Jump to content

Ragni in aereo!


Guest Praderwilly
 Share

Recommended Posts

Guest Praderwilly

E' possibile viaggiare in aereo con i propri amici ragni?

Bisogna dichiararli prima dell'imbarco? Se non li dichiaro incorro in qualche multa?

Lo vorrei sapere xchè andrò al reptilia in aereo appunto e penso proprio che ritornerò carico di spiderlings e magari qualche esemplare adulto! Non vorrei avere spiacevoli sorprese o rischiare di dover abbandonare le bestiole a Roma!

Datemi delle risposte che il tempo volge al termine!

Ciao!

 

*Daniele*

Link to comment
Share on other sites

Temo che ce l'avrai piuttosto grama... [:(]

Tutti gli animali imbarcati sull'aereo andrebbero dichiarati (anche sui voli nazionali), per cui preparati a farti vemire i vermi di fronte ad uno svogliato attendente dell'aeroporto... e comunque ci sono poche alternative. E' uno smacco da pagare, per la passione. L'importante è non perdere la calma... (magari fai una telefonatina in aeroporto e alla compagnia con cui voli prima...[;)] tanto per informarti su cosa consiste il controllo e accertarti di poterli trasportare - infatti alcune compagnie NON trasportano animali esclusi i cani-guida per ipovedenti.

 

Io per sicurezza mi porterei dietro una copia del CITES (in cui sia evidenziato il passo che riferisce alle SOLE Brachypelma e tu NON NE COMPRARE) e poi un elenco -fatto a priori prima di arrivare al controllo - con tutti gli esemplari che trasporti... Probabilmente se ne infischieranno e ti lascerenno passare. Sennò pigli il treno e sei a posto!

 

Poi sei libero - a tuo rischio e pericolo - di imboscarli, ma sappi che se ti beccano (la borsa dovrai ben farla passare sotto il rivelatore e li i barattolini - sarà droga, esplosivo? - si vedono benone) passerai parecchie ore a dare spiegazioni alla Forestale sul "perchè li hai nascosti?"-"sono dunque illegali?" etc, etc...

 

Matteo

 

PS: lo so che è pratica comune nasconderseli addosso e spesso non capita nulla, ma io - personalmente - NON lo farei!

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

io la vedo come matteo, mi sa che era meglio il treno.

soprattutto ora che con la storia del terrorismo i controlli in aeroporto sono più duri.

comunque facci sapere come andrà a finire.

 

ciao AL'

Link to comment
Share on other sites

Non voglio smontarti, ma come ho già avuto modo di dire in un altro topic: non è possibile trasportare animali vivi all'interno dell'aeromobile (figurati ragni tropicali velenosi[:)][:)]). E' permesso (salvo precise disposizioni in merito che sono a discrezione delle singole compagnie aeree) trasportare animali vivi nel vano carico dell'aereomobile... ma ovviamente solo in "gabbia" ed in ogni caso ti devi per forza servire di un contenitore pressurizzato altrimenti ti scaricano dei ghiaccioli al posto dei ragni (so che è un volo di linea e quindi non vola particolarmente in alto... ma viaggia anche ad una velocità piuttosto alta[:)]).

 

Io ti posso consigliare: o prendi il treno, o informati prima con la compagnia aerea circa eventuali restrizioni e nel caso non ce ne fossero, metti in conto una bella scatolina pressurizzata.

 

Dany

Link to comment
Share on other sites

Guest Ashuafarm

Terrorismo?

sono andato a Torino in aereo e non ci hanno nemmeno chiesto la carta di identità

Nel mio beauti c'erano 6 ragni all'andata e al ritorno

E nessuno mi ha controllato

ciao Fabrizio

 

P.S. Non si possono trasportare animali ne piante su aerei se non dichiarati

ciao FAbrizio

 

ASHUAFARM

allevamento amatoriale aracnidi

http://digilander.libero.it/fbelfiglio

Link to comment
Share on other sites

qui a Venezia in aeroporto i controlli sono mostruosi.

 

Alvise

Link to comment
Share on other sites

Fuzzio, per piacere.... [:)!]

Il sito non deve "suggerire" comportamenti che -malinterpretati- possono condurre ad azioni illegali, per cui ti chiedo, come già è capitato per altre analoghe situazioni con altri partecipanti, di asternerti da scrivere qualunque cosa tu abbia fatto di contrario alla normativa vigente...

Grazie.

 

Matteo

 

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

ARACNOFILIA.ORG -amministratore

º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°º¤ø,¸¸,ø¤º°`°

Link to comment
Share on other sites

Raga,se nn mi fa difetto la memoria dei miei 3 semi-infelici anni passati in istituto tecnico aeronautico,l'aria esterna ad un volo di linea in quota di crociera può raggiungere e superare i -30 in estate,tra l'altro.Quindi e Kristal ha perfettamente ragione,senza una adeguata attrezzatura,altro che ghiaccioli ti trovi all'arrivo!

 

Per il resto,è vero che tutto va a fortuna,ma se ti beccano,come dice Matteo,sono cacchi poi....

