Jump to content

Nuovo arrivo: brachypelma vagans


Fede
 Share

Recommended Posts

Buonasera a tutti ! Mi sono registrato oggi al forum. Innanzi tutto spero di essere nell area giusta... Comunque, dopo aver letto e riletto le vostre discussioni e naturalmente essendomi documentato ( spero a dovere) oggi ho acquistato una femmina di brachypelma vagans ( sono in svizzera dove non vige nessuna legge contro l'acquisto delle tarantole). Mi hanno detto che è di 13 mesi e misura all'incirca 5 / 6 cm con le gambe. ( mi sembra strano che sia già così grande), da due giorni ho preparato un terrario in vetro 20x20 base e 30 h con 12 cm di substrato in fibra di cocco abbastanza inumidito. In un angolo in alto ho messo un igrometro che segnala 70% di umidità , che mantengo costante tramite la nebulizzazione 2 volte al giorno. Ho posto anche un vasettino che funge da nascondiglio e pure una vaschetta d'acqua.

Appena arrivata a casa l'ho fatta entrare con un pennellino, delicatamente, ( tra l'altro è entrata tastando la terra in un modo troppo fine... Sembrava una regina!) si è fatta un giretto e poi si è infilata diretta nella tana dove ci è rimasta dalle 11 alle 21.00. Poi è uscita e si è arrampicata sul vetro dove ci sta rimanendo ancora.

Adesso dopo tutta sta solfa, e siccome sono un principiante, vi chiedo:

- siccome ci sono dei riscaldamenti fissi mostruosi qua mi hanno detto che il cavetto o tappeto termico non serve. Potete confermarmelo?

- la venditrice mi ha detto di metterle pure un ramo o pezzo di legno per arrampicarsi, giusto?

- ho letto che questa razza necessita dai 70 agli 80% di umidità, come ho fatto va bene?

- tra quando dovrò dargli da mangiare? ( ho preso dei grilli)

Scusate per la lunghezza, ma volevo condividere i dettagli per eventuali correzioni e consigli bene accetti, il ragno è un essere vivente e merita di stare al meglio con le migliori condizioni.

Grazie ,

Fede.

Link to comment
Share on other sites

benvenuto intanto!!! ottima scelta, bel paese la svizzera, in che parte della svizzera sei?

 

per le due domande ecco:

la fibra di cocco trattiene molto l'umidità è vero, la specie che hai preso tuttavia non è amante delle alte umidità, in Italia preferiamo generalmente la torba acida in quanto riduce il rischio di muffe. in ogni caso se lasci asiugare il terreno non dovrebbero esserci eccessivi problemi, magari alla prossima manutenzione straordinaria puoi provvedere al cambio di substrato. La vaschetta d'acqua va bene, non tutti sono favorevoli, ma io personalmente penso possa essere utile soprattutto per chi è alle prime armi, tenendo il terrarrio un po' secco una fonte idrica disponibile può salvare certe sviste.

 

che temperatura hai in casa?

il ramo non serve, il tuo animale è terricolo, ha bisogno di un nascondiglio e di un buon substrato per scavare eventualmente. inoltre tieni conto che se si arrampica e cade (cosa possibile credimi) può farsi male in presenza di rami.

per il cibo regolati osservando la proporzione fra opistosoma e cefalotorace, devono mantenersi equilibrati e proporzionati. I grilli vanno benone.

 

se vuoi mandaci una foto del setup così che possiamo darti ulteriori consigli!

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno a tutti e grazie per le risposte repentine! Sono italiano ma vivo a Zermatt da 10 anni, dove c'è il cervino. Allora per quanto riguarda l' umidita ho deciso di tenerla altina perché qua viviamo a 1600m ed il clima è molto secco, tipo che il primo mese mi svegliavo sempre con sangue secco al naso. ma se voi dite che solo l'acqua va bene allora non nebulizzo più. Mentre per la temperatura è diverso perché nell' appartamento scatta il riscaldamento dal pavimento automatico... ho sempre sui 22 23 gradi costanti di giorno ed anche più la notte... una tortura per me, e se mettessi il cavetto termico penso lo sarebbe pure per la migale. A questo punto allora il ramo non lo metto, magari gli piazzo una piantina giusto per rendere più "naturale". stamattina l'ho vista sulla terra e alle 7 ho messo un grillo(locusta migratoria media grandezza) dentro, lo ha preso subito. alle 9 non c'era gia più è possibile che lo abbia pappato tutto? adesso mando un paio di foto del terrario e della migale. grazie a tutti

Link to comment
Share on other sites

la piantina non è necessaria secondo me. Quanto è alto il substrato? Mi sembra poco, forse potresti aggiungerne un pò. In alcune foto si nota che le pareti sono molto bagnate, occhio all'umidità come ti hanno detto ;). Cosa più importante però, te l'hanno fornito o no il CITES? ;)

Link to comment
Share on other sites

Allora, su tutte le schede di allevamento della Brachypelma vagans ho letto che necessita di un' umidita tra 60-70-80, molte discordavano tra loro ma siamo a quel livello li, quindi io per non cannare ho cercato di ricreare un ambiente al 70%. adesso quello che vorrei capire è: vivendo in un clima molto secco come ho citato sopra, cosa devo fare? basta solo la vaschetta dell'acqua? devo rifare il terrario e mettere torba acida? devo bagnare la torba o no? di sicuro ricoprirò il terrario dove c'e la griglietta e questo aiuta è vero, però a che percentuale deve essere l'umidita? il substrato è alto 13 cm esatti dal fondo non posso di più perché la porticina ad anta va aperta e mi strabocca fuori la terra. (a meno che non usi solo l'apertura superiore :unsure: ) aspetto vostre notizie. ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.