Jump to content

Recommended Posts

buonasera,sono un nuovo iscritto,e questo forum è eccezzionale,io personalmente ho deciso di studiare queste eccezzionali creature,e ho allevato in cattività molteplici specie di aracnidi esotici,trovandomi benissimo,anche perche riuscivo a a riprodurre il loro habitat alla perfezione,ricordo una bellissima Brachypelma albopilosum tenuta in una mini teca con fondo in fine ghiaia,e qualke sassetto,la comprai subito,e la sistemai x bene,e ora si è scavata la sua bella tana alle radici di una photos a 50cm d profondita.ma la cosa più bella è allevare i nostri aracnidi,a rieti,davanti al lago del turano ho potuto vedere,solo vedere,enormi esemplari di Lycosa tarentula,femmine enormi e bellissime.ma nn ho mai pensato di portarmele a casa,badando solo agli enormi chilopodi e agli scorpioni che invadevano la mia casa!allora ditemi,essendo sicuro all 100/ ke fosse il tipo tarentula,chi d voi ha gia allevato questa specie sà indicarmi come deve essere allestita la teca x favorire la riproduzione,e sopravvivenza in cattivita?grazie confido nella vostra esperienza

Link to comment
Share on other sites

buonasera,sono un nuovo iscritto,

Benvenuto

 

ho allevato in cattività molteplici specie di aracnidi esotici,trovandomi benissimo,anche perche riuscivo a a riprodurre il loro habitat alla perfezione, ricordo una bellissima Brachypelma albopilosum tenuta in una mini teca con fondo in fine ghiaia,e qualke sassetto,

 

Mica tanto alla perfezione! La torba forse era un attimino meglio...

 

il tipo tarentula,

 

tipo non è corretto

genere Lycosa

specie Lycosa tarantula

chi d voi ha gia allevato questa specie sà indicarmi come deve essere allestita la teca x favorire la riproduzione,e sopravvivenza in cattivita?grazie confido nella vostra esperienza

 

Per il resto sul sito statico c'è un'ottima scheda di allevamento

Link to comment
Share on other sites

Ciao e benvenuto,

Io prima di darti delle informazioni riguardanti l' allevamento in cattività di Lycosa tarantula(per la nomenclatura della checklist non è aggiornata) proporrei di identificare con sicurezza il ragno.Non di rado qui sul forum sono capitati degli utenti che hanno scambiato L. tarantula con Hogna radiata,un altro lycosidae che raggiunge notevoli dimensioni e soprattutto dalla colorazione molto simile a quella del ragno che sostieni di aver trovato. Hai a disposizione delle foto dei ragni?

 

P.S. Sistema quella Brachypelma albopilosum su un substrato più adatto con cui potergli fornire un tasso di umidità più appropriato (70-75%). Informati un po' di più sulle necessità di una migale e sul come trattarla al meglio, con il tasto cerca.non ti sto dando del completo profano,però secondo me hai da imparare un po' di cose basilari ;)

Link to comment
Share on other sites

ho allevato in cattività molteplici specie di aracnidi esotici,trovandomi benissimo,anche perche riuscivo a a riprodurre il loro habitat alla perfezione, ricordo una bellissima Brachypelma albopilosum tenuta in una mini teca con fondo in fine ghiaia,e qualke sassetto,

 

Mica tanto alla perfezione! La torba forse era un attimino meglio...

 

Credo che si riferisse alle condizioni in cui l'ha comprata... ;)

 

Comunque riguardo ai 50 cm di profondità... che terrario usi??

 

 

Andando sul discorso "Lycosa tarantula", dovresti disporre di un terrario abbastanza spazioso e fornire come substrato un terreno abbastanza leggero, lavorabile, per permettere al ragno di costruirsi la tana.

Cerca nel forum, troverai qualche discussione utile: l'utente "hogna radiata" l'ha anche riprodotta documentando il tutto con ottime foto.

 

 

Sposto la discussione nella sezione "Aracnidi locali".

 

 

 

ps: sul sito statico non c'è la scheda per l'allevamento di Lycosa tarantula ma quella di Hogna radiata :)

Link to comment
Share on other sites

in effetti forse mi sn spiegato male..il mio Brachypelma attualmente alloggia in terrario provvisto d torba appunto e piante d photos,una serpentina da 25w,un tasso d umidità all 80%,tramite umidificatore,e un neon uvb basilare,x le piante,e una temp di 30 gradi circa diurni,e 26,nott,quando l'ho comprata era tenuta in una vasketta x pesci rossi insomma.bene ora che mi avete aperto gli occhi sulle schede d allevamento della tarantula sicuramente avrò molto da leggere!mi scuso x gli errori nel testo precedente d x essermi spiegato male!quella che ho visto era la Lycosa tarantula,confrontandola cn le ricerche con foto,ma purtroppo x reperire l esemplare se ne parlerà quando sarò sul posto!

