Jump to content

Taccuini


Bomba
 Share

Recommended Posts

Taccuini
di Charles Darwin


2016_03_18-21_57_44_95468.jpg




Prezzo € 20,00
2008, pp. XV-373
Editori Laterza

ISBN-10: 8842083240
ISBN-13: 9788842083245



Si tratta della traduzione integrale del Taccuino Rosso, del Taccuino B e del Taccuino E (scritti tra il 1836 ed il 1844).
Non ho mai segnalato le opere di Darwin in quanto sono i fondamenti dell'evoluzione e, bene o male, sono conosciute; ma questa, per me, è stata la più emozionante, malgrado la sua estrema difficoltà di lettura. Si tratta infatti di appunti, segnalazioni, citazioni, pensieri, dubbi, domande, concetti spesso slegati tra di loro (anche per le tematiche affrontate) per i quali è necessaria la consultazione delle note a margine che ne rendono la lettura ancor meno fluida. I tre scritti hanno un proprio tema peculiare (il primo è fondamentalmente a carattere geologico, il secondo zoologico ed il terzo evolutivo) ma un filo conduttore comune e spesso sfociano gli uni negli altri.
Tuttavia, da questa "accozzaglia" spesso confusionaria si comprende l'autore e l'abbozzo di quello che diventerà la sua teoria.
L'opera è a cura di Telmo Pievani che ne introduce i contenuti mentre la prefazione è di Niles Eldredge (di quest'ultimo, a chi interessa approfondire, avevo segnalato, in un topic precedente, il saggio "Darwin. Alla scoperta dell'albero della vita").

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • 1 year later...

2016_03_19-14_41_12_a6e01.jpg

Il fondamentale "corallo della vita"...





Un libro veramente interessante, come gia ben descritto da Luca. Devo dire che la prima parte, ovvero il Taccuino Rosso, ha suscitato in me poco entusiasmo. Come gia detto ha un carattere prettamente geologico e si riferisce generalmente a zone lontane da noi (sud america, isole pacifiche, Oceania, Polinesia....); Le uniche cose interessanti che se ne ricavano sono le teorie generali: ad esempio descrive il meccanismo di formazione di zone costiere a profondità leggermente decrescente o rapidamente decrescente, conseguenza del rapido o lento innalzamento della terraferma.



Con il taccuino B ed E si aprono invece le porte della riflessione su piante, animali e probabili scenari evolutivi. Alcuni appunti oggigiorno sembrano veramente sciocchi alla luce delle attuali conoscenze ma all'epoca, per un geolgoo naturalista come lui, erano sicuramente domande e riflessioni lecite, problemi oggettivi da risolvere su cui tutti proponevano spiegazioni e teorie. Altri appunti verranno successivamente rettificati, mano a mano che la "sua teoria" acquisisce nuovi pilastri di sostegno. Tra le tante intuizioni si rende subito conto che la separazione geografica, da buon geologo, ha un ruolo primario nella differenziazione delle forme vegetali e animali, e cerca di trovare in luoghi diversi le stesse forme fossili recuperate durante il suo viaggio. Intuisce che sono le popolazioni periferiche di una specie ad andare incontro a modifiche e adattamenti; che la "trasmutazione" va ricercata non solo in orizzontale, sulla terra e su esseri viventi, ma anche in profondità, negli strati geologici, nel tempo quindi. Ma il meccanismo principe per cui una stirpe muta, si differenzia, fino a raggiungere differenze tali dagli avi da essere considerata specie diversa, non è cosi intuitivo e semplice. Sono adattamenti dovuti all'uso? O sono forse casuali? Oppure, dipendono dall'azione delle condizioni ambientali sui gametofiti e sullo sperma? Su questo dovrà affrontare le varie teorie dell'epoca e le molte piante che permettono l'ibridazione, a differenza degli animali, gli daranno del filo da torcere.

Come ha detto Luca la lettura non è agevole, non è discorsiva diciamo. Anche in questo il Taccuino A, rispetto agli altri, è peggiore. Quando la teoria inizia a delinearsi infatti, gli appunti non sono piu delle semplici annotazioni ma pensieri articolati e spesso lunghi qualche pagina di taccuino, ben piu semplici da leggere.

In definitiva un libro sicuramente da avere, con l'unica pecca tipica italiana: i taccuini di Darwin sono 9 di cui 2 piu filosofici (taccuino M e N), in inglese sono stati pubblicati tutti oltre a poterli trovare anche in formato elettronico, si possono anche trovare i taccuini originali scannerizzati. Da noi invece ne hanno pubblicati solo 3, sai com'è, mai fare qualcosa in piu eh! :D

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.