Jump to content

fallimento allevamento grilli


Guest grillo
 Share

Recommended Posts

Col mio primo allevamento di grilli ho fallito miseramente.[V]

Sono morti tutti o quasi senza capire il motivo, ho sempre tenuto il fauna box provvisto di acqua e cibo(insalata e croccantini per gatto).

Sarà stato un problema di umidità,troppo calore,ola dieta sbagliat?

Illuminatemi please!![?]

Link to comment
Share on other sites

Azz, proprio per questo che voglio evitare di allevare grilli, mi sembra un po' difficile.

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

Guest Satanika

Prima cosa considera il fatto che la longevità dei grilli non è molto alta. Se gli esemplari con cui hai iniziato l'allevamento erano già maturi (femmine con ovopositore e maschi con ali ben formate) non sarebbero comunque sopravvissuti ancora per molto.

 

[Temperatura]

Io ho il riscaldamento autonomo e la temperatura qui a casa è di circa 24°C giorno 21°C notte. Nelle teche dei ragni solitamente (di giorno) c'è una temperatura media di 26°c. Non ho mai misurato la temperatura nelle teche dei grilli, ma considerando che stanno in normali faunabox, non credo superi quella ambientale.

Il fattore temperatura diventa importante quando e se vuoi mettere le uova in incubazione (per aumentare la percentuale di schiusura e velocizzarne il processo)ma, se non hai fretta e non hai bisogno di una valanga di grilli, puoi lasciare il tutto a una temperatura ambientale "relativamente" bassa.

 

[uumidità]

Se hai inumidito la teca dei grilli hai fatto una bella vaccata perche non sopportano l'umidità.

Come consiglio (se vorrai riprovare) ti consiglio di inserire un contenitore per l'acqua (solitamente uso coperchi di barattoli preferibilmente in plastica non troppo alti) e riempirlo intermaente di cotone (o di altro materiale assorbente). Tutto questo perchè i grilli sono in grado di affogare anche in una goccia d'acqua (mi è addirittura capitato diverse volte di trovarne uno morto sul cotone ^___^;:).

 

[la terra]

Il contenitore con la terra dove i grilli dovranno depositare le uova dovrà essere alto almeno un paio di centimetri (io utilizzo dei fondi di bottiglia tagliati), accessibile, coperto da una rete che impedisca loro di interrarsi e mantenuto sempre abbastanza umido (ma senza esagerare). Ti sconsiglio di utilizzare un nebulizzatore (se lo fai dovrai togliere ogni volta il contenitore dalla teca) piuttosto usa una siringa.

 

[altro] ^__^

Evita di offrire spesso l'insalata che può provocare dissenteria. Considera che i grilli sono delle fogne e se non ti preoccupa cambiare il cibo ogni 1-2 giorni (per via delle muffe) puoi offrir loro praticamente qualunque cosa.

Esistono dei cibi specifici (se sei di Milano puoi trovarli da Reptilia) ma sono costosi e (a parer mio) inutili.

 

[per concludere]

Quando ci si imbarca nell'allevamento dei grilli bisogna considerare l'impegno che questo richiede.

E' sicuramente più impegnativo creare e portare avanti un'allevamento di grilli che gestire un paio di terafosidi.

 

Per ora credo possa bastare, ma se ti servono altre informazioni/consigli non esitare ^___^.

 

Saluti

Lorenzo

Link to comment
Share on other sites

Guest data_morph

A mio parere credo che i tuoi grilli possano essere stati eliminati della gastroenterite, motivo spesso di decimazione di allevamenti; provocargliela è più facile di quello che sembra, basta dargli troppa verdura oppure verdura o cibo avariato o peggio ancora ammuffito(prima di offrirli ai tuoi animali puoi metterli un paio di giorni in un fauna box con il fondo di cereali e osso di seppia tritato per farli diventare delle "compresse al calcio"), come cibo la migliore scelta sono cereali come substrato e verdure fresche, ogni tanto un po' di proteine per evitare il cannibalismo(pellettati per gatti o cani, rigorosamente del tipo light per evitare eccessi)la temperatura ideale è sui 28gradi, così che avrai sempre grilli di tutte le taglie anche per gli sling più piccoli; come specie ti consiglio il grillo nero(più resistente e grande dell'acheta domestica).Ora devi scegliere se vuoi ellevarli o semplicemente mantenerli al meglio(se li mantieni bene ti nascono praticamente da soli)BUON ALLEVAMENTO

 

Ciao Raoul

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

 

Raul, mi permetto di dissentire almeno in parte.

 

1.Le muffe provocano dei problemi ai grilli e questo è vero, ma non al loro appartato digerente bensì ai loro polmoni (sono esterni).

2. Il cibo avariato è dannoso a seconda del tipo di cibo perchè potrebbe contenere sostanze chimiche aggiunte dall'uomo ma ad esempio una mela marcia (sbucciata of course!) ai grilli piace molto e non gli fa alcun male... è che puzza![xx(]

[xx(]3. Se i grilli sono il cibo esclusivamente del ragno, non occorre renderli un concentrato di calcio perchè i teraphosidi non sono vertebrati. Se proprio vogliamo assicurarci che il quantitativo di calcio (che serve anche ad altre cose) sia stato fornito a sufficienza andrà bene un pezzettino di grana sbriciolato.

4. Attenzione al cibo per cani e gatti: alle scatolette per il discorso al punto 2 e alle "crocchette" perchè stimolano la sete (e i grilli sono già assetati un casino di loro)! A questo proposito consiglio l'utilizzo delle micro-pallette per tartarughe neonate perchè si possono inumidire e quindi sono più apetibili e facili da mangiare mantenendo tuttavia le loro proprietà in quanto studiate apposta per stare in acqua.

