Jump to content

Formalina


.:DOME:.
 Share

Recommended Posts

Buon giorno a tutti...apro questa discussione per chiedervi informazioni riguardo alla conservazione degli aracnidi morti...

 

In passato mi è capitato di conservare in alcool dei rettili e degli anfibi...ma,per quanto riguarda gli aracnidi (che non ho mai,fino ad ora conservato) vorrei provare qualcosa di nuovo, perchè essendo decisamente più piccoli dei rettili e degli anfibi non credo che sarebbe così semplice osservarli immersi in alcool....così, volevo chiedervi qualche informazione sulla formalina...ovvero come funziona esattamente (cioè,a livello pratico come va applicata sull'animale deceduto),in che forma viene commerciata (è un liquido? è una sostanza oleosa? densa?) quali sono eventuali vantaggi e svantaggi nell'utilizzarla (so che può essiccare eccessivamente l'animale imbalsamato e che è cancerogena)...ma soprattutto,dove la posso acquistare?

 

Chiedo scusa per la mia ignoranza in materia, ma avendone sempre sentito parlare solo in maniera generica ho ritenuto opportuno chiedere consiglio a voi esperti....

 

Grazie in anitcipo per le eventuali risposte ^_^

Link to comment
Share on other sites

La formalina si compra in farmacia o in negozi di prodotti chimici... ammesso te la diano, appunto perchè è tossica e cancerogena (tra l'altro puzza anche in maniera indegna...).

Per i ragni si usa alcool (alimentare, non il denaturato), se non sbaglio al 75%...

Link to comment
Share on other sites

Alcool alimentere.....devo provare, ho sempre usato il denaturato.....effettivamente, ho degli scorpioni deserticoli sotto alcool e dopo tutti questi anni hanno perso il loro spendido colore e sono diventati rosa! ^_^ Non ho mai pensato di usare quello alimentare, che è incolore, ma penso che comunque dopo qualche anno l'alcool fa perdere ugualmente il colore. Una tecnica stupenda per conservare gli insetti è l'inclusione.....Rimangono intatti e si possono osservere tutti i dettagli tenendoli praticamente in mano. Con un grosso pandinus si pùò fare anche un bel fermacarte. :lol:

Link to comment
Share on other sites

ciao,

un topic simile è stato creato poco tempo, questo è link...

comunque la formalina è una soluzione acquosa al 40-30% di formaldeide (una sostanza estremamente tossica), impiegata per diversi scopi, tra i quali il più frequente è proprio la conservazione di materiale biologico..io sia per la tua salute ,sia per la qualità della conservazione ti consiglio (come hanno già fatto gli altri, e come ha fatto con me il migdaniano tempo fa ) di utilizzare una soluzione di alcool etilico non denaturato al 75%(sempre quello alimentare , reperibile anche al supermercato), poichè l' agente denaturante si lega indissolubilmente al DNA dell' animale non permettendo future indagini biomolecolari(stesso "difetto" della formalina), oltre ad alterare la colorazione originale dell' aracnide (la mia Nuctenea sempre più una Misumena...)...

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte...

 

Per quanto riguarda l'alcool non ho mai usato quello denaturato ma sempre quello alimentare incolore....

 

Per quanto riguarda la formaldeide allora direi che è sconsigliata da tutti...Ok...ne farò a meno ^_^

 

ARACNOID_1984...parlavi di inclusione? In cosa consiste..è quella che usano in alcuni paesi per fare ad esempio i portachiavi con dentro gli scorpioni? Le sostanze per effettuarla sono reperibili?

 

Comunque..vi ho chiesto informazioni sulla formaldeide perchè non credevo si usasse in modo similare all'alcool, credevo servisse per lasciare l'animale,per così dire "a secco"........credevo fosse così perchè qualche anno fà, un mio amico mi regalò un esemplare di Aplophelma minax imbalsamato in un quadretto, e sinceramente ancora adesso non capisco come si faccia ad ottenere una simile imbalsamazione "a secco",lasciando cioè l'animale così com'è,senza immergerlo in liquido..

Link to comment
Share on other sites

Per imbalsamare "a secco" non si usa assolutamente nessun tipo di composto chimico, nè per i ragni nè per gli insetti... semplicemente si "prepara" l'esemplare spillandolo e "fissando" per un po' gli arti nella posizione giusta con altri spilli su una tavoletta di polistirolo, sughero o plastozote... dopo alcuni giorni (da una a due settimane) è "secco" e si può mettere nel contenitore definitivo (magari con un pezzo di naftalina o canfora per evitare infestazioni da Dermestidi).

Tutto qui...

