Jump to content

trecce e intrecci


p-orridge
 Share

Recommended Posts

Approfitto dello spazio off-topic per segnalarvi una cosa:

Il 21/22/23 luglio ad Isola del Piano (PU), un graziosissimo paesino immerso nel parco delle Cesane si terrà una manifestazione dal titolo "Trecce e intrecci".

Quest'anno con il mio gruppo abbiamo a disposizione per tre giorni una stanza nel centro storico dove allestiremo una mostra/spettacolo dal titolo: "La ditta folgore (sparvroom n°03) , arti visive e sonore a cura del gruppo Sparvingle".

Ora sono al lavoro, vi darò altri dettagli più avanti...

Sia mai che qualcuno approfitti delle ferie...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Copio e incollo l'intero programma della rassegna...

Per chi fosse interessato contattatemi pure!

 

"A volte ci vuole il peso delle parole, soprattutto se sono quelle pepite di culture locali che vengono giù attraverso la storia, piene di saggezza, di vita vissuta e di spirito. Quest’anno il tema di Trecce-Intrecci è Stornellare e rimare. L’ordito della storia, la trama delle parole… proprio per celebrare il tessuto linguistico che una comunità (già, c’era una volta… e speriamo/vogliamo ci sia ancora) ha intrecciato nel tempo. Lo spunto per questa scelta è un libro-miniera di rime, stornelli, canzoni, storie, raccolte dall’isolana Maria Bartolomeoli, che sarà presentato durante la festa. Perciò quest’anno il paese avrà anche un vestito di festa sonoro, fatto di parole e musica (e pure sculture!). Ma naturalmente, come di consueto – siamo alla sesta edizione – gli aspetti artigianali e artistici dell’intreccio saranno riccamente rappresentati con tante sorprese, contaminazioni, laboratori e possibilità di partecipazione.

 

 

>MOSTRE

Il TELAIO NEL TEMPO

Allestita nella ex-chiesa dell’Annunziata, questa mostra parte da una serie di telai per ripercorre la storia della tessitura (o “storie” anche da paesi lontani) evocandone le leggende, i miti e i significati simbolici e sociali, a cura di Barbara Tomassini, Maria Bartolomeoli e Giacomo Magi.

 

LE MIE RADICI

Una mostra fotografica a cura di Francesco Tonucci: “…immagini di un mondo in cui esser contadini significava non solo maneggiare la zappa ma sentirsi uomini in un certo modo”.

 

ESSERE/MALESSERE. VOCI COLORI SUONI DELLA FELICITÀ E NON

Quadri “cuciti”, proiezioni e performance a cura del collettivo “Altri Nomi”.

 

SCULTURE SONORE

Immateriali sculture fatte di suoni a cura di Marco Rodomonti

 

DE SPARVINGLE

Il phantomatico gruppo Sparv presenta “La ditta folgore (sparvroom n° 003)”.

Video, stampe, installazioni + 3 giorni consecutivi di musica dal vivo

 

 

 

>MUSICA E SPETTACOLI

La parola alle parole. E naturalmente le loro compagne di festa – la musica e la danza. In ogni angolo del paese musiche dai più svariati angoli del mondo: da Liverpool (anni sessanta – indovina chi?) a Fermo (voci italiane), da New Orleans (jazz e swing) a Dublino (il mitico O’ Carolan per il mitico Rovidati), da Kingston (il regno del reggae) a Jesi (è ora di fare il monumento laggiù nel nome della canto popolare marchigiano), dalla Romagna (a furor del popolo del “rock’n’roll romantico”) a Isola (i R&B men nostrani)… Un brigante per strada? Niente paura, è solo l’imbranato Tartaglione che racconta la storia della sua famigerata banda che terrorizzava l’Italia del tardo Ottocento, o Gino lo struzzo e altri (s)trampolati animali giganti della Carovana del Sole. Più appartato, in una delle cantine, c’è dell’esotico… allietanti arabeschi incentrati sull’ombelico e poesie da recitare o inventare (da un pubblico protagonista) con l’aiuto di misteriose “manine”, mentre un violinista danzante e i suoi compagni commedianti racconteranno delle gran belle storie in un spettacolo che gira per le piazze.

 

 

>ARTIGIANATO E ARTE DELL’INTRECCIO

Dislocati per il paese, esposizioni di artigiani e artisti offrono preziosi e affascinanti esempi delle diverse forme di intreccio, realizzati con tecniche varie che vanno dalla tessitura alla lavorazione del rame e la cesteria.

 

TESSITURE E RICAMI DAL NORD AFRICA

Con tessuti lavorati su un telaio verticale in legno, costruito artigianalmente, Kadija Echchafi (Marocco) e Saida (Tunisia) offriranno esempi di tessiture e ricami nord-africani.

 

IL CANTIERE DELL’INTRECCIO

Un esperto di cesteria, Ruggero Berarducci si cimenterà nella spettacolare costruzione di grandi oggetti insoliti in piazza, con l’aiuto del pubblico.

 

NODI DI COLORI

Laboratori aperti a tutte le età per misurarsi con il linguaggio universale dell’intreccio.

 

 

LA SCUOLA APERTA SUL TERRITORIO

Con il progetto “Ai temp mia…”, anche la piccola e laboriosa scuola di Isola collabora all’intreccio di musica e colori.

 

 

>DE GUSTIBUS… E VIA DISCORRENDO

Gastronomia per tutti i gusti: gli stand del biologico isolano DOC, ottimi vini locali e il sempre fresco piacere di sedersi con un bicchiere nelle cantine vecchie ad ascoltare il filo di un discorso senza tempo.

 

 

VENERDI’ 21

Ore 18.00

Apertura cantine e stand gastronomici tradizionali e biologici

 

Dalle 19.00

Intrecci di strade: caccia ai tesori di Isola, un’anteprima della festa

 

Ore 21.00 al Pianello

The Outside Islanders con Mario Rovidati – musica celtica per accompagnare le parole del poeta

 

Ore 21.30 in Piazza

Revolver Beatles Tribute – un omaggio ai “fab” quattro e dintorni

 

0re 23.00 al Montone

zion ’ sunrise – musica reggae e sud americana

 

SABATO 22

Ore 18.00

Apertura cantine e stand gastronomici tradizionali e biologici

 

Dalle 19.00 per le strade

Il brigante tartaglione di Paolo Casisa

 

Ore 21.30 in Piazza

Alessandro Ristori – rock’n’roll romantico, rock italiano e musica anni ‘60.

 

Ore 22.00 al Montone

Aldebaran – rock & blues

 

Ore 23.00 al Cortile

Pocket Jazz Quartet – jazz classico, swing, bossa nova, funk….

 

Ore 23.00 al Montone

Red Rooster – rock degli anni 60-70

 

DOMENICA 23

Ore 18.00

Apertura cantine e stand gastronomici tradizionali e biologici

 

Dalle 18.00 per le strade

Gino lo struzzo, la piccola carovana del sole

 

Ore 20.00 al Pianello

Rossini e Wanda Quintet – le voci dei cantautori italiani

 

Ore 20.30

Presentazione del libro “La volpe va pel foss e rissa el pel” di Maria Bartolomeoli

 

Dalle ore 21.00 per le strade

“Il violinista che balla” – commedia a cura della compagnia teatrale “Corte Rossa”.

 

Ore 21.30 in Piazza

La Macina – musiche e canti popolari marchigiani. "

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use and Privacy Policy.