5. Che piaccia o no i grilli sono cannibali gioiosi e non c'è casetta e buon cibo che tenga. Questo è un problema che si può arginare, che si può arginare bene, ma che non si può eliminare (proteine o no).

6. La temperatura è un discorso un po' più complesso, riassumo dicendo che, senza arrostire/surgelare i grilli, si può stabilire una media di 22°C (cmq mai sotto i 20°C) la notte e da 26°C a 28°C di giorno. NB Nei fauna box di solito la temperatura è 1/1,5 gradi in più perchè il ricambio d'aria è limitato alla sola parte superiore (è sufficiente).

7. I grilli odiano la troppa umidità, mantieni la percentuale "ambiente".

8. Ultimo punto (finalmente!) i grilli neri hanno un canto più bello, hanno una minore tendenza a saltare (ma se lo fanno saltano molto in alto), sono un po' più corpulenti e si mangiano di meno (sarà perchè trombano di + [?][:D]) ma haimè sono sin da piccolini molto più coriacei e francamente non ti consiglio di dare questa specie ai tuoi slings, ma di scegliere l'acheta domestica (notate come non so il nome corretto di "quelli neri"[:D])

 

Ciò detto, grillo, puoi consultare il sito www.amiciinsoliti.it come suggerito da giantsquid per l'accoglimento delle uova e successivamente dei nuovi nati.

 

Se ti va riprovaci, hai tutto il mio appoggio[^] (e comprensione[:D])

Buona fortuna

Dany

Link to comment
Share on other sites

Guest gabriele

[8]

il mio allevamento è stato decimato dalle pulci, li tenevo in un grande cassone di 1 m x 1 m di plastica con tre centimetri di torba come substrato abbeveratoio di spugna sempre bagnata e come cibo davo un pastone fatto da me composto da verdura tritata(30%), cibo x grilli flucker's(20%), croccette x gatti (10%) e scarti di frutta (40%) 200grammi bastavano x 2 settimane e il cannibalismo era minimo.

poi ho avutola bella di lasciar areare e le piccole, bastarde,

f$%&£te, stronze puci hanno approfittato. tolti i cadaveri ho contato più o meno 800 grilli morti e una trentina di sopravvissuti.

da allora licompro a seconda del bisogno.

[8]

 

..Un giorno il nostro alito finirà per bruciarci le sopracciglia..

Link to comment
Share on other sites

quote:Originally posted by gabriele

 

 

da allora licompro a seconda del bisogno.

 


id="quote">id="quote">

 

E l'avrei fatto anch'io se non fosse che al costo dei grilli (e guarda che me ne vanno via parecchi!!) devo aggiungere ogni volta il costo della benzina di 12+12km (A/R)[:0] per andarli a prendere alle 6 e 1/2 di sera col traffico[:D!] del centro di Milano!

 

Dany

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, io con i grilli mi sono trovato benissimo subito, forse la decimazione è avvenuta semplicemente per vecchiaia.

Proprio in questi giorni sto raccogliendo i neonati della terza generazione (la prima sono quelli che ho comperato), sono veramente tanti, ho avuto una percentuale di schiusa davvero elevata! Ed ho trovato delle uova sparse per la scatola, si vede che ci hanno preso gusto!

 

Grillo, fai bene a riprovare, secondo me hai avuto solo sfortuna.

Se vuoi vatti a leggere il mio post sull'allevamento di grilli.

 

Ciao

Danilo

Link to comment
Share on other sites

Guest iciocava

L'altro ieri mi sono nati i primi grillini, ora se vado a vedere il contenitore ne saranno nati ancora, mi sono morti molti grilli però, e non so di preciso per quale motivo. ho l'impressione di aver tenuto il contenitore per la deposizione troppo umido, mi si sono formate delle muffe sulla superficie....ora vedo come prosegurà.

I prossimi grilli che prenderò saranno quelli neri

Maurizio

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti! Dunque in realtà i Gryllus campestris (quelli neri) non sono poi così tanto pù resistenti degli Acheta domestica, ma c'è da dire che gli Acheta domestica che si trovano attualmente in circolazione sono tutti o quasi colpiti da un virus che decima intere popolazioni. Molti allevamenti inglesi hanno dovuto cambiare specie perchè non si riesce ad estirpare questo virus.

La nuova specie in commercio ha le zampe più lunghe, è più chiara ed ha una o due bande trasversali nere sul tergite (dietro la testa), assomiglia parecchio ad Acheta dalmatina (e subito pensavo che lo fosse). Questa specie è tropicale e non risente del virus, ma ama anche maggiormente il caldo.

Il mio consiglio è di allevare Acheta assimilis, molto simile ad A. domestica ma più grossa e scura (non nera, solo marrone più scuro).

Le sto allevando (me le ha fornite Roberto di amiciinsoliti) da non molto e si presentano come la migliore soluzione di resa-canto basso e non fastidioso-prolificità-scarsa attitudine al cannibilismo (devono bere!!). Io le mie le allevo in fauna box senza substrato (facili da pulire e i grilli se ne fregano), con cartoni delle uova e tubi di cartone pressati come tane e soprattutto l'utilissimo beverino, un semplice beverino per canarini. Per evitare che ci si infilino dentro affogandosi (che deficienti di animali...) ho messo un pezzetto di carta a tappare il buco dove scende l'acqua, così questo rimane sempre tappato ma l'acqua scende lo stesso (e anche se non scende bevono dal pezzetto di carat umido).

Il tappo con spugna umida lo uso solo per i giovani perchè le femmine adulte tendono a deporre le uova dove sentono umido, rendendo la spugna una schifezza nell'arco di un giorno.

Ciao

 

Emanuele

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.