Jump to content

San Teodoro (SS) - Steatoda nobilis


MatteoG
 Share

Recommended Posts

Ho trovato in Sardegna, esattamente a San Teodoro (SS), località "Suaredda-Traversa" in data 20 agosto 2004, in fuga dalle fronde di una piccola palma (ma ne ho visti di simili, sinantropici) un individuo appartenente alla famgilia dei Theridiidae, Steatoda sp. a vista, piuttosto grossa - 13 mm- che mi ha incuriosito. Ecco due fotografie del ragno:

 

Steatoda_nobilis_02.jpg

Steatoda_nobilis_03.jpg

 

La Checklist Italia mi darebbe per Steatoda Sundevall, 1833:

Steatoda albomaculata (Degeer, 1778) (N, S, Sa)

Steatoda bipunctata (Linnaeus, 1758) (N, S)

Steatoda castanea (Clerck, 1758) (S)

Steatoda grossa (C.L. Koch, 1838) (N, S, Si)

Steatoda latifasciata (Simon, 1873) (Si)

Steatoda paykulliana (Walckenaer, 1806) (N, S, Si, Sa)

Steatoda phalerata (Panzer, 1801) (N, S, Si)

Steatoda triangulosa (Walckenaer, 1802) (N, S, Si)

 

Come possiamo notare in Sardegna sono segnalate solo S. albomaculata e S. paykulliana (che non sono). Vedo le altre... dal Roberts direi Steatoda nobilis, anche se mi mancano le chiavi dicotomiche di S. latifasciata e S. castanea (i cui pattern però non corrispondono). Il pattern del mio esemplare invece corrisponderebbe perfettamente alle descrizioni se confontato con le Steatoda della medesima specie segnalate in Corsica.

 

Sembrerebbe dunque una nuova segnalazione in Sardegna e in generale in Italia.

 

Steatoda_nobilis.jpg

 

s-j-1413-3.gif

i] n. Kulczyn

Teutana n. Jackson, 1907: 3, pl. 1, f. 5-9.

Lithyphantes n. O. P.-Cambridge, 1908b: 823, pl. 50, f. 25-28 (f).

Teutana n. Schmidt, 1956g: 244, f. 7c (f).

S. n. Roberts, 1993: 14, f. 6a (mf).

S. n. Snazell & Jones, 1993: 164, f. 1-5 (mf).

S. n. Roberts, 1995: 276, f. (mf).

S. n. Roberts, 1998: 290, f. (mf).

 

Altre due immagini, tanto per completare il quadro: un particolare del pattern nella parte anteriore dell'addome confrontata con lo schema di S.& J.

 

http://www.aracnofilia.it/users/001/Steatoda_nobilis_04.jpg' alt='Steatoda_nobilis_04.jpg'>

 

s-j-1413-5.gif

(Snazell & Jones 1993)

 

Attendo commenti e/o smentite :D

Link to comment
Share on other sites

migdan ha in allevamento un maschio (trovato da Leonardo ad Amelia in provincia di Terni), che potrebbe essere S. nobilis. Questa specie, originaria delle Isole Canarie, si è sicuramente ambientata in Gran Bretagna, sfruttando il trasporto passivo legato al commercio di banane (ma anche di piante ornamentali come Yucca), e non sarebbe così sorprendente trovarla anche in Italia.

 

Steatoda nobilis (=Lithyphantes n.; =Teutana n.) non fa parte della fauna italiana. Il Roberts (pg.276-277) la cita come specie introdotta in Inghilterra assieme alle banane delle Isole Canarie.

Così ci spiegò il Maestro un po' di tempo fa.

 

Attendo la morte naturale del mio maschietto, fotografo il pedipalpo e aggiungo il materiale in questo topic, secondo me potrebbe in effetti trattarsi di Steatoda nobilis. Mantengo il condizionale perché l'immagine dell'epigino è molto simile alle tavole presenti in letteratura (Roberts in primis, chi ce l'ha controlli), ma, e qui vi riporto la risposta datami da alcuni giovani aracnologi spagnoli conosciuti a Gand, il genere Steatoda alle loro latitudini vanta molte specie endemiche e simili tra loro, potenzialmente in grado di acclimatarsi in Italia e meglio ancora in Sardegna.

Nell'ultima edizione di Entomodena era in vendita un bellissimo libro sui Ragni delle Canarie: se in questi 4 mesi non è saltato fuori qualcuno più "nerd" di me sabato prossimo lo compro! :D

 

P.S. Complimenti Teo, la foto al microscopio è ottima: l'hai scattata sotto liquido?

P.P.S. A proposito dei miei pargoli "determinatori a vista e Google": caro Piergy, guarda quante difficoltà saltano fuori quando le cose si fanno in maniera approfondita...

Link to comment
Share on other sites

Grazie Daniele.

La mia femmina attende "in provetta" il suo compagno per concludere la faccenda qui nel topic. Sarebbe molto interessante segnalare la S. nobilis in Italia con tanto di tipi.

