Jump to content

Lasiodora parahybana


MatteoG
 Share

Recommended Posts

Lasiodora Parahybana

 

Sottofamiglia: theraposinae

Nome scientifico: Lasiodora parahybana (Mello-Leitao, 1917). Il nome deriva dalla regione brasiliana detta Parahiba (Campina Grande)in cui questa specie è diffusa.

Nome comune: Bazilian Salmon Pink (...brasiliano rosa salmone),

Note alla nomenclatura: nessuna

 

Diffusione: Brasile.

Abitudini: araneide terreste, principalmente notturno – Tana: opportunista

Habitat: Lasiodora parahybana è un ragno diffuso nella foresta pluviale amazzonica dove dimora in tane di fortuna, spesso interrandosi (semi-burrowing).

Aggressività media: 6 . Le Lasiodore sono ragni mediamente aggressivi. Il veleno non è particolarmente potente.

Rapidità di crescita: alta.

 

Descrizione: Le Lasiodora sono tra i "giganti" della natura. Seconde solo al genere Theraphosa (theraphosa blondi e theraphosa apophysis), gli esemplari femmina raggiungono facilmente gli 80-90 mm di lunghezza (200 mm legspan) mentre i maschi sono leggermente più piccoli e maturano sessualmente in circa 18-24 mesi, due anni prima delle femmine.

Il carapace è di colore marrone piuttosto scuro con bordature tendenti nettamente al rosa, molto contrastate sul carapace dove creano un effetto veramente affascinante. L'ophistosoma è marrone scuro, ricoperto di una peluria rosea, piuttosto fitta. La livrea delle zampe è marrone, scura, con due linee pallide su tibia e patella. Le setae urticanti prendono un colore chiaro e distribuendosi in modo uniforma sulla notevole massa corporea, contribuiscono alla bellezza di questo esemplare.

Particolarità: speroni tibiali presenti nel maschio.

 

Allevamento: la Lasiodora è un ragno molto diffuso nell'allevamento, sia per le sue dimensioni veramente notevoli, sia per i fatto di essere più resistente delle theraphose a condizioni climatiche avverse. Necessita di un terrario di medie dimensioni (40 cm x 30cm x 20cm H) con substrato in terriccio o torba, piuttosto spesso, in quanto talvolta adatta la propria tana scavando nel terreno di 5-6 cm. Il terriccio deve essere mantenuto umido. La temperatura consigliata è di 24-27°C, con una umidità relativa del 75-80%. Lasiodora è un ragno decisamente vorace e va tenuto ben nutrito; la sua dieta è molto varia e prevede insetti (di dimensioni considerevoli come cavallette), grosse larve (camole, caimani) e all'occorrenza anche piccoli vertebrati. E' necessario predisporre una zona del ternario riparata in cui il ragno possa stabilire la sua dimora (una corteccia d'albero o un mezzo vaso di coccio).

Particolarità: nessuna.

 

Accoppiamento e riproduzione: Quando la femmina è in stato recettivo, il maschio non ha problemi a portare a termine l'accoppiamento in tempi rapidissimi. Dopo circa un mese dalla muta di maturazione sessuale del maschio quando la tela spermatica è pronta si può introdurre l'esemplare nell'area della femmina. Il maschio incomincerà a battere con i pedipalpi il terreno per sondare la disponibilità della femmina all'accoppiamento. La femmina generalmente ignora il maschi per qualche minuto, poi, se è disposta ad accoppiarsi, comincia a sua volta a battere i pedipalpi. Quando il maschio si fa troppo invadente può essere attaccato dalla femmina e ucciso: è dunque meglio disporre di una teca piuttosto grossa, in modo da non perdere inutilmente il ragno, qualora la femmina non mostri alcuna intenzione di portare a termine l'atto.

Se la femmina è invece recettiva i due si avvicinano finché il maschio, con fare fulmineo riesce a piegarla all'indietro ed inserire gli emboli (generalmente entrambi) e fecondarla.

Dopo circa otto settimane viene prodotto il bozzolo delle uova, la cui incubazione è molto lenta (12 settimane circa). Quando i piccoli emergono dal cocoon tessono una tela comune in un angolo nel pressi della tana e rimangono uniti fino alla prima muta. Sono noti casi in cui da un solo cocoon sono nati più di duemila spiderling.

 

Mercato: specie mediamente diffusa. L'alta produzione di piccoli contribuisce a mantenere i prezzi di mercato piuttosto bassi.

 

 

****ARACNOFILIA****

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 3 weeks later...
  • 3 weeks later...

Io ne ho una piccola di 4 mesi di età: è già possibile capirne in qualche modo il sesso? Come si riconoscono i peroni tibiali nel maschio di cui parli? (Scusa l'ignoranza.......[:D])

Link to comment
Share on other sites

Guest volothar

I peroni tibiali li vedrai solo in un maschio adulto, per ora l'unico modo per sessarla è osservare una muta o avere un notevole occhio (esperienza) per capirlo da un'osservazione dell'esemplare come gia detto in altri post.

 

*Enrico*

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.