 

 

Loris

Link to comment
Share on other sites

A prescindere da tutto, ragazzi è una questione di civiltà: se io fossi aracnofoba, penso starei da cani sapendo che c'è un tizio sull'aereo che si porta appresso delle tarantole in portarullini fotografici! E allo stesso modo starei male se avessi il terrore dei grossi cani e un posto più avanti è seduto un tizio con un alano al guinzaglio[:D]. Non è questione di se sia logico, razionale o giusto... vantare dei diritti non deve significare ledere quelli degli altri! Siccome non è impossibile trasportare i nostri amici a otto zampe sull'aereo, ma semplicemente è necessario seguire delle regole (che in questo caso sono per la salvaguardia dei passeggeri e non mi pare sbagliato), non vedo perchè non si possa/debba fare uno sforzo in più.

 

Dany

 

PS: forse non ci siamo tanto capiti[?]... guardate che i contenitori pressurizzati ci sono di diverse misure e non costano mica €. 500.000,00.= l'uno!!! Ed inoltre non vanno mica buttati via dopo il viaggio[:D]

Link to comment
Share on other sites

Allora io direi di interronpere questo discorso che non porta da nessuna parte e riassumere il tutto col dire che UFIICIALMENTE in aereo i ragni e ogni altro animale non mettono piede e su cio non ce santo che tenga e così !

Anche perche io i miei ragni in barattoli pressurizzati nella stiva non li lascio .

Poi se alquni di noi lo hanno fatto quelli sono solo affari suoi che in un forum pubblico "LIBERAMATE " leggibile da chiunque NON devono trasparire perchè si rischia !!!!!

 

 

RiKy :-P

Link to comment
Share on other sites

Scusa Ricky,

se con gli "affari propri" ti riferisci al fatto di tenere un comportamento illegale mi trovi d'accordo, non è proprio il caso nè di suggerirlo nè di citarlo se si è i protagonisti.

Devo però dissentire per quanto riguarda il resto. Magari hai scritto di fretta, ma dal tuo post sembra quasi che anche utilizzare contenitori pressurizzati sia rischioso o addirittura vietato.

La scelta è di tipo personale, ok, ma non è giusto dare informazioni sbagliate: se i ragni vengono stivati nel vano cargo possono viaggiare (devono essere dichiarati, naturalmente) tranne nel caso in cui sia espressamente vietato dalla compagnia aerea (ma te ne accorgi prima visto che non ti fanno caricare); ed inoltre è rischioso tanto quanto una normale spedizione, anzi forse meno, perchè tutto il carico viene fissato con forza una volta ultimato il loading per evitare danni all'aereomobile e i ragni viaggeranno in buonissime condizioni.

 

Detto questo, il mio post è stato scritto e rimane come insieme di informazioni in risposta alla richiesta fatta da parte di un "addetto ai lavori", non vuole essere nè un consiglio nè un opinione personale.

Ribadisco il mio invito a non infrangere la legge e lascio la decisione a Praderwilly che è l'interessato.

 

Dany

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Guest Praderwilly

Vi ringrazio tutti x le preziose informazioni! Alle fine ho fatto a modo mio ed è andata tutto bene! .....Al mio paese si dice "occhio che non vede cuore che non duole" ed a quanto pare i raggi x dei rivelatori non vedono molto bene i ragni...specialmente minuscoli spiderling!

 

quote: (Il sito non deve "suggerire" comportamenti che -malinterpretati- possono condurre ad azioni illegali)

 

Matteo ti chiedo di scusarmi ma non mi sono potuto trattenere, le persone intelligenti capiranno che oltrepassare leggermente i confini legali per l'incolumità dei propri animali non è fatto così grave quanto chiuderli in una scatola, spedirli e sperare che arrivino sani e salvi.....pratica, purtroppo, piuttosto comune!!!

 

P.S.: spero sinceramente di non aver creato nessun tipo di disagio al sito per la mia dichiarazione, ma sono dell'opinione che il processo dialettico possa solo giungere alla vera soluzione dei problemi (la guerra poteva essere evitata anche così), quindi prendete la mia esperienza come un dato di fatto che ogni giorno potra ripetersi per la crescente necessità, a quanto pare di tutti, di trasportare i propri animali preferiti! Grazie ancora a tutti!

 

*Daniele*

Link to comment
Share on other sites

Non so a cosa ti riferisci quando dici:

quote:Originally posted by Praderwilly

 

non è fatto così grave quanto chiuderli in una scatola, spedirli e sperare che arrivino sani e salvi


id="quote">id="quote">

 

nel caso si stesse parlando dei trasporti aerei legali gradirei sfatare una volta e per tutte questo mito: i contenitori pressurizzati non fanno rischiare la vita ai vostri ragni! Sono stati studiati appositamente per trasportare animali vivi che, scusate il piano di discussione, valgono milioni e milioni di euro, figuratevi mai se possono non essere sicure!!! Questi "scatolotti" mantengono temperatura, umidità e areazione nelle percentuali e gradazioni desiderate e scusate se è poco.

 

Non voglio fare la paternale a nessuno e perciò la finisco qua, ma se permettete, come "addetto ai lavori", magari qualcosina la so.

 

Dany

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.