Jump to content

Ragni autoctoni del nord-est


Recommended Posts

Questa domanda è rivolta a tutti , ma prima,una considerazione:

 

Ho notato che nelle varie dissertazioni sugli aracnidi caratteristici della nostra bella Italia, si fa riferimento sempre(o almeno quasi per la totalità) ad ambienti collinari o pianeggianti del centro sud.

Dovendo spostarmi per motivi di studio dalla mia amata Umbria alla monotona città di Trieste, mi sono trovato di fronte ad una triste realtà: tutto ciò che qualificava la Natura dalle mie parti, dalle quercete ai cinghialetti, dalle piccole lucertole agli enormi "verdoni", dai tartufi agli autunnali porcini, senza trascurare qualche ambiente paludoso dove insidiare carpe e barbi, rimane solo un felice ricordo.

 

Qui non c'è un bel niente. :)

 

Difficilmente riesco a trovare tutto ciò con cui mi divertivo ed estasiavo nelle frequenti uscite in bici per le colline umbre e toscane; a meno di dovermi spostare nella zona bisiacca( tra l'isonzo ed il tagliamento) oppure salire nei dintorni "de Udin".

 

Ormai rassegnato, considerando evento miracoloso l'osservazione di qualche rappresentante del mondo naturale, mi stavo chiedendo se magari la stoica categoria degli aracnidi avesse qualche suo rappresentante degno di nota in queste brulle lande.

O almeno mi piacerebbe conoscere la presenza di qualche bell'aracnide, magari degno di lunghe scarpinate per osservarlo in mezzo a questo niente.

 

Spero nelle vostre delucidazioni...

Grazie a tutti....

 

Carlo

Link to comment
Share on other sites

Caro Carlo,

 

Il Friuli Venezia Giulia è una regione ricchissima di bellezze naturali, esattamete come tutte le altre regioni italiane. Stiamo uscendo dall'inverno e la primavera tra poco porterà molta nuova vita in un modo che - sulle prime - potrebbe sembrare più spento. E' quindi chiaro che una città come Trieste (che è città-città, molto compressa) non riesce a comunicare come l'Umbria che - lo sappiamo - è un paradiso per l'amante della Natura, proprio perchè essa sa insinuarsi in ogni dove senza creare quel limite che tu - umbro - percepisci forse più nettamente degli altri.

 

Come hai già pensato tu (per rompere il ghiaccio), allontananti un po' dalla città e vedrai quanto cose belle ci sono da vedere. Per esempio, tanto per cominciare a fare un breve elenco:

 

Parchi Regionali Friuli Venezia Giulia:

 

Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane

Parco Regionale delle Prealpi Giulie

 

Riserve Naturali Regionali Friuli Venezia Giulia:

 

Falesie di Duino

Foce dell'Isonzo

Foci dello Stella

Forra del Cellina

Laghi di Doberdò e Pietrarossa

Lago di Cornino

Monte Lanaro

Monte Orsario

Val Rosandra

Valle Canal Novo

Valle Cavanta

 

Oasi WWF Friuli Venezia Giulia:

 

Oasi WWF Riserva Marina di Miramare

Area WWF Oasi di Marano Lagunare

Rifugio WWF Tre Scalini del Diavol

Link to comment
Share on other sites

Presidente......

 

Ti ringrazio per la lista di Opportunità naturalistiche da visitare.

Molte di esse, sopratutto le riserve naturali meno distanti dalla città, le ho inconsapevolmente visitate e, ti devo dire la verità,non mi hanno particolarmente stupito per ragioni molto semplici: non si riesce ad abbandonare completamente l'idea di essere in un ambiente poco ospitale com'è il carso. Infatti, nonostante le varie riserve vengano esaltate come pullulanti di fauna, risultano molto spoglie e disabitate. Come dicevo prima, l'osservazione di qualche animale veramente interessante ( per intenderci: che non siano gatti o ratti o piccioni o lumache), è da considerare evento straordinario. Con questo non voglio assolutamente dire che non si riesce a vedere qualche salto di scoiattolo o qualche farfallina volteggiare, "ma si potrebbe avere di più!!!!" ;)

 

Purtroppo, i grandi parchi alpini e altre riserve mi risultano molto scomode in quanto, essendo senza auto, ho grossi problemi a raggiungerli; sono anche convinto che fare una toccata e fuga, in parchi così poliedrici e vasti, sia un po riduttivo.

 

Ma tornando al tema del post.....che mi dite degli aracnidi della zona??? Visitando alcuni siti regionali di flora e fauna, a parte Parmena pubescens hirsuta e Pontia daplidice, niente viene riportato ( o almeno niente ho trovato :) ).

 

Piuttosto......c'è qualche utente della zona??? Anche se ne dubito per validi motivi....

 

Grazie.

 

Carlo...

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Io sono " un utente della zona" e proprio per validi motivi. L' altopiano carsico, come lo descrivi tu sembra una landa desolata. Da triestino sono imparziale, perché adoro la mia città ma comunque voglio farti notare che la flora e la fauna carsica è unica nel suo genere e tutt'altro che scarna, anzi ,se non ti limitassi a cercare la natura nel centro storico o nei giardini dell università potresti scoprire piacevoli sorprese. Fai lo sforzo di uscire dal centro e vai verso le località più esterne tipo Opicina Prosecco o ancora meglio un po' più lontano...

 

Vai al giardino botanico si "Carsiana" fatti una visita guidata, se vuoi un po' di avventura visita una delle numerosissime grotte tipiche del carso e scoprirai "qualcosa di Più' profondo".

 

Io personalmente da appassionato di fotografia non fatico a trovare dei soggetti.

 

Metto a disposizione per te e anche chi sia interessato una cartina con un elenco di luoghi salienti del carso...

 

Cartina del carso Attenti è un file di 2 mb.

 

P.S.: Sono disponibile per eventuali chiarimenti aiuti. ciao a tutti.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.