Jump to content

Cibo E.


Recommended Posts

Per "in bocca" cosa intendi?

Fra i cheliceri?

Gli scorpioni hanno un sistema di digestione particolare; semplificando avviene così: inondano la preda di succhi gastrici e dopo un po' che hanno agito, la sminuzzano con i cheliceri, che usano per portare la poltiglia alla bocca.

Link to comment
Share on other sites

Gli ho dato 3 ragnetti quelli col corpo piccolo e le zampe lunghe....il primo gliel'ho dato "imboccandolo" praticamente tramortendo il ragnetto contro il muro perchè era un po' troppo veloce...e poi gliel'ho messo tra le "chele" (mi dite come si chiamano?) che aveva aperto...il secondo gliel'ho trovato in bocca dopo cena....il terzo sta ancora girando per la teca.

 

penso comunque di dargli tra un 3 o 4 giorni una camola del miele...

Link to comment
Share on other sites

Tolto....

 

Due domande:

 

Gli scorpioni hanno un certo senso della misura nel mangiare o possono anche nutrirsi fino a scoppiare come i pesci rossi?

 

Se parto per tre settimane , quando torno trovo il mio E. morto al 100%?

Come posso lasciare la teca affinchè non muoia?

Link to comment
Share on other sites

Tolto....

 

Due domande:

 

Gli scorpioni hanno un certo senso della misura nel mangiare o possono anche nutrirsi fino a scoppiare come i pesci rossi?

 

Se parto per tre settimane , quando torno trovo il mio E. morto al 100%?

Come posso lasciare la teca affinchè non muoia?

Gli scorpioni non hanno molta misura, e rischiano di morire per una bella occlusione intestinale, quindi occhio col cibo... Un bel ragnetto a settimana è una dieta regolare, anche se io ogni tanto alternavo i ragni con le mosche.

 

Se parti per tre settimane, il tuo scorpio sicuramente non ti morirà di fame: un mio piccolo E., prima di essere divorato, ha fatto un digiuno di due mesi e mezzo...

Ti raccomando però di lasciare la teca in un luogo fresco e buio, e prima di partire, dai una bella "innaffiata" al substrato e piazzaci un tappino con l'ovatta bagnata...

Link to comment
Share on other sites

Rispondiamo ad una domanda alla volta: :)

 

1) Le chele si chiamano pedipalpi.

2) I ragni Pholcus sono piuttosto sgraditi agli scorpioni. Le zampe non sono commestibili perché fini come capelli e il corpo è veramente piccolo. Sono fra le prede meno indicate.

3) Le camole e i caimani spesso sono riempiti di schifezze per farli crescere più rapidamente, quindi converrebbe dargli qualche insetto o ragno catturato in giardino.

4) Come diceva Ilic, non va ingozzato forzatamente...E poi tre prede contemporaneamente nel terrario fanno solo un gran caos. Quando gli scorpioni si alimentano, non gradiscono essere disturbati. Se fai caso, mentre stanno sminuzzando la preda con i cheliceri, se vengono urtati da un insetto anche di modeste dimensioni, subito si mettono in allerta e spesso abbandonano la preda.

5) Comunque non è come una persona, nel senso che non mangia il primo, il secondo, il contorno e il dessert ma gli basta una preda sola alla volta e con una frequenza di circa una settimana se si tratta di uno scorpione adulto.

6) Si racconta che gli scorpioni non abbiano senso della misura e che quindi tendano a mangiare il più possibile fino a scoppiare. In realtà bisognerebbe tracciare una netta linea di demarcazione. Le specie deserticole vivendo in un ambiente totalmente ostile con penuria di cibo, laddove ne hanno occasione tendono a mangiare il più possibile per fare una scorta per i periodi di totale assenza di prede. E ciò ha una logica. Quindi allevati in terrario non devono assolutamente essere rimpinzati perché altrimenti muoiono facilmente. Le specie forestali invece, cioè quelle della jungla ma anche dei boschi temperati, vivono in un ambiente molto più favorevole e quindi generalmente trovano le prede con maggior facilità. Per questo normalmente giunte ad un livello di sazietà non continuano a nutrirsi. Comunque non conviene rischiare. I miei Euscorpius quando sono pieni rifiutano il cibo, solo una volta me ne è morto uno per ingordigia. In linea di massima quindi sanno autoregolarsi però ci sono sempre gli esemplari più golosi, quindi attenzione!

