Jump to content
00xyz00

Riflessioni sulla temibile "legge esotici" - Legge di Delegazione Europea 2019-2020 che recepisce REGOLAMENTO (UE) 2016/429

Recommended Posts

Cari Soci e cari amici,
nelle scorse settimane tutti voi avrete visto e sentito molta frenesia riguardo una nuova legge che andrebbe a vietare tutti gli esotici.

Ci sono arrivate svariate domande al nostro indirizzo mail, anche telefonate preoccupate da alcuni di voi, e quindi abbiamo sin da subito affrontato la questione cercando di documentarci al meglio, come al solito.
Cercherò di fare qui una panoramica della situazione attuale, così che non ci siano possibilità di interpretazione.
Mi rendo conto che ad alcuni potrebbe non interessare ma è sempre meglio fare chiarezza piuttosto che alimentare ipotesi.

Tutto nasce con il REGOLAMENTO (UE) 2016/429 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 9 marzo 2016 "relativo alle malattie animali trasmissibili e che modifica e abroga taluni atti in materia di sanità animale («normativa in materia di sanità animale»)"
https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32016R0429&from=it

Tale regolamento, raccoglie indicazioni puntuali su problemi rilevanti: trasmissione di malattie tra animali (ad esempio negli allevamenti) e capaci di causare problemi di sanità pubblica (ad esempio trasmissione animale-uomo o contaminazione degli alimenti). Non concerne il benessere animale, gli animali esotici da allevamento hobbistico, la salvaguardia delle specie esotiche etc..

Ogni nazione, come l’Italia, deve recepire questo regolamento inserendolo tra le leggi dello stato. La cosa normalmente viene fatta tramite una legge “contenitore” chiamata Legge di Delegazione Europea.
L'iter del Disegno di Legge di Delegazione Europea 2019-2020 inizia a febbraio 2020 ma poi causa Covid si protrae per tutto l’anno http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/dossier/52774_dossier.htm

Nel Settembre 2020 la senatrice De Pretis (LEU) (che è stata più volte protagonista di battaglie della LAV Lega anti vivisezione, ovvero “animalisti” con limitatissime competenze zoologiche e naturalistiche) manifesta preoccupazione per le fiere di animali esotici in ottica Covid. Nell’interpello si mettono in evidenza le fiere all’epoca in programma e ci si chiedono lumi sulle intenzioni del governo nei confronti di animali esotici ed eventi fieristici. http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=18&id=1170582

Nell'Ottobre 2020, il disegno di legge di Delegazione Europea 2019-2020 viene discusso e approvato in Commissione del Senato con alcune modifiche, tra cui la modifica proposta dalla stessa De Pretis.
Modifica applicata all'articolo 14, ovvero l’articolo che dovrebbe andare a raccogliere le indicazioni contenute nel Regolamento UE 2016/429, alle quali la Senatrice riesce ad aggiungere in sordina questo passaggio.

"q) prevedere ulteriori misure restrittive al commercio di animali, affiancate da un sistema sanzionatorio adeguato ed efficace, tra cui uno specifico divieto di importazione, conservazione e commercio di fauna selvatica ed esotica, anche al fine di ridurre il rischio di focolai di zoonosi, nonché l'introduzione di norme penali volte a punire il commercio di specie protette."
Qui il testo completo http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/01210534.pdf

Ovviamente tutto il fronte animalista italiano talebano ha brindato all'approvazione di questa modifica. La LAV ha iniziato a ostentare il grande successo, asserendo di essere ad un passo dallo stop al commercio e alla detenzione di animali esotici e selvatici!  Alcuni articoli inerenti:
https://www.lav.it/news/esotici-verso-stop-commercio
https://www.anmvioggi.it/rubriche/parlamento/70252-esotici.html
https://www.lastampa.it/la-zampa/altri-animali/2020/12/23/news/animali-verso-lo-stop-del-commercio-di-specie-esotiche-e-selvatiche-1.39694473

All’epoca però la cosa passò inosservata alla gran parte degli appassionati di esotici.
Il disegno passò quindi alla Commissione della Camera dei Deputati che il 31 marzo 2021 ha approvato il tutto, compreso questo passaggio inserito nell'articolo 14.
In contemporanea a questa approvazione, la problematica ha trovato risalto sui social generando improvvisamente fermento in tutto il settore.

Seguendo l’iter convenzionale delle leggi, il Disegno di Legge è passato nuovamente alla Commissione del Senato per essere approvato.
In tale occasione, il 13 aprile, il senatore Luca BRIZIARELLI (che tra l’altro è un mio conterraneo) ha evidenziato la problematica al presidente Sen. Dario STEFANO il quale ha concluso che di tali osservazioni verranno prese in considerazione durante la discussione in Assemblea. http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=SommComm&leg=18&id=1210797&part=doc_dc-sedetit_isr
Il 20 aprile, alle 16:30, l’Assemblea del senato si troverà a decidere se approvare il testo definitivo del disegno di legge, o accogliere le rimostranze del Sen Briziarelli e rimandare il tutto nuovamente in commissione.

