Jump to content

Ragni a Capodanno (2)


Recommended Posts

Dopo tre giorni di riscaldamento di una casa al lago, raggiunta una temperatura di 22°C, i ragni sono usciti (da dove?)e, molto vispi e vitali, hanno cominciato a condividere le nostre giornate.

 

Grazie al Jones, ecco gli esemplari avvistati IN CASA:

 

Oonops domesticus (pochi)

 

Pholcus phalangioides (prima pochi, poi numerosi, considerando la stagione)

 

Psilochorus simoni (UNA, parte alta della parete, vicino al soffitto, zampe tese e lunghissime. Colore indeterminabile)

 

Spermophora senoculata (pochissimi)

 

Segestria senoculata (??? … forma identica, corpo snello come quello della Segestria, bodyspan di 8 mm. Se non è Segestria il ragno che ho visto, che ragno è?) UNA SOLA (in una intercapedine fra il bordo del lavabo in bagno e il mobile di legno)

 

e uno (UNO) splendido, davvero splendido Thomisus onustus errante sul ciglio INTERNO della porta che dà sul giardino (ghiacciato!). Il Thomisus nulla c’entra con il misterioso ragnetto giallo avvistato nel locale attrezzi all’inizio di dicembre.

 

Nel locale attrezzi, nessun ragno più, nessuna ragnatela. Spero che le Tegenarie e il ragno giallo stiano “dormendo” al caldo da qualche parte.

 

Lidia

 

 

 

 

EegaBeeva

 

“La verità sulla natura è molto più bella di quella narrata dai poeti e gli animali sono la vera magia dell’esistenza” (Konrad Lorenz)

Link to comment
Share on other sites

Tre specie diverse di Pholcidae dentro la stessa casa mi paiono un po' troppe, per essere più sicura delle tue determinazioni dovresti consultare le chiavi dicotomiche che ho postato nel topic "Ragnone di Alle".

 

Segestria senoculata: può darsi benissimo, le dimensioni sono quelle, ma come insegna la recente esperienza di Diana è facile confonderla con altri ragni.

 

Comunque con le guide di campo come il Jones puoi arrivare, nella maggior parte dei casi, a determinare la famiglia di appartenenza di un ragno (e non sempre ci riesci, vedi parecchie dispute Theridiidae-Lyniphiidae nei topic passati, tanto per fare un esempio), abbastanza spesso puoi arrivare al genere e solo in casi particolari (Thomisus onustus è uno di questi) arrivi azzardare la specie con un certo margine di sicurezza. Il Jones copre tutto il genere Segestria (senoculata, bavarica, florentina), ma tratta una sola specie della famiglia Oonopidae (O. domesticus, da te citato) tra l'altro non presente nella checklist italiana - http://www.faunaitalia.it/checklist/invert...es/Araneae.html - (non so se sia assente o finita in sinonimia, bisognerebbe farsi un giretto sul Platnick), che annovera ben quattro diversi generi.

 

Il mio "protocollo" finale per le determinazioni "a occhio", in seguito a diverse bacchettate di Maestro Vesubia è:

 

1- Osservare bene il ragno (Monsieur De Lapalisse sarebbe fiero di me!).

2- Cercare una foto sul Jones e/o un disegno sul Roberts che gli somigli.

3- Cercare conferma della propria intuizione attraverso le chiavi dicotomiche del Roberts o, per chi ne fosse sprovvisto, del sito:

http://www.araneae.unibe.ch/Bestimmung/eng...el_eng_Ganz.htm

4-Usare, abusare, riempire il forum di aracnofilia, credo che questo tipo di ginnastica mentale sia la salute dell'Associazione!

5- Per chi può, postare immagini direttamente (max 600 pixels di altezza, max 450 pixels di larghezza) o spedirle a me:

daniele.migliorini@fastwebnet.it

6- Fine dello sproloquio!

Link to comment
Share on other sites

Hai ragione, Migdan!

Il fatto è che abbiamo (ho) raccolto avvistamenti per tre giorni e poi li ho postati tutti insieme, non avendo la consueta possibilità di collegarmi spesso al forum.

Dopo aver letto il tuo messaggio, le orecchie mi sono arrivate per terra (ma, ti ripeto, hai ragione da vendere) e di sicuro l'entusiasmo ha giocato un grande ruolo.

 

Vediamo, dunque.

