Jump to content

Ventola in Terrario


Guest Bosa
 Share

Recommended Posts

Innanzitutto grazie per tutte le spiegazioni che ho avuto alle mie domande indirettamente leggendo il forum!!! Vorrei avere un consiglio, la prossima settimana mi arriva una grammostola rosea e, purtroppo, devo utilizzare come terrario un acquario (50x30x30) ora volgio rifare la parte superiore in plexiglass (si scrive cosi???) e spererei in consigli sulla disposizione e la grandezza dei fori per far circolare l'aria. Inoltre la mia (satanica) mente ha ben pensato di posizionare all'interno dell'acquario ad un'altezza di circa 15 cm da terra una ventolina da cpu (per chi non le conosce ha una dimensione quadrata di 4 cm per lato) facendo così aumentare sicuramente lo spostamento d'aria (naturalmente non cè nessun effetto monsone ma una corrente d'aria molto molto leggere quasi inesistente), è una c*****a?[?] Concludendo uno strato di ghiaietta e torba (quello per gli acquari per intenderci) ricoperto da un'altro strato di torba e corteccia potrebbe bastare?

Sò che son tante domande ma non vorrei diventare un aguzzino per la mia futura tarantola... [;)]

Grazie in anticipo

 

| /

(@ @)

-----oOO-(_)-OOo-----

Link to comment
Share on other sites

Salve.

Personalmente, non ho mai utilizzato tale tecnica per l'allevamento di terafosidi; però lo faccio per l'allevamento di alcuni anfibi(Dendrobates).

Sicuramente è una tecnica valida e collaudata; per cui te la consiglio sicuramente.

Ad ogni modo ricordati di utilizzarla per pochi minuti al giorno!

Infatti tale procedura, per sua natura, tende a "seccare" un po troppo l'aria.

Per cui utilizza tranquillamente la "ventolina", ma, magari, una volta spenta, abbi cura di nebulizzare la vasca, in modo da "compensare" l'umidità che si è "persa" poco prima.

In più, sicuramente uno strato di ghiaia "drenante", aiuterà a mantenere un po più asciutto il "substrato".

Ok?

Regards.

Diego Nannuzzi.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Bosa e benvenuto!

Dunque per quanto riguarda la quantità e posizione dei fori sul tuo nuovo coperchio, io ti suggerirei di disporre almeno paio di file di fori di circa 3 mm di diametro a 2 o 3 cm di distanza l'uno dall'altro, lungo entrambi i lati più lunghi del coperchio. In questo modo darai na bella sforacchiatura, anche se il metodo migliore e più collaudato sarebbe di fare i buchi in basso sulla parete frontale del terrario e in alto dietro sul coperchio per favorire un maggiore riciclo d'aria, anche se questa soluzione non so se ti sia possibile. Per il discorso simpatico della ventolina ti invito a lasciar perdere, questo perchè tutti i teraphosidi, compresa la tua grammostola, si spaventano quando avvertono spostamenti d'aria insistiti, specie se rivolti contro di loro, questo perchè attribuiscono ciò all'eventuale alito di un possibile predatore o comunque l'avvicinarsi di una minaccia, se proverai a soffiare anche solo leggermente sul tuo ragno lo vedrai infatti ritirarsi spaventato nella sua tana. Non so come avevi intenzione di disporre la tua ventolina o quanto sia potente ma occhio, io non lo farei.

Come substrato torba e corteccia vanno benissimo, anche semplicemente solo la torba fa egregiamente il suo dovere, se poi vuoi divertirti a decorare puoi aggiungere muschio (vivo o morto) piantine tipo photos cortecce varie ecc. soltanto ricordati di lavare tutto accuratamente prima di disporlo nel terrario e accertati che non vi siano pesticidi. Ultimo consiglio: il tuo terrario è bello grande (anche eccessivo per una Grammostola ma questo non è un problema) però solitamente per i ragni terricoli si utilizzano terrari non più alti di 20 cm perchè se si arrampicano sulle pareti e cadono, possono farsi male, quindi magari metti una decina di centimetri di substrato, così da evitare cadute da altezza troppo alta.

 

Ciao, per chiarimenti siamo tutti qui.

 

Rik.

Link to comment
Share on other sites

Ecco ho risposto in contemporanea con Diego....

Che la ventolina fosse una tecnica collaudata non lo sapevo! Se vuoi provare allora a utilizzarla ogni tanto come ha detto Diego prova (difficilmente si sbaglia) solo non puntargliela contro ok?

 

Rik.

Link to comment
Share on other sites

Grazie per le risposte!!! Aumenterò sicuramente il substrato cosi non dovro regalare un paracadute al carissimo ;)... E proverò pure la ventola tanto al massimo si può sempre togliere...

 

 

 

| /

(@ @)

-----oOO-(_)-OOo-----

Link to comment
Share on other sites

Per me la ventolina è assolutamente inadatta...calcola che le setae del ragno sono un senso molto utilizzato, servono proprio per sentire gli spostamenti d'aria.

Inoltre i ragni si arrampicano anche sui vetri, come faresti a schermarla in maniera sufficiente?

Se stai attento all'umidità non dovresti avere particolari problemi...io non la userei.

 

Ciao Ciao

Aleli

Link to comment
Share on other sites

Grazie per gli altri consigli :P, un'ultima domanda... al posto di una grammostola rosea mi arriva una grammostola spatulata e se non ho capito male leggendo qua e là sul forum si tratta sempre di una grammostola rosea solo che è completamente nera, quindi ha bisogno delle identiche condizioni climatiche ecc ecc, è corretto? Grazie in anticipo...

Link to comment
Share on other sites

Per quanto ne so rosea o spatulata sono la stessa cosa.

Ciao.

 

« Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento »

Link to comment
Share on other sites

quote:Originally posted by aleli

 

...spatulata o rosea sono la stessa cosa, G. rosea.

Ciao Ciao

Aleli


id="quote">id="quote">

 

Non voglio dire cavolate, ma a me pareva che la G.spatulata avesse degli evidentissimi riflessi rosa/fucsia sul cefalotorace, a differenza della G.Rosea che ha un cefalotorace fondamentalmente marrone.

Infatti se non ricordo male sono stati definiti due diversi colour morph appunto perchè si è riusciti a farle accoppiare e quindi si esclude la differenza di specie.

 

Ho detto vaccate? Mi confermate/smentite?

'azie

 

Dany

Link to comment
Share on other sites

OK ok è una spatulata... Ora sono sicuro si accontenta anche lei dei 18° la notte e 22 il giorno??? Perchè da qualche altra parte ho letto che ne vuole 25-28??? E quindi dovrei organizzarmi diversamente...

Link to comment
Share on other sites

Guest Satanika

La Grammostola rosea è una specie parecchio resistente...

Per quanto riguarda la temperatura d'allevamento, questa può paradossalmente andare dai 18 ai 29 gradi.

Personalmente allevo il mio esemplare ad una temperatura di 24-25°c ma, considerando che passano due mesi all'anno ad una temperatura di 12-15°c, quando non digiunano mangerebbero anche se le allevassi nel frigorifero e che molti l'hanno sempre tenuta a temperatura ambiente (di casa) senza problemi, diciamo che puoi tranquillamente tenerla ad una ventina di gradi. Se poi non mangia prova ad alzare la temperatura.

 

Saluti

Lorenzo

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.