Jump to content

Morso da un Steatoda paykulliana


Recommended Posts

Data: 24-09-2016

Luogo: Firenze, (Colline Fiorentine)

Ore: 17:00

 

Ciao a tutti scrivo qui per riportare la mia esperienza perchè non ho trovato molti argomenti a riguardo. Ho una piccola azienda agricola sulle colline Fiorentine, oggi mentre stavo lavorando ho preso un paio di guanti che avevo appoggiato su un tavolo ieri, mentre li indossavo nel guanto destro ho avvertito un dolore acuto tra il mignolo e l'anulare (come la puntura di un ago), mi sono immediatamente sfilato il guanto è trovato sulla mia mano il ragno della foto. I sintomi sono stati quasi immediati: un forte fastidio che si è irradiato gradualmente, nei minuti subito successivi era localizzato al dito poi si è spostato su tutta la mano e piano piano è salito fino a sotto l'ascella (smetteva da una parte e iniziava dall'altra) tutto cio per le 3 ore successive fino a sparire e rilocalizzarsi intorno al punto di morso. Ora come da foto ho un arrossamento della parte, un puntino dove sono entrati i cheliceri, una lieve sudorazione del dorso della mano (con una sensazione quasi di freddo) un indolenzimento localizzato tra le dita, una sensazione di formicolio localizzata sulla punta delle dita e un leggero gonfiore. (Istintivamente ho preso il ragno con l'altra mano guantata e l'ho conservato per il riconoscimento, avevo letto che qualsiasi cosa velenosa ti morde va conservata per il riconoscimento successivo al centro antiveleni)

 

 

wPQqCN.jpg

g89ZnV.jpg

Link to comment
Share on other sites

Grazie Lorenzo per il report.

Come ti ho detto privatamente, l'esemplare in foto è una Steatoda paykulliana e come tutte le Steatoda, parenti strette delle più pericolose vedove (genere Latrodectus), possiedono un veleno neurotossico maggiormente attivo rispetto ad altri ragni locali.

Nonostante ciò non risultano ad oggi specie di rilevanza medica perché i sintomi non arrivano mai ad essere gravi, ovvero a necessitare di terapie ospedaliere d'urgenza.

 

I sintomi che riporti, a cui si potrebbero aggiungere gonfiore dei linfonodi ascellari, lievi crampi muscolari locali o sistemici (addominali solitamente) e parestesia della zona colpita, sono compatibili con gli effetti neurotossici del veleno di questi animali. La sudorazione localizzata (diaforesi) è un sintomo spesso riportato.

Tali dovrebbero rimanere sempre in una forma lieve e transitoria, tanto da non rendere obbligatorie terapie particolari.

 

Come quelli del Centro Antiveleni ti hanno detto, non c'è molto da fare per ora se non aspettare e verificare che i sintomi regrediscano.

In genere per questi casi sono solitamente consigliati analgesici per ridurre il dolore (ma non mi sembra il caso dato che tu parlo solo di indolenzimento) e l'assunzione di integratori a base di calcio, potassio e magnesio. Questi andranno a favorire il recupero delle funzioni nervose compromesse dalla neurotossina.

 

Tienici aggiornati su come i sintomi evolveranno. Vedrai che passerà rapidamente :4fuu9h1:

Link to comment
Share on other sites

Ore passate dal morso: 17

 

Buongiorno la notte è passata con dei dolori abbastanza marcati nelle zone della mano e della parte bassa del polso, i sintomi sono rimasti quasi invariati, se non per la sudorazione che si è un po accentuata (dormo con la mano tra le lenzuola e il cuscino a mo di spatola sotto la testa e nel punto l'ho trovato bagnaticcio) . Una cosa che ho notato, avendo sofferto una volta di un risentimento al nervo per schiacciamento, il dolore è molto simile, come se qualcuno ti premesse sul nervo forte con un dito!

 

 

Ore passate dal morso: 24

 

L'arrossamento sta quasi passando, si nota solo un area rosina intorno alle nocche, la sensazione di formicolio è rimasta, il dolore si sta man mando attenuando, la sudorazione persiste con una sensazione di pelle umida con piccoli spilli!

