma porta anche una cura e un'attenzione maggiore.

Se invece il nostro ragnetto sarà arboricolo il terrario andrà svillupato in altezza...senza esagerare!!!

 

L'arredamento.

Le uniche cose che si devono mettere nel terrario sono:

- tana (non per tutti i ragni)

- vaschetta per l'acqua (non troppo profonda)

- sugheri o rami (per eventuali nascondigli o per la costruzione della tana)

 

L'arredamento non deve essere esasperato per i terrari dei ragni...basta lo stretto necessario.

Anche se io sono uno di quelli che ama vedere il terrario tutto bello acchitato.

 

Non ci vogliono luci, neon o altri tipi di illuminazione perchè sono inutili.

Il terrario quasi sicuramente andrà riscaldato nei mesi invernali (a meno che tu no vivi in africa) e il metodo più facile è quello di utilizzare cavetti o tappeti riscaldanti da posizionare sempre su di una parete laterale del terrario per rendere la cosa più naturale e per evitare che il nostro ragno scavi per trovare il calore alla base della teca.

Se caso mai ti troveresti a mettere sotto il riscaldamento ricordati di non coprire tutta la base del terrario ma solo un metà così da creare un gradiente termico (zona più calda/zona più fresca).

Ricordati (questo è molto importante) che il cavetto o il tappetino non vanno mai messi all'interno del tarrario ma sempre all'esterno.

Questo per evitare spiacevoli incidenti dovuti al mal funzionamento dei sistemi riscaldanti.

 

Mi sembra di avere detto tutto o almeno le cose principali.

Spero di esser stato utile e di non aver detto delle ca.....te!!!

Link to comment
Share on other sites

Complimenti marenko, sei stato molto professionale ed esaustivo.

Aggiungo solo che volendo il terrario può essere arricchito con delle piante idonee che renderanno l'ambiente molto più bello e realistico. Però vanno scelte con cura.

 

PS:

Le mie retine ringraziano per il colore dell'ultimo messaggio! :(

Link to comment
Share on other sites

GRazie!!!!! Questa è una mega risposta esauriente!!! Nei prossimi giorni andro a comprare il materiale per la teca che vorrei costruire di maggiori dimensioni possibili perche credo che sia giusto offrirgli il più ampio spazio possibile ( non sarebbe ingiusto costringerlo in un piccolissimo spazio vitale? :lol: ):( Che piante si possonoinserire per ragni dell'asia tropicale?.Ho altre domanducce che pero non c'entrano niente col terrario , quindi aprirò un'altra discussione prossimamente, ricordatevi di leggerla perche il mio nome è una garanzia :lol: .... Asta la vista belli!!! :lol:

Link to comment
Share on other sites

Sarei curioso di sapere, visto che sei tanto lanciata, dove lo piglierai sto' ragno... in ogni modo ricorda che stai facendo una cosa al momento al limite della legalità. :(

 

non sarebbe ingiusto costringerlo in un piccolissimo spazio vitale?

 

ALtro esempio del perchè NON dovresti prendere una Haplopelma. Una H. lividum in un terrario grosso è davvero una cosa ingestibile!!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.