Jump to content

Terrario per Acanthoscurria geniculata


Recommended Posts

Buongiorno a tutti!

Come molti del forum anche io sono reduce da Cesena dove sono stato sabato. Non riuscendo a distogliermi dal bancone di Zalix (intorno al quale ho passato oltre un'ora osservando e meditando che forse sarebbe stato meglio aspettare e continuare a studiare un altro pò), mia moglie ha pensato bene di regalarmi un'Acanthoscurria geniculata!!!

Non vi dico il panico....

Giro come un matto per trovare il terrario, il tappetino riscaldante, il termostato, il substrato, ecc. e sono uscito dalla fiera contento come una Pasqua ma anche con una certa preoccupazione data dalla paura di sbagliare qualcosa che possa recare danno al mio nuovo amico.

 

Dopo aver bombardato di domande Zalix ed i suoi collaboratori, che ringrazio per la disponibilità e la pazienza, ho anche fatto notare che come specie da allevare forse non era la più indicata per un neofita.

 

Zalix e compagni mi hanno tranquillizzato un pò tuttavia ancora ho dei dubbi...

 

Sto allestendo il terrario, anzi l'ho già allestito, e sto cercando di farlo assestare prima di trasferirvi il mio ragnetto tuttavia dopo aver impostato una temperatura di 25° ancora le pareti presentano appannamenti...

 

Può dipendere dall'umidità troppo alta del substrato? Sto utilizzando humus sterile (a cui sicuramente aggiungerò della torba) e non vorrei averlo baganto troppo. Qualcuno sa dirmi come ovviare al problema?

Grazie in anticipo a tutti e soprattutto a Zalix che ha convinto mia moglie a farmi questo splendido ma impegnativissimo regalo..

Link to comment
Share on other sites

ciao,

 

mi fá piacere che sei contento del regali di tua moglie :-)

 

per il tappetino riscaldante:

non é che lo hai messo sotto il terrario? Nel caso si, mettilo su un lato del terrario.

 

i vetri si possono appannare se il substrato é abbastanza umidi e la temperatura alta nel terrario. capita anche a me a volte. lascia aperto il terrario per avere una buona areazione e dopo un pó dovrebbe sparire il condenso.

 

 

ciao

 

Z

Link to comment
Share on other sites

Beh che dire un bel regalo anche se sono del parere che il genere Acanthoscurria non è proprio indicato come primo ragno in quanto può rivelarsi abbastanza nervoso e aggressivo.

Passando ai tuoi dubbi il fattore condensa può dipendere dal terrario che può avere un ridotto riciclo d' aria, altrimenti potrebbe dipendere dal sistema di riscaldamento, dove hai posizionato il cavo o la piastra?

Link to comment
Share on other sites

Magari mia moglie mi regalasse un ragno...

Invece me li devo prendere da me e poi sentirla brontolare! :lol:

 

Passando alle cose serie, credo che tu abbia preso un esemplare giovane, quindi avrai modo di imparare a conoscerlo e rispettarlo (ovviamente crescendo l'animale anche la sua forza e aggressività potrebbero aumentare, ma non sempre), un giovane è piuttosto propenso a calciare peli urticanti, comunque la specie è in mia opinione non impossibile come primo ragno, specie se nelle mani di una persona con buon senso quale mi sembra tu sia.

 

Per la condensa, prima di tutto verifica come ti è già stato consigliato la posizione del cavetto, secondo è abbastanza normale che un terrario appena preparato con substrato fresco e ben umidificato abbia un po' di condensa che sparirà se aumenterai (anche solo temporaneamente) la ventilazione, dopodiché i parametri dovrebbero stabilizzarsi.

Non credo che sia un problema di terrario, se lo hai comprato a Cesena ritengo che sia fatto con tutti i crismi (griglie di ventilazione in primis).