Questi i fatti concreti.

Ora, se avete ben letto l’emendamento della De Pretis alla lettera q), vi sarete accorti che la dicitura è di fatto molto generica e soprattutto preceduta da un “prevedere di..”.
L’articolo in questione infatti non prevede divieti precisi, non stabilisce modalità e limiti, e non cambierà alcunché nell’immediato. È una sorta di “proposito” che il governo fa, un impegno a fare qualcosa che vada in quella direzione: “Il governo prevede, entro 12 mesi, di legiferare […] con ulteriori misure restrittive al commercio di animali………” Questo il senso.

Saranno infatti leggi successive che potranno effettivamente cambiare l’attuale pool normativo in materia di animali ed esotici. Non questo articolo 14. Il fermento e il timore scatenatesi sui social, spesso da chi non aveva nemmeno letto la legge in oggetto, sotto certi punti di vista erano quindi esagerati e solo parzialmente motivati.

Intendiamoci, il provvedimento proposto con così grande faciloneria animalista, ha potenzialmente delle gravi ripercussioni. Pensiamo alle centinaia di cliniche veterinarie specializzate nell'ambito, a tutta la filiera di eventi, fiere, fino ai negozi di medio-piccoli commercianti. E’ quindi doveroso rizzare le orecchie. Ma allo stesso tempo, reputo saggio procedere con ragionevolezza sia nelle azioni che nelle manifestazioni pubbliche. Gridare al delitto e fare confusione non serve certo alla causa, in questo contesto.

Sono anni che "combattiamo" con ministeri, commissioni parlamentari e con operatori dei nuclei Cites. Lo sapete tutti quanto la legge 213/2003 abbia danneggiato il nostro settore.
La lunga esperienza (e credetemi ho parlato con diverse decine di Ispettori, Tenenti, Tenenti Colonnelli e Generali dei carabinieri forestali, oltre che con segreterie dei sottosegretari e gabinetti ministeriali…) mi porta a dire che i "piccoli", per quanto impegno mettano nell'interloquire con i vertici politici o militari, rischiano di scontrarsi con un muro di gomma.
In questo caso soltanto grandi realtà dai forti interessi economici, come ad esempio la SIVAE o la FOI, hanno la forza istituzionale di poter dire qualcosa. Raccolte firme, post sui social, letterine inviate da piccole associazioni, non smuoveranno nulla. Di fatto i nostri interessi (nostri come appassionati di animali esotici) riuniscono solo una frazione trascurabile della popolazione, rendendo quindi il problema troppo poco popolare per avere una risonanza pubblica. Solo a titolo d’esempio, la LAV per ogni sua iniziativa è in grado di raccogliere oltre 350mila firme! Quanto mai potrà influire raccoglierne 3000 tra noi appassionati di terraristica?

Ok Carlo, ci hai fatto questo pippotto ma ora spiegaci: Aracnofilia cosa ha fatto in proposito?

Partendo da queste constatazioni, e dopo aver sentito le persone più addentro alla materia, pur vedendo che molte realtà terrariofile si dimostravano pronte per la crociata, come sempre si è preferito agire sui canali più efficaci e diretti.

E’ stato quasi immediato il cercare contatti con SIVAE - Società Italiana Veterinaria per Animali Esotici, unica grande realtà che può realmente avere voce in capitolo dato l’argomento dell’articolo 14. E’ stato quindi bello vedere la lettera inviata dal loro presidente Pelizzone al ministero della Salute, esplicitante esattamente ciò che occorreva dire. Confido di risentirli a breve per valutare possibili azioni sulla stessa linea.
Successivamente, ho inviato due missive via PEC sia al Senatore Dario Stefano, sia al Senatore Luca Briziarelli, facendo notare quando fosse inopportuno e potenzialmente dannoso quell’emendamento. Quanto fosse immotivato dato l'argomento del Regolamento europeo.

In più, martedì 24 aprile parteciperò in rappresentanza dell’Associazione ad una videocall con gli esponenti di molte associazioni interessate alla problematica esotici. Valuteremo se qualcuno tra loro ha canali preferenziali con senatori o deputati per agire con precisione chirurgica.

Cosa è auspicabile ottenere?

Come detto prima, è sempre difficile ottenere qualcosa da politici ottusi e incompetenti. E’ altamente probabile che le missive inviate non ottengano nemmeno risposta e che la legge verrà approvata con il testo attuale, nonostante tutto. Non dipende da noi appassionati ma dai senatori che voteranno martedì 20 aprile.  E’ importante però aver sollevato il caso, aver agito tramite i giusti canali, e sarà soprattutto importante vigilare e cercare di indirizzare nell’appropriata direzione le proposte delle legge di esercizio della delega che verranno nei prossimi mesi. Queste sì potenzialmente dannose se verranno redatte da animalisti della domenica.

