Jump to content

con la legge non c'è giustizia


matte87
 Share

Recommended Posts

Vorrei approfondire la legge 213/03, anche se ho visto che sul forum ne avete parlato abbondantemente. Vietando tale legge la vendita e la detenzione di aracnidi, ne deduco che noi tutti siamo "fuorilegge"! Si certo comprarli al Reptilesday di Cesena è legale, ma dal momento che non viene rilasciata alcuna certificazione al momento dell'acquisto, ogni acquirente, una volta tornato a casa può essere perseguibile dalla legge. Ora io mi domando come sia possibile che dal 2003 ad oggi tale norma non sia stata minimamente ripresa in esame e quindi modificata; è anche vero che di tutte le cose che realmente occorrerebbero cambiare o fare, la legge sugli aracnidi è probabilmente di pochissima rilevanza...ma lasciare le cose a metà e soprattutto incompiute e senza alcun senso logico mi sembra poco serio da parte delle autorità competenti nei nostri confronti!

Vorrei anche ricordare che qualora una migale riesca a scappare dalla propria teca andrebbe ben poco lontano e se anche uscisse nell'ambiente esterno, fuori dall'appartamento vivrebbe ben poco; probabilmente se la "fuga" avvenisse in mesi estivi riuscirebbe a sopravvivere (anche se dubito di questa possibilità), ma con l'arrivo dell'autunno non avrebbe speranze di sopravvivenza e quindi il "pericolo invasione aracnidi pericolosi" non lo vedo assolutamente!

Diciamo pure che se i nostri cari politici prendessero uno stipendio da operaio invece di 20000 euro il mese forse inizierebbero ad occuparsi di cose veramente preoccupanti del nostro paese che attualmente è lo zimbello d'Europa!

Scusate lo sfogo (mi sono anche contenuto) ma volevo farlo pubblicamente

Ciao a tutti,

Matteo

Link to comment
Share on other sites

Se non si modifica la legge in questo mandato non vedo quando possa essere presa in considerazione, di politica ne so poco e non ne voglio sapere piu' di tanto, ma non ci sono partiti piu' senbili sul tema aracnidi nella coalizione di maggioranza..vedi i verdi..?Chiaro che non è una priorità di governo..ma dopo tutto il tempo per stilare una lista dico UNA LISTA con specie da vietare e non ritengo si possa trovare.

 

Non sono assolutamente aggiornato, pero' la speranza continuo ad averla ma vorrei sapere se Aracnofilia come associazione si "batte" ancora attivamente per la modifica della legge.Vorrei anche sapere se come me siete fiduciosi che in questo mandato si possa muovere qualcosa.

 

 

Un'altro fuorilegge dei vostri ;)

Link to comment
Share on other sites

Se pensi che una coalizione come i verdi possa lasciare che i ragni vengano tenuti in una teca chiusi, ecco, questo penso sia impossibile...anzi loro vogliono che i ragni siano liberi nel loro habitat naturale...quindi semmai viteranno la detenzione di qualsiasi specie...altro che lista! Almeno penso io poi magari mi sbaglio

Link to comment
Share on other sites

Ok sono io allora che faccio confusione, ma come detto in precedenza di politica non me ne intendo.Anche se mi ero letto (su aracnofilia mia pare) gli atti in camera all'allora approvazione della legge del 2003 e i verdi erano gli unici che si opponevano.Pero' immagino siano contro la detenzione di animali non domestici in cattività, o forse anche qui mi sbaglio...insomma poca conoscenza e molti dubbi

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi: parliamoci chiaro. Della detenzione dei ragni non frega niente a nessuno: e hanno ragione. La politica dovrebbe occuparsi di cose ben più serie di un gruppo di 100-200 persone a cui è stata "negata" la passione, sebbene certe ne traevano delle buone soddisfazioni, anche economiche, penso di non offendere la sensibilità di nessuno dicendo che i problemi che dovrebbe affrontare la politica sono ben altri.

Secondo punto: non esistono forze dell'ordine competenti in campo aracnidi. La forestale non sa niente, la prefettura men che meno.

 

C'è stata una mala gesione del decreto legge (fatto d'urgenza per allarme sociale), una successiva mala gestione della legge, e chi più ne ha più ne metta: è un argomento trito e ritrito, in ogni caso non legherei la questione "Italia zimbello d'Europa" alla questione "legge antiaracnidi molto mal fatta", mi sembra un legame un po' limitato.

