Jump to content

Australia - "L'invasione" delle tarantole giganti.


elGiango

Recommended Posts

E' da tantissimo che non frequento il forum, ma la notizia sul sito del corriere va condivisa! :P

 

Invasi dalle tarantole? È un piccolo inconveniente che vi può capitare se abitate in alcune zone dell'Australia. Ed è quello che è successo agli abitanti di Bowen, città costiera a 700 chilometri da Brisbane nel Queensland. A causa delle insolite piogge abbondanti che hanno colpito il Paese negli ultimi tempi, dozzine di tarantole giganti hanno abbandonato il loro habitat naturale per colonizzare case e giardini pubblici.

 

TEMIBILI PREDATORI - Solitamente i ragni vivono lontano dai centri abitati e la loro presenza ha seminato una certa preoccupazione tra gli autoctoni. In pochi giorni il responsabile del controllo locale delle infestazioni, Audy Geiszler, ha ricevuto la segnalazione di numerosi avvistamenti. Il contatto diretto con questi animali, infatti, può essere abbastanza spaventoso non solo perchè sono coperti di pelo e raggiungono le dimensioni di una mano (16 cm di ampiezza, con le zampe), ma anche perchè quando si sentono minacciati emettono un suono intimidatorio simile a un sibilo (da cui l’appellativo di «ragni sibilanti» o «ragni che abbaiano»). Le tarantole orientali vengono anche dette «mangia-uccelli», anche se di fatto non si nutrono di pennuti: il loro morso velenoso però è in grado di uccidere un cane o un gatto ed è molto doloroso per l’uomo.

 

INCONTRI IMPREVISTI - «Non si tratta di una vera calamità» ha dichiarato Geiszler. I ragni ci sono sempre stati, anche se questa volta «in un breve periodo ne sono stati avvistati tanti quanti di solito se ne vedono in un anno». Presso la scuola elementare della cittadina, ad esempio, il preside ha segnalato 25 nuove tane: le tarantole, infatti, vivono a terra, tra la bassa vegetazione o nei tronchi e non costruiscono ragnatele. Perciò, per evitare brutte sorprese, tutti gli abitanti sono stati esortati a indossare sempre scarpe e guanti quando fanno giardinaggio. Ma a volte gli incontri sono inevitabili: all’inizio della settimana, ad esempio, alcuni cittadini che mangiavano in un parco, in pieno centro, si sono trovati a tu per tu con un esemplare maschio dalle dimensioni notevoli, con temibili zanne e lunghe zampe pelose. In attesa dell’intervento del responsabile Geiszler, l’aracnide è stato stordito con un’intera bomboletta di insetticida e, una volta catturato (da morto), è risultato talmente grande che le sue zampe penzolavano dalla mano di chi lo aveva raccolto.

 

Fonte: Corriere.it

Mi spiegate la parte in rosso da che film viene fuori? Non avevo mai sentito nulla del genere a proposito delle migali...

Link to comment
Share on other sites

Beh non è vero ci sono delle migali che stridulano,è un modo per avvertire e si emette grazie all'utilizzo di due organi (non mi ricordo il nome :P,in alcune migali il suono sta ad indicare un imminente attacco ti cito solo alcune delle migali piu conosciute che stridulano:T.Blondi,C.muticus,P.irminia ecc ecc.Sarebbe anche bello capire di quale specie di migale parli l'articolo.

Link to comment
Share on other sites

In Australia ci sono alcuni generi appartenenti alla sottofamiglia Selenocosmiinae...quasi tutti simili,quasi tutti abbastanza nervosi e con organi stridulatori. Il fruscio è causato appunto da questi organi (chiamati lyra e pettine, anche se esistono combinazioni che escludono l'uno o l'altro) e viene emesso quando la migale è disturbata per allontanare il disturbatore. Non sono soffi ovviamente, in quanto la morfologia stessa dei ragni non lo permetterebbe.

 

:P

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe anche bello capire di quale specie di migale parli l'articolo

Questa è la foto di una delle migali "incriminate":

 

spider_ruler_544121a.jpg

 

Si nota una fovea alquanto marcata, non so se possa essere utile ai fini dell'identificazione.. :P

 

Comunque, consultando a dovere il Platnick, le migali presenti nel Queensland sono le seguenti:

 

Coremiocnemis tropix

 

Selenocosmia crassipes

Selenocosmia strenua

Selenocosmia subvulpina

 

Selenotypus plumipes

 

Tutti e tre i generi qua elencati appartengono appunto alla sottofamiglia Selenocosmiinae, indicata da Carlo in precedenza :D

 

 

alcuni cittadini che mangiavano in un parco, in pieno centro, si sono trovati a tu per tu con un esemplare maschio dalle dimensioni notevoli, con temibili zanne e lunghe zampe pelose

extra.jpg

Gli articoli sui ragni son sempre incredibilmente verosimili :D

Link to comment
Share on other sites

Stando al nome usato negli articoli, la migale dovrebbe essere Phlogius

Sempre dal Platnick:

 

In synonymy:

Phlogius Simon, 1887 = Selenocosmia Ausserer, 1871 (Raven, 2000a: 570, contra Schmidt, 1995k: 9)

 

Nomenclature del cavolo :P

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.