Jump to content

Sindrome post-muta


Guest luca d
 Share

Recommended Posts

Guest luca d

Scusate per il titolo un po' oscuro,non sapevo come esprimermi...

il ceratogyrus di cui vi avevo parlato è molto l'altro ieri...[V]

allora:l'animale ha fatto la muta all'inizio di gennaio,da allora non ha mai toccato cibo e negli ultimi tempi ha cominciato a mostrare problemi locomotori,cioè quando camminava non distendeva le zampe e camminava in maniera innaturale...nel primo mese e mezzo ignorava completamente le prede,poi spinto dalla fame si lanciava contro di loro ma appena posati i pedipalpi sulla preda lasciava perdere...

durante l'ultima settimana aveva le zampe ripiegate come un ragno morto e una mattina l'ho trovato immobile...

mi sembra che nel vecchio forum ste avesse parlato di tali casi e avesse detto che non c'è una spiegazione al momento,si consigliava addirittura di mettereil ragno nel congelatore per abbreviarne l'agonia.Io non me la sono sentita,anche perchè a dire il vero ho sperato fino all'ultima settimana in un cambiamento...

vorrei chiedere se qualcun altro ha avuto esperienze simili e se sommandole,con l'aiuto dei più esperti si potessero fare delle ipotesi su queste strane morti...

 

luca d'anna

Link to comment
Share on other sites

ciao Luca mi spiace moltissimo per il tuo ceratogyrus .fortunatamente non ho avuto esperienze del genere posso solo starti vicino nel dolore

Link to comment
Share on other sites

Guest Ashuafarm

CIao LUca

Anche a me succede

ogni tanto dopo una muta i ragni non sono piu gli stessi, sembra siano problemi da attribuirsi ad una malformazione interna al momento della muta oppure come di rado succede, qualcosa non ha funzionato nella muta.

IL ragno dopo circa due mesi cessa di muoversi dopo non aver toccato cibo per nulla ed essersi spento lentamente. l'ultima volta è successo con la mia megapobema

Ciao FAbrizio

 

ASHUAFARM

allevamento amatoriale aracnidi

http://digilander.libero.it/fbelfiglio

Link to comment
Share on other sites

Secondo me è possibile abbia avuto problemi nella muta.

Anche se esternamente,il ragno,sembra averla compiuta correttamente non bisogna dimenticare che esso sostituisce anche parti interne al corpo e quindi non visibili.

Un esempio per tutte e che personalmente mi ha colpito in modo particolare è la sostituzione della linea dell'esofago e dello stomaco succhiante.(le foto le ho viste sul libro di Schultz)

 

Mi dispiace molto Luca,anch'io ho appena perso una piccolissima G. pulchra

 

Loris

Link to comment
Share on other sites

Mi riallaccio al discorso fatto,se ricordate,a suo tempo per la Grammostola di Krystal.

Può darsi che si tratti di nematodi.

Tra l'altro,me lo ha riferito von Wirth,essi attaccano il ragno mentre esce dalla vecchia pelle,sembra che quello sia il momento migliore per penetrare nel suo corpo.

Dopo di ché la sorte del ragno è segnata.

Link to comment
Share on other sites

cavolo son cattivissimi !c'è qualche modo per farli stare tranquilli(magari ci sono ma non li abbiamo notati oppure sono in piccolissime quantita') durante la muta della propria migale ed evitare che s'intrufolino nel corpo dell'animale?

Link to comment
Share on other sites

Guest luca d

Ragazzi non avevo messo il ragno sotto alcool,e oggi guardandolo ho visto che c'era sul suo corpo una discreta quantità di animaletti bianchi(acari?),secondo voi sono semplicemente sliti sul corpo del ragno morto ormai da tre vgiorni o erano dentro?

 

luca d'anna

Link to comment
Share on other sites

Guest Francesco

Premesso che non sono un esperto, credo che gli acari che attaccano i ragni siano rossi (vengono chiamati ragnetti rossi).

Ciao,

Francesco

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

Caro Francesco,

i classici "ragnetti rossi" sono dei tetranichidi che attaccano esclusivamente vegetali. Gli acari "entomoparassiti" appartengono a molte differenti specie, su ragni ne ho visti spesso di bianchi; su insetti di bianchi, bruni e rossi.