 

Oonops domesticus: gli esemplari che ho visto sono microragni rosa o marroncino, di unico colore, molto mobili. Se non sono Oonops, vi somigliano enormemente.

 

Pholcus phalangioides: è praticamente impossibile sbagliare la determinazione: bodyspan 8-10 mm come un tubicino, quasi incolore (comunque chiaro) e zampe tipiche, interminabili, con articolazioni marcate. Farò foto (spero che vengano bene).

 

Psilochorus simoni: non ho potuto vederlo da vicino, né fotografarlo. Non era un Pholcus phalangioides, poiché le zampe erano stese e diritte, a raggiera, mentre non ho mai visto un Phalangioides con le zampe così tese. Inoltre, la "camminata" dei due è diversa. E' diverso anche il corpo che, nel Phalangioides è lungo e stretto, a tubo, mentre in quest'altro è come un bottone ovale. Diversi anche i colori: il Phalangioides è chiaro, quest'altro è una macchiolina scura. Pensavo fosse una Tegenaria parietina, ma il bodyspan era più piccolo e le zampe più lunghe e a raggiera.

 

Spermophora senoculata: identici alla foto sul Jones. Uno di questi l'ho visto "trasformato" in pasto.

 

Segestria senoculata: ho dubbi a gazillioni, puoi immaginare. Ma quando è spuntata fuori, ho chiamato mia cognata (che fa la sarta e non sbaglia di un millimetro) e le ho chiesto quanto poteva essere lungo il corpo (il ragno passeggiava tranquillo lungo il bordo del lavabo, dentro e fuori l'intercapedine, più spesso fuori). Mi ha detto 8 mm. che, anche secondo me, era giusto. Non avendo altri strumenti a disposizione, abbiamo guardato insieme tutte le foto del Jones, con il ragno che si faceva osservare tranquillo alla luce, e - come dicevo - se non è Segestria, vi assomiglia molto.

 

Ho una anziana Nikon Coolpix 750. Vedrò cosa riesco a cavare fuori [:P]

 

Comunque, ti prego di scusarmi. Le determinazioni "popolari" che ho fatto sono tutte da verificare. Puoi immaginare quanti dubbi abbia io??? Ma qui non ho altri strumenti, se non una grande buona volontà, due paia di occhi (tre paia, se conti i miei occhiali), una buona capacità di misurazione "a occhio" (la cognata sarta), carta e penna, una Nikon abbastanza anziana ma ancora fedele, il Jones e... basta. Il computer lo lascio spento spesso, perché qui faccio passeggiate.

 

Ciao e... grazie!

Lidia

 

 

 

EegaBeeva

 

“La verità sulla natura è molto più bella di quella narrata dai poeti e gli animali sono la vera magia dell’esistenza” (Konrad Lorenz)

Link to comment
Share on other sites

Scusarti? Rileggiti i miei post del passato e ti ci rivedrai al 100%[:P]

Come ti ho detto, la mia risposta è figlia di erroracci e relative tirate d'orecchie...

Link to comment
Share on other sites

A proposito deglii Oonopidae, la checklist recita così:

 

Family Oonopidae

 

Dysderina Simon, 1891

 

Dysderina loricata (Simon, 1873) (N, S, Si, Sa)

 

 

Oonops Templeton, 1835

 

Oonops placidus Dalmas, 1916 (S, Sa)

Oonops pulcher Templeton, 1835 (N, S)

Oonops tubulatus Dalmas, 1916 (S)

 

 

Orchestina Simon, 1882

 

Orchestina longipes Dalmas, 1922 (S) [E]

Orchestina pavesii (Simon, 1873) (S, Sa)

Orchestina simoni Dalmas, 1922 (S)

 

 

Tapinesthis Simon, 1914

 

Tapinesthis inermis (Simon, 1882) (N)

 

 

A proposito di O. domestucus, così il Platnick:

 

Gen. Oonops Templeton, 1835

mf domesticus Dalmas, 1916....................Western Europe to Ukraine

O. d. Dalmas, 1916: 247 (Df).

O. d. Bristowe, 1948: 890, f. 5, 8 (m).

O. d. Machado, 1949: 7, f. 2-7 (mf).

O. d. Locket & Millidge, 1951: 76, f. 36B, 38B (m).

O. d. Wiehle, 1953: 10, f. 22-24 (m).

O. d. Braendegaard, 1966: 65, f. 55-56 (m).

O. d. Loksa, 1969: 88, f. 61A-D (m).

O. d. Miller, 1971: 73, pl. V, f. 1 (m).

O. d. Roberts, 1985: 58, f. 18b, d (m).

O. d. Heimer & Nentwig, 1991: 52, f. 108 (m).

O. d. Kupryjanowicz & Starega, 1994: 83, f. 1-4 (m).

O. d. Roberts, 1995: 92, f. (m).

O. d. Roberts, 1998: 95, f. (m).

 