 

Ore passate dal morso:30

situazione invariata dalla precedente ho notato che con un po di ghiaccio si ha una sensazione di sollievo locale.

 

Ore passate dal morso: 44

Sono spariti quasi tutti i sintomi la sudorazione e diminuita fino a concentrarsi a una piccola area della mano, il dolore è quasi del tutto sparito, ho una lievissima sensazione di informicolamento e ho notato un aumento della sensibilità locale (passandoci sopra la mano è la stessa sensazione di quando vieni punto da un cactus o dopo una bruciatura)

Link to comment
Share on other sites

Report molto interessante!

Immagino tu abbia contattato i medici del Centro AntiVeleni di Firenze, lì conosco tutti personalmente e ti garantisco che sono dei medici eccezionali (sarei curioso di sapere con chi hai parlato in prima persona!). Non aggiungo molto rispetto a quanto ha già detto Carlo! Tutto il corredo sintomatologico (il dolore neuropatico, la diaforesi, le disestesie) immagino sia fastidioso, tuttavia non penso che la tossina determini una degenerazione nervosa tale da indurre un dolore neuropatico cronico. In ogni caso un po' di integratori (a cui aggiungerei soprattutto vitamine del gruppo B ) non hanno mai fatto male a nessuno :)

Link to comment
Share on other sites

sinceramente non ricordo il nome ma ho parlato con una ragazza altro non ti so dire =( molto carina e professionale, l'unica cosa che mi mancava al momento del morso era la famiglia e la razza del ragno che ho scoperto poi dopo qualche ora tramite ricerca su internet confermata anche poi da carlo privatamente!

Link to comment
Share on other sites

Sì non volevo intasare con troppi post allora ho fatto un post con tutte le sensazioni che ho avuto nelle ore successive. Ieri ho riparlato con Careggi mi hanno consigliato come giustamente dicevate voi il neurofen un integratore a base di vitamina b. Mi hanno anche chiesto di mandargli una foto della lesione perché sul loro database risulta un ragno con un veleno necrotico e quindi c'è il rischio di un ulcera. Anche se non è il mio caso perché la ferita risulta chiusa e priva di aureola rossa.

ore passate dal morso 90 tutti i sintomi sono passati e rimasto solo un prurito.

Link to comment
Share on other sites

 

 

veleno necrotico e quindi c'è il rischio di un ulcera

 

No No, non è così. Non facciamo confusione.

Tutti i ragni del genere Latrodectus e Steatoda, ragni molto affini, hanno un veleno prettamente NEUROtossico. La differenza è nella tossina: Latrodectus hanno una particolare tossina molto attiva, e infatti è stata chiamata latrotossina. In Steatoda questa tossina non è presente, e infatti non risultano pericolosi tanto quanto Latrodectus.

 

Stando a vari lavori (Vetter & Isbister 2008; Isbister, 2011;....) prevalentemente americani e australiani dove infatti Latrodectus rappresenta un problema sanitario, i sintomi locali sono quasi sempre invisibili o circoscritti a rossore e leggero gonfiore. Solo in sporadici casi si riscontra leggera lesione dei tessuti ed ematoma ma niente a che vedere con necrosi.

Il problema sai qual'è? Che intanto sul web c'è una confusione pazzesca, tanto che se cerchi "morso di ragno" ti esce di tutto e spesso sono immagini e documenti inattendibili e sbagliati.

In secondo luogo i medici non sono preparati sui morsi di ragni e sparano cose a cavolo. Non scherzo, e la nostra collaborazione quotidiana con quanti ci chiedono supporto ce lo dimostra... Basterebbe un po di amor proprio e ammettere che se una cosa non la si è studiata, allora non la si sa. E sarebbe preferibile rivolgersi a chi padroneggia la materia invece di sparare a caso...

Infine, purtroppo, la gran parte dei report scientifici viene pubblicata con il "presunto" riconoscimento della specie colpevole. Insomma un bel po di caos.

 

Se hanno bisogno di info digli pure di contattarci, sulla mail o al tel se gli rimane più comodo. Collaboriamo già con altri centri antiveleni e non sarà un problema dare supporto anche a loro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.