Jump to content

Cambogia- breve avventura nel paese dove mangiano i Theraphosidae


Martish
 Share

Recommended Posts

Carissimi,

volevo condividere con voi questa esperienza che ahimè, non ha proprio nulla di scientifico! :lol:

 

Prima di partire per la Cambogia sapevo ovviamente dell'esistenza della frittura di migali... E' un usanza anche piuttosto recente, dato che risale al periodo in cui i Khmer Rossi e Pol Pot affamavano la popolazione; non è andata poi perduta perchè durante tutta la durata della guerra civile, finita ufficialmente nel 1997, la carestia si è fatta sentire e sicuramente nelle parti meno turistiche si sente tutt'oggi.

 

Il mio obiettivo era alto: scoprire che specie fossero realmente quelle cucinate e trovare i ragni nel loro habitat. Vi dico subito che non mi è riuscita nessuna delle due cose!

 

Ma andiamo con ordine:

Dopo diversi tentativi di ricerca andati a vuoto nella zona di Siem Riap, dove alcune guide cartacee sostengono vi siano addirittura allevamenti; dopo aver discusso con un po' di cambogiani che non avevano idea di dove trovarle (in effetti la richiesta era curiosa! :P ) e dopo essermi scoraggiata dal cercarle da sola, dato il problema delle mine che non è da poco, sono finalmente giunta alla capitale, Phnom Penh.

Là mi sono arresa al fatto che questa cosa dei ragni fritti è decisamente un'attrazione turistica... ​Come dimostra bene questa insegna di un ristorante, con un bel geko incluso:

 

2016_11_30-17_19_10_d3f58.jpg

 

Siamo comunque andati a Skuon, un paese vicino noto per la cucina di aracnidi e insetti, e abbiamo trovato diverse bancarelle...​

 

2016_11_30-01_31_35_2117f.jpg

 

Questa ricetta contemplava sicuramente l'uso della conserva di pomodoro; per amore della scienza ho assaggiato una zampa: era buona! Non so a cosa paragonarla ma il sapore è molto delicato... Il resto del ragno non sono riuscita a mangiarlo perchè quando ho visto che era un esemplare gravido mi è venuto un attacco di tristezza infinita :P

 

Ad ogni modo, come spiegavo ai cambogiani ricevendo in cambio questa espressione :mellow: , io i ragni li volevo vivi!

E c'erano: tutti insieme dentro un secchio...

 

2016_11_30-01_40_06_4f80d.jpg

 

 

La signorina mi ha mostrato un esemplare tutta fiera e poi se lo è messo addosso... Era decisamente ridotto male e non aveva nulla della velocità delle migali asiatiche... La scalava piano, ma in modo sempre e comunque molto elegante :wub:

2016_11_30-01_43_18_0959d.jpg

 

2016_11_30-01_43_33_f3de1.jpg

 

Ho agito d'istinto e ho comprato a ben 4 dollari quattro migali vive, compresa quella che passeggiava sulla ragazza!

Qui ho scoperto cose interessanti...

Sapevo che per cucinarle venissero tolti i cheliceri: ma a quelle che devono sostare nel secchio, per non farle morire subito, vengono incollati i cheliceri... La nostra guida ha chiesto con cosa ma non è riuscita a tradurlo in inglese... Come mi ha detto Carlo, deve esserci dell'amido di riso perchè con pennello e acqua la situazione migliorava leggermente.

 

Lungo la strada del ritorno, siccome erano in coppia in due bustine di plastica :ph34r: , ho recuperato al mercato quattro barattoli e in albergo le ho separate.

 

2016_11_30-01_53_18_8304a.jpg

 

2016_11_30-01_53_36_2a2d1.jpg

 

​All'inizio erano tutte insieme in uno poi ho trovato anche gli altri tre!

2016_11_30-01_53_50_2fe12.jpg

 

Mentre spennellavo i cheliceri con l'acqua qualcuna si è anche immobilizzata a bere!

Ho lasciato loro un bicchierino colmo e... Non avendo potuto prelevare della terra prima di arrivare a Phnom Penh si sono dovute accontentare del rametto che mi ha dato la ragazza, raccomandandosi sul fatto che con quell'erba rimangono vive...

Non volevo andare contro la credenza di un'autoctona ma... La mattina dopo una delle piccole era morta! Con la zampa dentro il bicchierino...

 

Non le ho nutrite perchè erano già assolutamente stressate. Putroppo non credo sia possibile identificarne la specie, hanno una livrea piuttosto massacrata! Ne ho trovate altre la sera stessa in un ristorantino, dove le tengono insieme tipo aragoste! Sono però riuscita a recuperare una ricetta con il pepe di Kampot, se a qualcuno interessa! :lol:

 

2016_11_30-02_03_25_bd18a.jpg

 

2016_11_30-02_03_40_3e970.jpg

 

L'avventura si conclude la mattina dopo. Dovevo liberarle per forza con la luce perchè stavamo andando verso le isole e liberarle in un' area chiusa non mi sembrava una buona idea! Ho trovato un prato dietro un "autogrill" e le ho lasciate che si avviavano verso i campi...

 

Quattro giorni dopo, contro ogni mia aspettativa, abbiamo fatto sosta esattamente nello stesso posto! Ho recuperato le pinze che mi ero dimenticata nel terreno e ho visto che di loro non c'era più traccia! Neppure di quella morta!

 

I cheliceri erano ancora molto poco mobili e dubito si siano salvate... Però è stato bello averle con me per una notte.

Erano davvero magnifiche, anche se spelacchiate! :wub:

Link to comment
Share on other sites

Bell'esperienza non c'è che dire.

Comunque non per fare il guasta feste, ma il fatto che non ci fossero più non è indice che se la siano sviganata con le loro gambe :)

Link to comment
Share on other sites

Marta, hai tutta la mia più sincera ammirazione, bellissimo viaggio, bellissima iniziativa, complimenti! Grazie di aver condiviso!

ps. al raduno mi darai la ricetta ^^

Link to comment
Share on other sites

:wub:

 

Purtroppo Gabriele lo so, io le ho viste zampettare ma il fatto di non averle trovate non esclude l'intervento di un predatore (cambogiani compresi! :P )

 

Anche perché le due femminone non passavano inosservate, erano belle grandi! Tornata a casa ho guardato le mie giovani migali e le ho viste piccole come pulci! :lol:

 

Ivo, certo che ti allungo la ricetta! ^_^

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.