 

Sempre sul Platnick, per quanto riguarda le tre specie segnalate in Italia:

 

mf placidus Dalmas, 1916....................France

O. p. Dalmas, 1916: 249 (Dmf).

O. p. Thaler, 1981c: 107, f. 2, 6-7 (mf).

 

mf pulcher Templeton, 1835 *....................Europe to Ukraine, North Africa, Tasmania

O. p. Templeton, 1835: 404, pl. 17, f. 10-18 (Df).

Deletrix exilis Blackwall, 1837: 100 (Df).

Dysdera p. Walckenaer, 1847a: 382.

O. p. Blackwall, 1864a: 377, pl. 29, f. 271 (Dm).

O. p. Simon, 1893a: 291, f. 246-247.

O. p. Bösenberg, 1902: 323, pl. 30, f. 480 (mf).

O. rusticulus Dalmas, 1916: 249 (Dm).

O. p. Machado, 1941: 12, f. 7, 9 (f, S).

O. p. Bristowe, 1948: 890, f. 6-7 (m).

O. p. Locket & Millidge, 1951: 76, f. 36A, 38A (m).

O. p. Wiehle, 1953: 12, f. 25-26 (m).

O. p. Kekenbosch, 1955: 2, f. 1A-B (m).

O. p. Loksa, 1969: 88, f. 61E-F (m).

O. p. Miller, 1971: 73, pl. V, f. 2 (m).

O. p. Fraiture, 1973: 368, f. 1A-B (m).

O. p. Hickman, 1979: 59, f. 10-13 (m).

O. p. Thaler, 1981c: 107, f. 1, 3-5, 8-10 (mf).

O. p. Wozny, 1984: 205, f. a-d (m).

O. p. Roberts, 1985: 58, f. 18a, c (m).

O. p. Forster & Platnick, 1985: 221, f. 858, 868.

O. p. Heimer, 1990: 6, f. 13-14 (mf).

O. p. Heimer & Nentwig, 1991: 52, f. 109 (m).

O. p. Roberts, 1995: 91, f. (m).

O. p. Roberts, 1998: 94, f. (m).

 

mf tubulatus Dalmas, 1916....................Portugal, Algeria

O. t. Dalmas, 1916: 248 (Dmf).

O. t. Machado, 1941: 4, f. 2-6, 8 (mf).

 

 

 

Niente sinonimie, quindi: a detta di Pesarini Oonops domesticus è assente dalla nostra Penisola.

Link to comment
Share on other sites

Eccomi di ritorno alla casa cittadina.

 

Segestria (se mai lo era) non si è più fatta vedere, dopo la sua prima apparizione. Cosa alla quale sono abituata, poiché succede spesso che, quando un ragno "di casa" si accorge che il suo territorio è troppo vicino o persino si sovrappone al territorio umano, il ragno si apparta in qualche pertugio per comparire poi solo in orari non troppo trafficati. Almeno, questo è quanto succede da me. Così, poiché lo so, i migliori avvistamenti - nel periodo invernale - li faccio appena entro in casa, e dopo 2-3 giorni (che, di solito, è il "picco"). I giorni successivi, i ragni se ne stanno rintanati (a eccezione dei Pholcus di tutte le taglie che entrano persino nelle pentole, ma sono più attivi al tramonto e al mattino presto).

 

Vi chiedo un parere.

 

Una buona presenza di ragni in questo inverno dipende forse dalla caldissima estate passata? Sono già parecchi anni che trascorriamo un paio di settimane al lago a fine dicembre e mai come questo inverno la casa è appartenuta agli eleganti e ondeggianti (e RESISTENTISSIMI) Pholcus phalangioides. D'altra parte, mai come la scorsa estate ho visto ragni delle specie più diverse...

 

Buona serata.

Lidia

 

 

 

 

 

EegaBeeva

 

“La verità sulla natura è molto più bella di quella narrata dai poeti e gli animali sono la vera magia dell’esistenza” (Konrad Lorenz)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.