Jump to content

Ragni che imitano le formiche


Recommended Posts

Così a occhio dovrebbe trattarsi di un Salticide, appartenente al genere Myrmarachne (di cui M. formicaria è l'unica specie presente in Italia), Leptorchestes (tre specie: L. berolinensis, L. mutilloides e L. perezi) o Synageles (quattro specie: S. venator, S. albotrimaculatus, S. hilarulus, S. dalmaticus). Altri "ant mimic spiders" che mi vengono in mente appartengono ai generi Synemosyna (sempre Salticidae) e Myrmecium (Clubionidae), ma da noi non sono presenti.

Ti rimando al solito sito francese per un riconoscimento fotografico:

 

http://perso.club-internet.fr/saitis/monta...hoto_frame.html

 

L'habitat è quello tipico dei Salticidae: vegetazione bassa (Synageles), prati esposti al sole (Myrmarachne), muretti a secco (Leptorchestes).

Spero di essere stato esauriente, sicuramente Vesubia potrà aggiungere qualcosa di interessante come sempre.

Link to comment
Share on other sites

Al genere Zodarion sono ascritte diverse specie rigorosamente mirmecofaghe, che vivono su terreni secchi e sassosi .Lo Zodarion italicum mi risulta una delle specie più diffuse (almeno delle mie parti).Lo Zodarion,individuata la formica , la punge alle spalle e fugge quando questa si volta per reagire.Questo avviene diverse volte finchè il veleno non fa effetto. In soccors della formica attaccata non vi è solidarietà da parte delle consorelle, probabilmente perchè gli Zodarion hanno escogitato il sistema di camuffarsi anche chimicamente, oltre che nelle fattezze e nelle movenze.

Ciao!!

Link to comment
Share on other sites

Aggiungiamo che questo è un "deterrente" contro nemici naturali in quanto questi ragni non è che predimo di norma le formiche (non serve a confondersi fra le file nemiche!).

Sono invece predatori di formiche tutti gli Zodarion (Fam. Zorariidae) e alcuni Gnaphosidae (Callilepis); ma nessuno di loro assomiglia alle formiche. Altri ancora vivono nei nidi delle formiche.

Comunque niente di nuovo, è tutto a pg. 26 del Jones.

Ciao, Claudio

Link to comment
Share on other sites

Sono synageles! La prossima volta che ne trovo li catturo per provare ad allevarli... non sono molto frequenti. Qual'è il periodo migliore per cercarli? L'inizio dell'estate?

 

"Conoscete per caso una ragazza di Roma la cui faccia ricorda il crollo di una diga?"

Link to comment
Share on other sites

ciao, ho letto i vostri commenti e ho fatto una ricerca sugli Zodarion italicum. Purtroppo non ho trovato foto decenti su internet. da anni osservo dei piccolissimi ragni che si comportano nel modo descritto da i-lang. Si appostano vicino ad un ingresso di un formicaio e si preparano per l'attacco. Le formiche vittime sono quasi sempre di quel genere lento, con grosse mandibole e diciamo così 'erbivore' in quanto fanno scorte solo di semi. Il ragno che osservo sembra cieco ma ha zambe lunghe e sensibilissime. Gli basta un solo tocco di un centesimo di secondo per capire se la formica che ha vicino è girata di spalle o frontalmente. Nel primo caso l'attacca con un morso velocissimo quasi impossibile da vedere ma efficacissimo. Infatti quasi sempre la formica colpita comincia a contorcesi e a muoversi senza cordinazione. Poche volte c'è bisogno di un secondo morso. La vittima viene portata via prima che altre sue compange siano messe in allarme. Il predatore riesce facilmente a trasportare via il suo pasto anche se questo pesa il doppio di lui. Le formiche non si accorgono mai della sua presenza e anche se si scontrano casualmente il cacciatore è gia lontano prima che le mandibile si siamo aperte per offenderlo. E' stupefacente come in poche frazioni di secondo il ragno riesca a trovare un punto in cui inoculare il veleno. I cheliceri sono piccolissimi e quindi deve farlo in una giuntura e non in un punto qualunque del duro esoscheltro delle vittime. Un essere piccolissimo ma molto più interessante di tantissime migalomorfi tropicali. Se riesco l'anno prossimo provo ad allevarlo e scatterò delle foto con un nuovo sistema che sto sperimentando. Macro-foto fantastiche con una macchinetta-digitale pagata nuova, meno di 250 euro. Quanto prima mi mostrerò qualche esempio ... leggendo i post del passato credo che lo cosa a qualcuno possa interessare e non mi piace tenere per me questi segreti in grado di farvi risparmiare un sacco di soldi in macro-zoom profesionali e super flash dedicati.

CIAO ... lucio

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.