Link to comment
Share on other sites

RIguardo alla migale ti consiglio di togliere piante e neon,che sono rispettivamente inutili e fonte di stress per il ragno.Non a caso ha scavato tanto secondo me..Inoltre la manutenzione del terrario è senz'altro più difficoltosa con delle piante(muffe,parassiti,difficoltà nell'individuazione di resti e feci).

Link to comment
Share on other sites

buonasera a tutti di nuovo e vi ringrazio riguardo i consigli dati riguardo la mia Brachypelma,come già vi dicevo pensavo al mio paese ci fossero per certo esemplari di Lycosa tarentula..ma aime non sono riuscito a scorgerne una in una giornata intera,forse riguardo le basse temperature?fatto stà che le vedevo uscire appena calato il sole,la tarentula può avere come segno di riconoscimento la metà parte nera poco soppra i chelicheri?oltre alle sue caratteristiche principali.?

Link to comment
Share on other sites

Ciao

 

Ora fa ancora un po' troppo freddo per trovarle. Come hai detto tu, escono all'imboccatura della tana all'imbrunire.

Comunque non è facile trovarle; Non hanno una distribuzione uniforme sul territorio (anche se presenta un clima caldo); può capitare di trovarne a decine in una determinata zona e non scorgerne alcuna in altre apparentemente affini.

 

La colorazione sicuramente aiuta, ma è la disposizione oculare e la taglia che la distinguono dagli altri generi.

 

cheliceri

 

Lycosa tarantula

 

 

ps: potevi continuare a scrivere nell'altra discussione da te creata la scorsa volta (avevi già accennato il punto Lycosa tarantula)

 

Unisco le due discussioni.

Link to comment
Share on other sites

DIpende da dove ti sei recato per reperire esemplari.Leggo che sei di Roma,come ti ha già detto Enrico però,dipende dalla zona.Anzi possiamo dire che all'interno delle mura cittadine sarà difficile trovarla,anche nei vari parchi.Devi andare un pò fuori,in giro per il lazio,perchè in città non mi risulta proprio ci sia.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Ciao

 

Ora fa ancora un po' troppo freddo per trovarle. Come hai detto tu, escono all'imboccatura della tana all'imbrunire.

Comunque non è facile trovarle; Non hanno una distribuzione uniforme sul territorio (anche se presenta un clima caldo); può capitare di trovarne a decine in una determinata zona e non scorgerne alcuna in altre apparentemente affini.

 

La colorazione sicuramente aiuta, ma è la disposizione oculare e la taglia che la distinguono dagli altri generi.

Se può esserti utile (anche se magari sono cose che già sai), oltre ai giusti consigli forniti da Enrico, ti consiglierei di considerare a dovere il fattore "tana".

Innanzitutto l'imboccatura del cunicolo è decisamente caratteristica, non più di 2 cm di diametro e foderata di tela a dovere:

1005000ba0.jpg

Difficilmente cunicoli diversi da questo potranno essere la tana di questo ragno.

 

Detto questo, in linea di massima si creano delle vere e proprie colonie in una precisa porzione di terreno, quindi presta attenzione, se inizi a scorgere un numero elevato di cunicoli è probabile che si tratti proprio di Lycosa tarantula.

 

Ti mostro inoltre uno dei biotopi tipici di questo ragno, in modo da facilitarti la scelta delle zone in cui cercare:

1004996da5.jpg

 

Ciao ;)

Link to comment
Share on other sites

cheliceri

 

 

chelicheri è errato? si dice cheliceri? :D Quando è cambiato? ;)

Ehm, è più o meno a inizio del secolo scorso che è così :D

 

Comunque anch'io all'inizio scrivevo "chelicheri", poi mi son imbattuto in qualche suddivisione tassonomica e mi son immediatamente corretto ;)

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti,

giusto per capirsi, Lycosa tarantula rispetto a Hogna non è difficile anche a prima vista da distinguere. Dai anche un'occhiata su internet facendo una ricerca e vedrai che dalle foto riesci già a capire...

In più, come giustamente già detto, la presenza di una tana tipica è sinonimo di presenza della specie, anche se a me è capitato ogni tanto di trovare femmine di Hogna che avevano occupato tane abbandonate di Lycosa per deporre le uova o mutare.

A presto!!

Ema

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.