Vai al contenuto
Reptilia00003

Scolopendra oraniensis - Esperienza d'allevamento

Recommended Posts

Apro questa discussione per parlarvi un po' della mia esperienza con Scolopendra oraniensis, piccolo ma aggressivo e tenace Miriapode nostrano.

Il colore è molto bello e le dimensioni contenute, ma il morso è anche più doloroso della puntura di una Polistes sp.

Finora l'ho stabulato in un terrarietto da trasporto per insetti da pasto come grilli, camole ecc..., e va più che bene.

Sul fondo vi sono 3 cm di terriccio universale e un pezzetto di muschio sotto il quale l'animale si rifugia.

Finora l'ho alimentata con tisanuri, piccole blatte (Loboptera decipiens) e sling di ragni.

Conosco posti dove è diffusissima, e ho notato anche presunti piccoli della specie, ma ho preferito prelevare un solo esemplare non sapendo esattamente come allevare la specie, per evitare perdite di esemplari evitabili.

Ma sta procedendo alla grande.

L'umidità non è molto alta, e l'animale non ne necessita eccessivamente dato che proviene da zone molto secche dell'entroterra siciliano, siamo alle pendici dei Monti Sicani, mentre una popolazione si trova più a sud scendendo verso Lucca Sicula.

Ma tendo comunque a mantenere una zona secca e una zona umida, che sarebbe quella col muschio.

La notte esce allo scoperto e si nutre.

Un paio di foto (qualità scarsissima, non dispongo di apparecchiature eccezionali ma accontentatevi, è il massimo che riesco a fare <_< )​, dove potete vedere l'animale nutrirsi di uno sling di Loxosceles rufescens:

2016_11_01-19_47_04_af23f.jpg

​​

2016_11_01-19_49_39_6392a.jpg

 

2016_11_01-19_52_04_4c146.jpg

 

2016_11_01-19_53_45_8d93e.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho nebulizzato, e il Miriapode ha bevuto molto.

E' promettente, vedrò come si evolverà la situazione in futuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fai attenzione a nutrire la scolopendra con ragni velenosi (Loxosceles, Steatoda, Cheiracanthium ...) perché le scolopendre attaccano le prede senza curarsi troppo della loro ritorsione e spesso si lasciano mordere.

A me è capitato che una Scolopendra cingulata ha predato una Steatoda nobilis che è riuscita a morderla per un attimo prima di essere staccata.

Il punto del morso è diventato rapidamente nerastro e dopo qualche giorno la scolopendra è morta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok grazie del consiglio.

Hai mai provato, oltre che con la Scolopendra cingulata, con l'oraniensis?

Scusate il corsivo sono in mobile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.