 

Poi- per quanto mi riguarda- in Italia (ma come nella stragrande maggioranza delle democrazie) la politica si occupi di questioni che dovrebbero essere lasciate al singolo: se voglio tenermi in casa migliaia di ragni, sono fattacci miei. Se poi me ne scappa uno e finisce per mordere qualcuno la responsabilità è mia e i guai me li passo io, ovvio.

 

E in ogni caso vi assicuro che tutto quello che poteva essere fatto è già stato fatto, negli ultimi anni l'associazione si è fatta un "paiolo" quadro per cercare di cambiare la situazione, il consiglio ha svolto un lavoro davvero encomiabile, che tutti noi speriamo non sia stato vano. Al meeting di Cesena si è parlato del da farsi, e si è pensato di riportare all'attenzione degli attuali "addetti ai lavori" la nostra situazione: la lista pronta e solo da approvare, i lavori scientifici di "divieto" per gli aracnidi realmente pericolosi, et alia.

 

Quindi, non so che altro aggiungere: portate pazienza perchè c'è gente che ha accusato il colpo molto più di voi.

Link to comment
Share on other sites

Si lo sapevo, mi sono espresso male..sulla lista ci vuole un timbro e il beneplacito di qualcuno, ma il punto è se c'è un briciolo di possibilità in piu' con questo mandato che la legge venga modificata.

Link to comment
Share on other sites

a cui è stata "negata" la passione, sebbene certe ne traevano delle buone soddisfazioni, anche economiche

 

Scusa mi incuriosisce sta cosa... chi ha mai fatto soldi con i ragni? ;)

Nemmeno i grossisti e i negozoianti si sono mai lamentati della perdita... nonstanet a quanto pare fossero una non proprio minuscola degli introiti annuali medi delle ditte.

Link to comment
Share on other sites

forse sono stato frainteso: la mia affermazione "Italia zimbello di Europa" non era assolutamente legata alla legge fatta male, che ormai è un dato di fatto e amen. Ho fatto questa affermazione perchè l'Italia sta andando a rotoli. Siamo il secondo paese con il debito pubblico più alto al mondo! E ci preoccupiamo dei ragni? Si in effetti è proprio un grosso problema! Perchè non preoccuparci anche dei criceti!

Io fossi il governo, questo, il prossimo, è indifferente, mi proccupere degli esseri umani! Si vieta la detenzione dei ragni e poi si fa l'indulto! La gente uscita di galera non credo sia meno pericolosa di un "invasione" di tarantole.

Link to comment
Share on other sites

Grazie delle risposte,

 

sono d'accordo con te Maiusmalum, anche se forse ho una prospettiva un po' piu' rosea...dovuta forse al fatto che ne so poco in generale e che nel 2003 una tarantola era un mostro anche per me.

Discorso a parte per tutto quello che avete fatto voi di Aracnofilia nel periodo della legge e non solo, io queste cose le ho lette in parte sul vecchio forum, pero' sono sicuro che avete fatto tutto il possibile.La speranza non muore mai.

Link to comment
Share on other sites

Scusatemi se ho parlato di politica...ma dovevo sfogarmi! Ma con tutti i problemi che ci sono nel nostro paese: criminali,crisi economica , politici con conflitto di interesse (senza fare nomi)...e chi più ne ha più ne metta..........I RAGNI! comunque pazienza, aspettiamo con pazienza e calma che questa storia si concluda nel migliore dei modi ;)

Link to comment
Share on other sites

a cui è stata "negata" la passione, sebbene certe ne traevano delle buone soddisfazioni, anche economiche

 

Scusa mi incuriosisce sta cosa... chi ha mai fatto soldi con i ragni? ;)

Nemmeno i grossisti e i negozoianti si sono mai lamentati della perdita... nonstanet a quanto pare fossero una non proprio minuscola degli introiti annuali medi delle ditte.

 

 

Mi spiego, forse non sono stato chiarissimo su questo punto, lo ammetto.

"soddisfazioni, anche economiche" e "fare i soldi" sono due cose differenti: per quanto riguarda il mio status di studente squattrinato ad esempio, anche solo dare adito alla mia passione riproducendo una coppia di ragni, far schiudere il cocoon (e già sono due soddisfazioni "pure"),e vendere gli slings facendoci anche solo 100-200 euro (e- se non sbaglio- prima era la peggiore delle ipotesi fare 100 euro con una riproduzione), è una soddisfazione enorme, e in parte anche "economica". Non volevo dire che ci sono gli spider-pimp che si comprano la casa e la macchina vendendo ragni, chiedo scusa se mi sono fatto fraintendere.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.