 

Per ciò che riguarda l'appunto fatto dai giovani aracnologi di Gand (specie endemiche simili), finiamo però a stabilire il sesso degli angeli se non ci danno indicazioni più precise ("simili" cosa vuol dire? sottospecie?).

Rimane un fatto certo: NON è una paykulliana o una albomaculata, per cui nobilis o no, Canari-ano o no, sto' ragno non si era mai descritto qui da noi e non può essere una sottospecie delle due segnalate con un epigino e pattern così nettamente diversi (e così fortemente simili alla nobilis).

Ti dirò poi che S. nobilis è stata segnalata in Corsica, dalla quale il passo alla Sardegna è piuttosto rapido. A saperlo ne tiravo su un sacchetto. Ne ho viste parecchie in una settimana (almeno 4 o 5 a occhio)...

 

 

Note tecniche alle immagini:

foto 1 - ragno vivo (in un contenitore di plastica opaca che diffonda la luce). Nikon CP 4500 (onnipresente 4500) senza illuminatore, f8.0 (su cavallettino).

tutte le altre - ragno al liquido (ingrandimenti vari su Wild M3) sempre con la Nikon CP4500 e adattatore trovato su Internet a poco (60 Euro...)

Link to comment
Share on other sites

In Portogallo segnalano:

 

Steatoda albomaculata (De Geer, 1778)

Steatoda bipunctata (Linnaeus, 1758)

Steatoda grossa (C. L. Koch, 1838)

Steatoda incomposita (Denis, 1957)

Steatoda nobilis (Thorell, 1875)

Steatoda paykulliana (Walckenaer, 1805)

Steatoda phalerata (Panzer, 1801)

Steatoda triangulosa (Walckenaer, 1802)

 

In Spagna segnalano:

 

27. Steatoda albomaculata (De Geer, 1778)

28. Steatoda grossa (C.L. Koch, 1838)

29. Steatoda incomposita (Denis, 1957)

30. Steatoda nobilis (Thorell, 1875)

31. Steatoda paykulliana (Walckenaer, 1806)

32. Steatoda phalerata (Panzer, 1801)

33. Steatoda triangulosa (Walckenaer, 1802)

 

In UK segnalano:

 

Steatoda albomaculata (De Geer, 1778)

Steatoda bipunctata (Linnaeus, 1758)

Steatoda grossa (C.L.Koch, 1838)

Steatoda nobilis (Thorell, 1875)

Steatoda phalerata (Panzer, 1801)

Steatoda triangulosa (Walckenaer, 1802)

 

In Francia (tutte presenti in Corsica) segnalano:

 

Steatoda albomaculata (De Geer, 1778)

Steatoda nobilis (Thorell, 1875)

Steatoda grossa (Koch C., 1838)

Steatoda incomposita Denis, 1957

Steatoda italica Knoflach, 1996

Steatoda paykulliana (Walckenaer, 1806)

Steatoda triangulosa (Walckenaer, 1802)

Steatoda phalerata corsica (Simon, 1873)

 

Quest'ultima non è perchè è nera e arriva appena a 5mm....

L'unica di cui non ho né epigino, né pattern addominale è la S. incomposita (segnalata solo in Spagna). Ma mi pare estremamente improbabile....

 

Aggiungo un'altra noticilla:

http://eresus.free.fr/e_stenob.html

La foto (il ragno pare davvero lo stesso, e ho una foto che sembra una fotocopia anche della posizione, ma tant'è, con le foto non si determina nulla...)

 

Grosse femelle de veuve noble sous un stipe de palmier. Son dessin dorsal évoque une sinistre tête de mort. Lucciana (Haute-Corse), printemps.

 

"suos une stipe de palmier"... ESATTAMENTE dove l'ho trovata io.... :D

Preghiamo per il tuo maschio, dai! Io di maschi non ne ho trovati, o meglio - non sapendo che potevano essere Steatode mai segnalate - li ho liberati tutti, non prestandoci più di tanto caso. Stavo cercando altro, in effetti (Lycosidi in particolare).

Link to comment
Share on other sites

Poche possibilità di sgarrare (per quanto poco possa saperne io di Theridiidae) è davvero Steatoda nobilis, il pattern addominale potrebbe ingannare ma l'epigino (di cui posso vedere la tavola nel Roberts ;) ) sembra proprio il suo.

Io l'avrei liquidata come "una strana Steatoda grossa"... Matteo sei inarrivabile!

Foto splendide e che altro dire? Aspettiamo la nobilis nella check-list italiana.

 

P.S. Eggià migdan, fare le cose in maniera certosina è pieno di difficoltà... (ed è anche difficile per me che mi butto a pesce senza riflettere abbastanza :P) .

