Jump to content

info su insetti


Guest spyck

Recommended Posts

Guest spyck

ciao ho messo questo messaggio in off perchè non sapevo dove sarebbe stato più opportuno !

quali sono le spece di insetti vegetariane ? " insomma i non predatori "

 

Ps a grandi linee naturalmente non chiedo una scaletta precisa di ogni singola sottospece

grazie a tutti

Link to comment
Share on other sites

quali sono le spece di insetti vegetariane ? " insomma i non predatori "

 

Ps a grandi linee naturalmente non chiedo una scaletta precisa di ogni singola sottospece

grazie a tutti

Caspita che domandina, scordati una risposta a livello di sottospecie, ma anche a livello di specie, in Italia solamente ci saranno tra le 30 e le 50 mila specie di insetti (è una stima 'occhiometrica' fatta da me, non un dato statistico ufficiale, quindi prendetela con le pinze). Non esistono solo l'ape, la mosca, la zanzara ,il bacarozzo, la farfalla e la cimice, gli insetti sono proprio tanti.

Gli esapodi sono raggruppati in grandi gruppi che spesso hanno caratteristiche affini, quindi differenze sostanziali a nell'alimentazione, a livello di sottospecie, non ce ne sono. Considera che i coleotteri sono divisi in sottordini, due dei quali prendono il nome dalle abitudinio alimentari dei reppresentanti: Adefagi e Polifagi.

I primi sono prevalentemente carnivori (ma anche qui ci sono varie eccezioni), il secondo gruppo invece, come dice il nome, sono meno specializzati nell'alimentazione e conta specie erbivore, specie carnvore o specie che sfruttano altri tipi di alimento (coprofagi, xilofagi,saprofagi).

Per contro i lepidotteri europei, allo stadio adulto, si nutrono sempre di sostanze liquide (nettare, linfa, essudati di origine animale o vegetale), qualcuno da adulto non si nutre affatto, e qualcuno non disdegna di posarsi sulle carogne per suggere i liquidi (ovviamente non è predatore, quindi le carogne le cerca e non uccide da solo le prede). Le larve sono per la gran parte erbivore o che comunque sfruttano risorse vegetali. Anche qui ci sono alcune eccezioni, specialmente tra i licenidi. Infatti in questa famiglia ci sono varie specie che hanno sviluppato una sorta di relazione con le formiche che in cambio di sostanze zuccherine forniscono le loro larve come cibo per i bruchi.

Le formiche sono imenotteri, in questo ordine ci sono specie che si nutrono di sostanze vegetali ed altre carnivore (come d'altronde avviene tra le formiche stesse). Le api hanno apparato boccale lambente e succhiante, quindi si nutrono di liquidi (nettare o il miele da loro prodotto), le vespe sono carnivore anche da adulti, sfecidi, pompilidi ed afffini da larve si nutrono di insetti o ragni che la madre paralizza apposta per loro, da adulti spesso si nutrono di polline o nettare.

Gli ortotteri sono prevalentemente erbivori, ma anche tra di loro si possono fare alcune distinzioni: mentre le cavallette sono appunto per la maggior parte (se non tutte) erbivore, i grilli spesso non disdegnano di catturare e mangiare prede vive. La Saga pedo, un grosso grillo presente anche in Italia, è specializzato nella cattura di altri ortotteri.

Tra i ditteri vi sono specie ematofaghe (ad esempio le zanzare femmina) specie che si nutrono di liquidi di varia natura e specie carnivore (pensate agli asilidi ed agli agguati che tendono ad altri insetti volanti).

Gli emitteri hanno apparato boccale pungente, quindi si nutrono di liquidi. Questi possono essere l'emolinfa di altri insetti predati (come fanno i reduvidi) o la linfa delle piante, come nel caso degli afidi.

Odonati e mantoidei sono sempre carnivori, le pulci ematofaghe, i Neurotteri prevalentemente carnivori.

Però nel complesso credo che la maggior parte degli insetti si alimentino di piante o detriti di origine vegetale, o delle nostre scorte di cibo.

Se gli insetti vengono considerati il maggior nemico dell'agricoltura, è proprio per il gran numero di specie che vive sfruttando le piante coltivate o le derrate immagazinate dall'uomo.

Credo che se vuoi delle imfomazioni più dettagliate, ti conviene prendere un testo di entomologia e dargli un occhiata ordine per ordine, altrrimenti qui occupiamo tutto lo spazio sul server per rispondere a questa domanda.

Ciao Diego

Link to comment
Share on other sites

Già, la classica "Guida degli Insetti d'Europa" di Michael Chinery pubblicata in Italia dalla Franco Muzzio oppure i primi 3 volumi della "Grande enciclopedia illustrata degli animali" della Mondadori andranno benissimo. Ti consiglio specialmente quest'ultima opera, a dispetto dell'inquietante nome (che sembra di un libro per ragazzi) è veramente splendida.

Link to comment
Share on other sites

brevi cenni sull'universo.... :blink:

 

Se ti interessano i fitofagi, puoi sempre leggerti "I devastatori" di Jean H. Fabre, in larga parte dedicato agli insetti dannosi... non proprio scientifico ma estremamente godibile...oppure farti un giro su qualche testo di Entomologia Agraria (Servadei-Zangheri-Masutti piuttosto che Tremblay o altri), meno leggero ma più rigoroso...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.