 

Quand'ero ragazzino esisteva un "kit" da inclusione (mi pare si chiamasse "Inclusit")... in realtà è semplicemente una resina bicomponente che si solidifica nel giro di qualche ora...

Non è troppo difficile da gestire, ma se si sbaglia l'esemplare è da buttare... ^_^

 

Comunque non ci fanno solo i portachiavi e i fermacarte con la resina... fai un salto a vedere il negozio ebay di Gao Fu Collectibles ... secondo me, pagando, ti plastifica anche la suocera... :lol:

Link to comment
Share on other sites

Per imbalsamare "a secco" non si usa assolutamente nessun tipo di composto chimico, nè per i ragni nè per gli insetti... semplicemente si "prepara" l'esemplare spillandolo e "fissando" per un po' gli arti nella posizione giusta con altri spilli su una tavoletta di polistirolo, sughero o plastozote... dopo alcuni giorni (da una a due settimane) è "secco" e si può mettere nel contenitore definitivo (magari con un pezzo di naftalina o canfora per evitare infestazioni da Dermestidi).

Tutto qui...

 

Capisco...sinceramente mi sembrava strano perchè se è abbastanza semplice che gli arti e la parte anteriore del corpo si secchino,pensavo che l'opistoma,contenendo una maggior quantità di sostanze liquide, andasse incontro a marcescenza...a quanto pare invece non è così :(

 

Ma un ragno conservato in questo modo si conserva a lungo? O mi converrà comunque ricorrere ad una vera e propria imbalsamazione con sostanze chimiche?

 

Quand'ero ragazzino esisteva un "kit" da inclusione (mi pare si chiamasse "Inclusit")... in realtà è semplicemente una resina bicomponente che si solidifica nel giro di qualche ora...

Non è troppo difficile da gestire, ma se si sbaglia l'esemplare è da buttare...

 

Mmm..capito..grazie mille per le informazioni.....mi sapresti dire dove posso acquistare questo genere di resine?.ed esattamente,una volta nel negozio..cosa devo chiedere al negoziante?perchè chiedergli "una resina bicomponente" mi sembra un pò generico...

 

 

Comunque non ci fanno solo i portachiavi e i fermacarte con la resina... fai un salto a vedere il negozio ebay di Gao Fu Collectibles ... secondo me, pagando, ti plastifica anche la suocera...

 

Ho visto il negozio...interessante...per mia fortuna,comunque sono ancora troppo giovane per avere una suocera da far plastificare ^_^

Ma quando l'avrò magari ci farò un pensierino :P :lol:

 

Scherzi a parte.....grazie mille per le risposte! :(

Link to comment
Share on other sites

Mmm..capito..grazie mille per le informazioni.....mi sapresti dire dove posso acquistare questo genere di resine?.ed esattamente,una volta nel negozio..cosa devo chiedere al negoziante?perchè chiedergli "una resina bicomponente" mi sembra un pò generico...

 

Prova a fare un salto QUI

 

Il termine tecnico corretto dovrebbe comunque essere "resine da inclusione"

 

Per quanto riguarda la suocera è solo questione di tempo... intanto comincia a organizzarti, no? ^_^

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi provare ad imbalsamare una suocera, sempre per amore dell'argomento, posso generosamente prestarti la mia.......Ah!Ah!Ahhh!aahhh!!!

:lol:

Scherzo! Le suocere sono fantastiche, anche perchè mia suocera ha saputo che bazzico su questo forum e sono in pericolo.......Menomale che mia moglie non le ha ancora detto il mio nik-name.....Per il momento il la mia identità è ancora al sicuro ^_^

Per quanto riguarda le suocere, no comment......a buoni intenditori poche parole!

Link to comment
Share on other sites

Mmm..capito..grazie mille per le informazioni.....mi sapresti dire dove posso acquistare questo genere di resine?.ed esattamente,una volta nel negozio..cosa devo chiedere al negoziante?perchè chiedergli "una resina bicomponente" mi sembra un pò generico...

 

Prova a fare un salto QUI

 

Il termine tecnico corretto dovrebbe comunque essere "resine da inclusione"

 

Per quanto riguarda la suocera è solo questione di tempo... intanto comincia a organizzarti, no?

 

Grazie mille per tutto l'aiuto che mi hai dato ;)

 

Comunque..per quanto riguarda la suocera,hai ragione...meglio essere pronti :wacko: :lol:

 

Se vuoi provare ad imbalsamare una suocera, sempre per amore dell'argomento, posso generosamente prestarti la mia.......Ah!Ah!Ahhh!aahhh!!!

 

Ah!ah!ah!...mi potrebbe essere utile per far pratica con questa tecnica ;) :lol:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.