Jump to content

Pholcidae Vs Agelenidae


Recommended Posts

Salve a tutti, la terra di Puglia continua ad offrire spunti interessanti...

Vi spiego in breve la faccenda.

Oggi pomeriggio mia zia mi ha chiamato per avvisarmi che i suoi vicini stavano iniziando i lavori di "pulizia" della rimessa sul retro, con la chiara frase: "vieni a disinfestare i ragni, perché altrimenti fra mezzora lo faranno loro e sai che non sarà la stessa cosa..."

Dunque mi son precipitato a dare un'occhiata, ahimé, senza macchina fotografica (ero al mare e non ho avuto tempo per tornare a casa)...

Quindi dovrò limitarmi a descrivere a parole il tutto. Lo spettacolo che mi si è presentato davanti è stato quello di una grossa colonia di ragni appartenenti alla famiglia Pholcidae (insomma quelli casalinghi con zampe lunghe e corpo minuscolo che ben conoscete), e fin qui niente di strano, ragnatele ovunque e via...

Ma quello che ha colpito la mia attenzione è stato rinvenire, più o meno in maniera diffusa, vecchie tele orizzontali a drappo abbandonate, probabilmente di qualche Agelenidae, magari Tegenaria sp.

Mia zia (che spesso va nella rimessa dei vicini perché hanno attrezzi in comune per l'orto) mi ha spiegato che "fino all'anno scorso era pieno di ragni dentro il buco" e mi ha fatto notare anche che gli stessi ragni in estate se li trovavano a girare dentro casa (presumo maschi erranti)...

Poi da un certo punto in poi (dopo l'estate 2006) la rimessa è stata abbandonata da questi "ragni nel buco" e si son diffusi "sti ragni che ballano sulla ragnatela e che sono tutto zampe" :D (appunto i Pholcidae che ho ritrovato).

 

Tutto questo raccontone per farvi presente che c'è stato una specie di "cambio di guardia aracnidi" all'interno della rimessa.

Sinceramente mi piacerebbe capire cosa è successo...

Mia zia mi ha assicurato che non son mai stati usati pesticidi e che da anni la rimessa non veniva pulita, e che tra zanzare, mosche, grilli etc i ragni ne avevano da mangiare...

Quindi perché una intera colonia di Agelenidae avrebbe dovuto sloggiare lasciando spazio alla nuova colonia di Pholcidae?

Oppure la "coabitazione" fra le due colonie non era possibile e, per motivi a me sconosciuti, i Pholcidae hanno avuto la meglio?

Però mi è capitato più volte di vedere sia Pholcidae che Tegenaria sp. "mischiati" all'interno dello stesso posto...

Magari la vecchia colonia è stata influenzata da qualche cambiamento nell'ambiente, o da qualche predatore che ha vita facile nel cacciare Agelenidae ma non Pholcidae, etc?

 

;) :lol:

 

Se qualcuno mi sa aiutare, gliene sarei veramente grato. :)

 

Ps, la rimessa ora è (ahimé) una terra di nessuno, il massimo che ho potuto fare è stato scacciare a scopate il maggior numero di Pholcidae possibile prima che arrivasse il vicino settantenne con un'arma alla ghostbusters... :(

Link to comment
Share on other sites

Sono riuscito a scovare che i pholcidae sono abilissimi nel rubare le prede di altre varie specie (agelenidae comprese).Mi spiego meglio: spesso si appostano vicino alle tele degli altri ragni e non appena le prede riescono a sfuggire loro sono lì pronti a catturarli.So che questa non è la causa della scomparsa delle agelenidae però ti rimando direttamente alla discussione in cui si parla del fastidio che questi spilungoni creano alle altre specie anche se non so fino a che punto possa esserti utile .

 

http://forum.aracnofilia.org/lofiversion/i....php/t4949.html

Link to comment
Share on other sites

Son andato a leggere la conversazione che mi hai linkato, evidenzio un punto...

 

I Pholcidae sono molto abili a sfruttare le tele degli altri ragni: nella mia casa di campagna trovo sempre esemplari di Pholcus phalangioides che tessono immediatamente sotto il "lenzuolo" di Tegenaria parietina. Quest'ultima non è un predatore infallibile, e se non è proprio affamatissima i suoi attacchi alle prede sono piuttosto lenti e svogliati, soprattutto se queste sono piccole (Lidia ha osservato recentemente lo stesso comportamento in Agelena labyrinthica). Un qualsiasi Insetto, per sfuggire alla tela dell'Agelenidae, può "scavalcarla" o perforarla: in entrambi i casi il Pholcidae è prontissimo a farlo suo, oltretutto i Ragni di questa famiglia, tessitori eccezionali, non temono pungiglioni di alcun tipo.

 

Ora, non so effettivamente se la "transizione" fra le due colonie sia avvenuta in maniera graduale, o una è comparsa dopo l'altra... Secondo me è il primo caso, perché magari chi osservava la rimessa (mia zia) rimaneva molto più colpita dalla presenza di un Agelenidae che magari da qualche tela di Pholcidae che stava nelle vicinanze (o sotto, come dice Migdan)...

Oltretutto tenderei ad escludere i Pholcidae come causa principale, visto che mi vengono descritti più come degli opportunisti.

Quindi in teoria la convivenza fra le due colonie era possibile eccome, magari i Pholcidae erano in numero minore all'inizio.

Quello che mi fa venire un minimo di idea, è la faccenda del "pungiglione" citata da Migdan. E' chiaro che nella rimessa spesso e volentieri girassero vespe, non vorrei che un minimo di strage l'avessero potuta creare loro nei confronti degli Agelenidae, mentre i Pholcidae riuscivano a evitare tranquillamente la minaccia.

Insomma, non so, magari sto solo viaggiando con la fantasia, andrò a cercare anche qualche discussione sulla predazione dei ragni da parte delle vespe (soprattutto nei casi dove il ragno tesse una tela con un buco/tunnel).. ;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.