Tornerò quindi ad aggiornarvi appena ci saranno novità.
Nel mentre invito tutti alla calma, soprattutto quelli che erano pronti a buttare dalla finestra i terrari😂😂
Per il momento, di fatto, non ci cambia nulla; non diventerete fuorilegge perché allevate esotici e soprattutto non è così scontato che verranno fatte leggi tanto restrittive quanto ingiustificate e deleterie.

Per il resto, chiunque abbia necessità di ulteriori chiarimenti potrà scriverci e contattarci su tutti i soliti canali. Se l’argomento risultasse di particolare interesse, potremo anche organizzare una videocall per discuterne tutti insieme. Fateci sapere cosa ne pensate.

A presto
Il presidente
Carlo Maria Legittimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cari soci,
mi preme darvi un aggiornamento sulle nostre attività per contrastare l'inopportuno divieto agli animali esotici contenuto nella Legge di Delegazione Europea 2019-2020

Nei giorni scorsi abbiamo intessuto una proficua collaborazione con il Sen. Luca Briziarelli il quale poi, ieri, ha esposto una decisa critica alla lettera q) dell'articolo 14 durante la seduta in senato.
La potete trovare qui https://fb.watch/4-OigYCQuz/ e qui il resoconto stenografico http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=18&id=1217522&part=doc_dc-ressten_rs
Qui l'intera 317ª Seduta pubblica https://webtv.senato.it/Leg18/webtv_aula?seduta_assemblea=20201

Chi ieri è stato collegato alla diretta del senato, avrà purtroppo visto che tutti i senatori, e il governo, erano intenzionati ad approvare questa legge nonostante le tante criticità. Il motivo risiede nel fatto che un ritardo ulteriore avrebbe causato sanzioni da parte dell'Unione Europea.

Grazie all'intervento del Senatore Briziarelli però, il Ministro Amendola ha assicurato che la problematica verrà messa all'ordine del giorno nei prossimi appuntamenti in cui governo e ministeri interessati inizieranno a discutere sulle effettive leggi da scrivere per rispettare la norma europea.
Riporto per esteso la risposta del ministro
" Vorrei rispondere [...] al senatore Briziarelli, per quanto riguarda l'esercizio della delega, perché è evidente che, una volta approvato, avremo due tre mesi con i Ministeri competenti per porre rimedio anche a una lettura appropriata."

Come avevo anticipato quindi, ad oggi non sussiste nessun particolare divieto e non sussisterà finché un'altra legge apposita verrà scritta e approvata dai due rami parlamentari.
Noi, insieme alle altre associazioni se ci sarà l'occasione e con il Sen Briziarelli, faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per evitare un divieto così assurdo e scientificamente immotivato.

Per qualsiasi domanda, come sempre restiamo a disposizione.
A presto
Carlo Legittimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie degli updates. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie 🙏

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legge di Delegazione 2019-2020 - Divieto Esotici
 

Cari Soci e cari amici,
questa mattina si è svolto un importante incontro con molti presidenti e delegati di altre associazioni interessate al divieto degli esotici. Ringrazio Passione Pappagalli Free Flight e Dario Loreti per aver ottimamente organizzato e coordinato il tutto.

Durante la videocall, dopo un'ora di dibattito utile a spiegare le rispettive posizioni dei partecipanti, è intervenuto il Senatore Briziarelli che con chiarezza e determinazione ha illustrato quali possono essere le opzioni risolutive e soprattutto quali passi compiere nell'immediato futuro. 
Tutti noi dobbiamo un ringraziamento speciale al Sen Briziarelli per la disponibilità e la determinazione che ha dimostrato nelle ultime settimane e nell'incontro odierno.
Siamo certi che la collaborazione instaurata potrà essere molto utile in questa e altre battaglie.

E' quindi il momento di adoperarsi per percorrere le strade tracciate. Per arrivare a rimuovere quel divieto tanto inopportuno quanto dannoso.
La nostra Associazione, il consiglio direttivo ed io in persona, continueremo a lavorare e seguire gli sviluppi di questa grande problematica che affligge tutto il settore. Non certo solo il nostro, fatto di bravissimi allevatori di Migali e appassionati, ma soprattutto gli altri ambienti che rappresentano, con numeri molto più grandi, la passione per tutti gli animali esotici, a partire dalla grande moltitudine di allevamenti professionali, negozi, industrie di accessoristica e di mangimi, nonché fiere di settore e tutto il loro indotto. Un divieto così netto e ampio causerebbe un danno economico e sociale inimmaginabile. 
Per questo è auspicabile che ci sia comunità di intenti tra le nostre Associazioni, tra le rappresentanze economiche del settore e che si possa arrivare ad un risultato nel più breve tempo possibile. 
Perché siamo di fronte ad un problema complesso e per risolverlo servirà l'appoggio di tutti.
A presto
Il presidente
Carlo Maria Legittimo 


https://lucabriziarelli.it/2021/04/22/animali-esotici-si-a-tutela-e-salute-ma-no-a-divieto-ideologico/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.