7) Se qualcuno nebulizza in tua assenza e lo scorpione si è nutrito copiosamente prima della tua partenza non corri rischi. Possono digiunare a lungo. Questo inverno un robusto maschio di E. flavicaudis ha digiunato per oltre un mese. Ma era inverno e non si muoveva nemmeno. Era aggrappato alla corteccia in uno stato di torpore. Ora sta benissimo.

 

PS

8) Ho fatto l'esperimento circa le capacità di evasione da un terrario nel risalire la parete di 40 cm di altezza lungo la striscia di silicone. Dopo soli quaranta minuti era evaso....Quindi occhio ai coperchi!

Link to comment
Share on other sites

Grazie 1000! siete sempre molto esaustivi e senza questo forum non mi sarei mai sognato di allevare uno o più scorpioni....

 

Ps: per fortuna non ho il silicone perchè ho unito i bord del plexiglass con viti!

Link to comment
Share on other sites

Comunque io non uso tappini con ovatta imbevuti d'acqua...preferisco usare una conchiglia abb. grossa con dei sassolini dentro (è anche esteticamente più "naturale" che vedere della plastica in un terrario) per evitare eventuali annegamenti....anche perchè per mantenere il tasso di umidità alto nel mio terrario, un tappino dacqua fa ben poco dato che è 30 x 50.

Link to comment
Share on other sites

Sinceramente approvo. Ho consigliato questo metodo anche nell'altra discussione, prima di leggere questo tuo ultimo messaggio. L'importante è che l'acqua nella conchiglia non sia troppo fonda, 0,5-0,7 cm non di più. Normalmente quando lo scorpione percepisce la presenza d'acqua toccando con una zampa o con un pedipalpo la superficie si arresta immediatamente e dopo poco si avvicina meglio, per bere. Alcune specie tropicali si immergono completamente sott'acqua per alcuni secondi.

Link to comment
Share on other sites

Ho appena dato un Bigattino (o cagnotto che dir si voglia) al mio E.; è un quarto d'ora che se lo sta avvolgendo di succhi gastrici...non riesce a spezzarlo perchè gli scivolano i cheliceri sulla pelle della vittima...

 

3 domande:

 

- Gli scorpioni fanno la cacca? (ovviamente si credo...) ma è visibile? bisogna toglierla?

 

- L'aria condizionata in camera potrebbe fargli male? (ho comunque notato che il clima all'intenro della teca non varia).

 

- Il VAPE anti-zanzare potrebbe danneggiarlo?

 

 

Ps: non ho ancora ben capito come si misura la lunghezza di uno scorpione... comunque credo che il mio non viva ancora molto dato che se allungasse coda e chele in avanti stendendosi al massimo raggiungerebbe senza ombra di dubbio 6 cm...il corpo dai cheliceri all'inizio della coda è 2,9/3 cm...quindi aggiungendo la coda e le "pinze" arriva tranquillamente a 6 cm....quanto mi vivrà ancora?

Link to comment
Share on other sites

Come al solito rispondiamo ad una domanda alla volta: :o

 

1) Talvolta capita che i cheliceri non riescano a fare presa sulla pelle della preda. E non è un problema esclusivo degli Euscorpius; ho osservato che anche i più grossi Pandinus delle volte sono in difficoltà. Non c'è da preoccuparsi perché è tutto normale. Però ripeto che le larve delle mosche non sono molto indicate.

2) Ebbene sì; pure gli sorpioni producono escrementi. Al termine del quinto segmento della coda, prima del telson, hanno un piccolo foro dal quale fuoriescono le feci. Sono semiliquide, un po' più del dentifricio, di colore grigio chiaro. Solo poche volte ho assistito all'emissione all'esterno...Non sono più lunghe di 6/7 mm. Le puoi anche lasciare dove sono, perché nel giro di poco tempo scompaiono. Se non le vedi mentre escono è anche difficile (se non impossibile) individuarle nel substrato.

3) L'aria condizionata potrebbe dare un minimo fastidio. Se però all'interno del terrario è tutto sotto controllo non ci sono problemi.

4) L'aria condizionata oltre a fare fresco, toglie anche l'umidità. Penso quindi che sia la responsabile degli inspiegabili cali d'umidità all'interno del terrario.

5) Se spruzzi addosso allo scorpione uno spray sicuramente non gradirà. Bisognerebbe fare una distinzione. Se si tratta di un insetticida, anche spruzzarlo nell'aria, darà certamente fastidio. Se invece è un repellente, dovrebbe essere meno pericoloso.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.