 

Ste

Link to comment
Share on other sites

Il tappetino l'ho messo di lato come consigliatomi e la temperatura per l momento l'ho impostata a 25°. Forse ho bagnato troppo il terreno comunque la teca credo che vada bene perchè ho visto molte foto del sito di Zalix ed è il classico modello con le aperture scorrevoli. Tra l'altro vedendo le foto dell'Acanthoscurria di Zalix ho visto che alcune delle teche da lui utilizzate sono identiche

Link to comment
Share on other sites

si. l´acanthoscurria che ha presso é juvenile, circa 3 - 4 cm di corpo--- secondo me di quella taglia adatta per le prime esperienze. Un esemplare adulto é un´altra cosa anche se la mia femmina molto grande e massiccia é tranquilla. Dipende sempre dall´esemplare.... come giá detto tempo fá avevo una Grammostola rosea che era una furia... come ho una lividum buonissima.

 

Uno crescendolo ci impara a "convivere" a conoscere il ragno.. anche se ho notato che vari esemplari cambiano carattere dopo la muta...

 

 

ciao

 

Z

Link to comment
Share on other sites

Passando alle cose serie, credo che tu abbia preso un esemplare giovane, quindi avrai modo di imparare a conoscerlo e rispettarlo (ovviamente crescendo l'animale anche la sua forza e aggressività potrebbero aumentare, ma non sempre), un giovane è piuttosto propenso a calciare peli urticanti, comunque la specie è in mia opinione non impossibile come primo ragno, specie se nelle mani di una persona con buon senso quale mi sembra tu sia.

 

 

La scelta della specie credo che mia moglie l'abbia fatta in base alla velocità di crescita rispetto a quella più lenta delle Brachypelma (verso le quali sarei stato più propenso nel caso avessi fatto io la scelta).

La mia preoccupazione è proprio quella di evitare situazioni stressanti per l'animale ecco perchè sto cercando di rendere l'ambiente più consono possibile alle sue esigenze.

In effetti l'esemplare è ancora piccolo tant'è vero che ancora non è possibile stabilirne il sesso... Tra l'altro dovrebbe essere in fase di premuta in quanto mi è stato consigliato per il momento di non dargli da mangiare! Pertanto credo che forse in questo caso l'umidità più alta dovrebbe andare bene...

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
Passando alle cose serie, credo che tu abbia preso un esemplare giovane, quindi avrai modo di imparare a conoscerlo e rispettarlo (ovviamente crescendo l'animale anche la sua forza e aggressività potrebbero aumentare, ma non sempre), un giovane è piuttosto propenso a calciare peli urticanti, comunque la specie è in mia opinione non impossibile come primo ragno, specie se nelle mani di una persona con buon senso quale mi sembra tu sia.

 

 

La scelta della specie credo che mia moglie l'abbia fatta in base alla velocità di crescita rispetto a quella più lenta delle Brachypelma (verso le quali sarei stato più propenso nel caso avessi fatto io la scelta).

La mia preoccupazione è proprio quella di evitare situazioni stressanti per l'animale ecco perchè sto cercando di rendere l'ambiente più consono possibile alle sue esigenze.

In effetti l'esemplare è ancora piccolo tant'è vero che ancora non è possibile stabilirne il sesso... Tra l'altro dovrebbe essere in fase di premuta in quanto mi è stato consigliato per il momento di non dargli da mangiare! Pertanto credo che forse in questo caso l'umidità più alta dovrebbe andare bene...

 

confermo anche io che la geniculata non è impossibile come primo ragno.... specialmente se non è adulto ti da modo di farsi conoscere nel tempo...... cmq la mia è di indole tranquilla, ogni tanto qualche scatto repentino ed improvviso che può magari prenderti in contropiede ma nulla di preoccupante....la mia non ha nemmeno mai lanciato peli urticanti.... vai tranquillo

 

per quanto riguarda la condensa non ti devi preoccupare..... come ti hanno già detto metti il cavetto nella corretta posizione e basta..... un po' di condensa non fa male all'animale.... il problema semmai è che non riesci a vederlo bene ;)

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.