A luca d dico che gli acari non sono certo usciti dal ragno; però potrebbero essere dei saprofagi (cioè aver attaccato il ragno dopo la sua morte). Se gli acari che hai visto erano belli, vivi e vispi questa è l'ipotesi più probabile (un parassita invece abbandona il corpo dell'ospite morto).

Link to comment
Share on other sites

Guest Francesco

Leggendo il libro di Caratozzolo, ho trovato che un tipo di acari (dimensione 1 mm) è rosso, mentre altri tipi, più piccoli, sono bianchi.

Ciao,

Francesco

Link to comment
Share on other sites

Guest luca d

Sì,gli acari passeggiavano tranquillamente sul corpo del ragno...dovrei supporre allora che non siano stati loro la causa della morte?

 

luca d'anna

Link to comment
Share on other sites

Secondo me no è piu imputabile il parassita in muta !

Io ho ben notato che spesso i cosi detti acari bianchi vanno e stanzirsi al di sopra dei resti delle prede dei miei ragni europei !

Vorrei una conferme di cio da altri che l'anno notato !

 

RiKy :-P

Link to comment
Share on other sites

Guest vesubia

A Francesco,

1) non intendevo polemizzare, so bene che prima di scrivere qualche cosa ti documenti ben bene

2) mi dai, per favore gli estremi del libro di Caratozzo? Vorrei procurarmene una copia

3) ti sconsiglio l'uso del termine "ragnetti rossi" per non creare confusione. Il termine è già in uso nelle disciplie agrarie e forestali e ha il significato che ti ho detto.

4) esistono acari rossi che possono attaccare artropodi e uomo (!!): sono le forme giovanili di alcuni trombididi (gli adulti sono quegli acari lunghi diversi millimetri, rosso vivo, "cicciotteli", dall'aspetto vellutato che in campagna si vedono muoversi pigramente al suolo e su tronchi).

5) il Caratozzolo dice anche il nome di quegli acari rossi?

A Luca:

sarebbe interessante sapere come gli acari ci sono arrivati nel terrario! Per caso avevi recentemente alimentato il ragno con mosche o altri insetti catturati nell'ambiente? Uno dei modi con cui gli acari si diffondono è quello di ... "prendere l'aereo"!! Si aggrappano a un insetto capace di volare e si fanno portare in un nuvo ambiente (il fenomeo è noto come foresia). La temperatura e l'umidità sempre piuttosto alte nei terrari creano un habitat ideale per gli acari; eliminarli poi è estremamente difficile.

A Riky:

io no ho terrari ma in allevamenti di altro tipo ho a volte subito pesanti attacchi di acari. Quelli che hai osservato potrebbero appartenere al numeroso gruppo dei cosiddetti "acari delle derrate alimentari": sono un flagello che crea non pochi problemi in depositi di farine, formaggi, insaccati e simili. Cerca di eliminarli appena li noti.

Ciao,

Claudio

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

io come sai ho avuto un decesso tra i miei ragni, la mia Grammostola rosea. Nel mio caso non si tratta di un problema post muta, infatti lei alla muta non ci è mai arrivata[V][V][:(]

Ad ogni modo sui nematodi c'è un post molto esauriente fatto da Matteo, nel quale si evince che vivono nella terra umida e che attaccano appunto gli artropodi; va da se che l'ipotesi di Ste è assolutamente plausibile, infatti se non li ingerisce il ragno nutrendosi o succhiando la terra, possono attaccarlo loro insinuandosi nel suo addome molle e fresco durante la muta.

 

Mi dispiace moltissimo per il tuo ceratogyrus.

Condoglianze

 

 

Dany f2.gif

Link to comment
Share on other sites

Guest Ashuafarm

Potrebbero essere, al posto di acari dei piccoli animaletti, molto piu piccoli di acari che decompongono le sostanze non viventi. Ora non ricordo il nome, ma sono degli insettini che attaccano e mangiano tutto cio che è in decomposizione, frutta, verdura e anche cadaverini

ciao FAbrizio

 

ASHUAFARM

allevamento amatoriale aracnidi

http://digilander.libero.it/fbelfiglio

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.