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

E mi butto a pesce, appunto ;)

 

Ho trovato un maschio di Steatoda nobilis, pochissime possibilità di errore... il pattern addominale è davvero inconfondibile, marchiato a fuoco. Non vi stresserò e non mi stresserò con inutili foto (come diamine faccio a fotografare i palpi?), il bestio è pronto per essere spedito al migdaniano... aspetto che muoia e nel frattempo vedo di trovare una femmina.

 

Grazie Matteo, senza questo topic l'avrei in effetti liquidata come una "strana Steatoda grossa".

Edited by PiErGy
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Bingo! Ho trovato anche una femmina di Steatoda nobilis, era su una palma in una strana tela molto simile a prima vista a quella dei Linyphiidae. Misura come il maschio, il pattern è meno evidente ma è senza dubbio lei.

Mando a migdan una foto della tela e della palma in cui l'ho trovata. Da notare che vi erano almeno 5 o 6 tele (tele enormi per una Steatoda ed anche molto "strane") con ragno annesso... la mia altezza (o bassezza se preferite) non mi ha permesso di prenderli :angry: .

Link to comment
Share on other sites

Tutta questa storia mi convince sempre di più che occorre al più presto aprire nel Forum una sezione in cui inserire tutti nuovi ritrovamenti per la fauna italiana (ovviamente solo quelli assolutamente sicuri).

 

La sezione dovrebbe essere organizzata per famiglie e generi. Ogni segnalazione dovrebbe rigorosamente riportare luogo (georeferenziato ?) e data di cattura, notizie sull'habitat e quant'altro rilevato sulla specie, nome/i del raccoglitore/i e di chi ha effettuato l'identificazione, la documentazione fotografica. L'inserimento nella sezione dovrebbe essere autorizzato (fatto) esclusivamente da una persona qualificata e autorizzata.

 

In questo modo vedremmo "giorno per giorno" crescere le conoscenze sulla aracnofauna italiana e valutare l'importanza dell'Associazione in quest'opera di raccolta dati. Credo che l'utile che i Soci (ma non solamente loro) potranno ricavare da un'operazione di questo genere sia grandissimo, come pure ne beneficerà l'immagine dell'Associazione nel suo complesso, mentre il costo è praticamente zero!

 

tongi

Link to comment
Share on other sites

Sono disponibilissimo a verificare la correttezza delle determinazioni insieme a voi, fotografando i particolari identificativi degli esemplari che mi saranno spediti e mettendo a disposizione la letteratura di confronto. Condivido in pieno la proposta del professore, con Piergy abbiamo già stabilito un "contatto postale" di Ragni sotto alcool, mi aspetto lo stesso entusiasmo da tutti gli altri! :ph34r:

Link to comment
Share on other sites

Detto fatto. :ph34r:

 

L'apertura di topic in questa sezione è MODERATA (ovvero va autorizzata prima). Qundo verrà inserito un topic, questo resterà in sospeso (invisibile) finche il Comitato Scientifico non l'avrà vagliato (il tutto funzionaerà via email automatica)

 

A breve preparerò un regolamento da pubblicare in rilievo nella sezione.

Link to comment
Share on other sites

Il problema non si pone: perchè arrampicarsi su una palma a 2 metri di altezza quando ci sono decine di Steatoda nobilis a portata di mano su un cancello a 20 metri dalla mia vecchia scuola? ;)

 

Mezz'ora fa ero a caccia di segestrie quando ho notato su un cancello una tela robusta e molto simile a quella costruita sulle palme anche se notevolmente più piccola: pensavo fosse di una Steatoda grossa e invece no, nobilis al 100%. C'erano almeno 6 o 7 esemplari adulti ma ho preso solo una coppia e uno sling.

 

Non ci avevo fatto caso perchè i Theridiidae non sono i miei ragni preferiti e non li cerco mai assiduamente. Ora però sono preoccupato, a ben guardare nella città di Pescara la nobilis sta prendendo il posto di Steatoda grossa e Steatoda triangulosa, è veramente TROPPO abbondante. Per le cugine più piccole se si va avanti di questo passo ci sarà ancora posto solo nelle case e nelle zone con poca vegetazione. Malgrado la mia aracnofilia indomabile mi verrebbe da catturarle e rimandarle ai tropici, mi sembrano concorrenti spietate per le specie locali.

 

Se vi servono altri esemplari (per adesso ho 2 maschi, 2 femmine e uno sling), sono qui :lol:

Link to comment
Share on other sites

nobilis1.jpg

femmina

 

nobilis2.jpg

maschio

 

 

Ecco gli esemplari di Piergy, sembrano proprio Steatoda nobilis, in effetti.

Link to comment
Share on other sites

Bravo Piergy...aspettiamo l'epigino da Migdan. Un piccolo dubbio resta sempre finchè non si vede l'epigino...il pattern dorsale è molto interessante ed evocativo, ma la foto un pò scura può trarre in inganno. Il disegno, ad esempio, non è venuto proprio benissimo.

Piv in crescita.....

Link to comment
Share on other sites

  • 00xyz00 changed the title to San Teodoro (SS) - Steatoda nobilis

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.