Vai al contenuto

Ciacola

Utenti
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Previous Fields

  • Nome
    Cristina
  • Provincia
    Trieste
  • Regione
    Friuli Venezia Giulia

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Ciao Carlo. Carlo, CARLO? Barba, mi hai preso per mano e mi hai fatto passare la paura dei ragni??? QUEL CARLO? Quello che mi ha detto: "Ah, siamo passati dal terrore a 'Mi piace quello lì'... Se vuoi, puoi portartela a casa (Acanthoscurria geniculata)" Vedi che sti COSI facevo bene a tenerli in antipatia? E io che scioccamente ti ho creduto e me li sono fatti piacere! 😁 Tesoro, ho capito alla prima e non ho più detto "Violino". Ops... Per quanto riguarda un "Morso di Ragno GENERICO", finora l'hanno messo nero su bianco in due: al pronto soccorso e la dermatologa che mi ha in cura da un paio di settimane. Hanno aggiunto un semplice assenso verbale altri due medici. (Per amor di precisione, alla prima visita era dubbiosa, come voi, poi ha mandato le mie foto in giro e si è informata, trovando colleghi che hanno confermato quanto mi è stato detto al pronto soccorso. Ne abbiamo parlato questa mattina alla visita di controllo) Nessun camice bianco pare avere alcun dubbio sulla causa della lesione, che, ahimè, non si prevede guarisca in tempi brevi. (Sempre notizia di questa mattina *Sigh*)(Ma non soffro più tanto e ho ripreso a dormire) Lascia ti spieghi dove mi trovo. Voi siete esperti di aracnidi. I medici sono esperti di medicina. In mezzo ci sono io che non sono esperta di niente, soffro e vengo palleggiata tra "NON PUOI ACCUSARE IL VIOLINO!" e "CERTO CHE È UN MORSO DI RAGNO! E CHI VUOI CHE SIA, SE NON IL VIOLINO?" "POTREBBE ESSERE ALTRO, NON ACCUSIAMO GLI ARACNIDI!" "NON LI ASCOLTARE, È UN RAGNO SICURO!" Io capisco tu possa alzare gli occhi al cielo di fronte alla superficialità dei medici che dicono "Violino!" anche quando non è. E capisco loro, se alzano gli occhi al cielo , pensando voi ne sappiate più di loro. E capisco che più che a me, vi state parlando per interposta persona. 😊 Il problema è che nessuno parla CON me. (Uno c'è, a dire il vero e lo apprezzo molto perchè è l'unico e il solo) Io, nel mio piccolo, vorrei solo sapere cos'è successo. Possiamo eliminare il ragno? EVVIVA! Possiamo eliminare altro? EVVIVA! Qualsiasi cosa depennata è un passo in più verso la verità. Verità della quale ho bisogno. Se tu sei tu, e ti ricordi cosa ti ho detto il primo giorno, sai anche che se ti dico che non smetterò di cercarla, NON smetterò di cercarla! Per dire... Se vuoi aiutarmi, non devi limitarti a "Noi conosciamo bene l'iter della morsicatura", mi devi dire qual è. Non puoi dire "Potrebbe essere altro" se non hai mai visto una foto; non l'ho messa. La mia ricerca è seria al 100%. La mia volontà incorruttibile e io arriverò dove devo arrivare, con o senza di voi. Perchè non posso fare altrimenti. E poi tornerò qui e vi dirò: "Non era un ragno... ecco la causa... mi sono sbagliata. Scusate" oppure "Toh, un ragno violino in soffitta... allora forse... non è che magari... " Grazie di esserti fermato e di avermi scritto. Grazie a questo Forum e a tutte le cose che ho imparato in quest'anno e mezzo, ma soprattutto nelle ultime settimane. Grazie di essere stati carini e di avermi rincuorato. Grazie di aver capito che ero fuori di testa dalla paura e di aver fatto il possibile per tirarmi su (Ha funzionato!) Ci rivediamo appena ne so un po' di più. 😊
  2. Grazie mille del tuo messaggio, del link e delle rassicurazioni. Sei stato molto carino. La prossima settimana, a fine terapia, vedrò la dermatologa. Passare una vita a temere i ragni, farseli amici tanto da fotografarli o aprire un sito qualsiasi (Pure iscriversi qui) e poi sentirsi dire che uno di loro PRESUMIBILMENTE, ti ha morsicato, mi ha fatto andare in crash il sistema. È vero che online si trovano foto di ogni genere. Mi è stato spiegato che gli aracnidi sono ancora un mistero, ma mi resta sempre l'idea che siate onniscienti. Chiedo scusa se ho involontariamente forzato la mano. Non avevo idea che un morso di ragno potesse essere scambiato per altro o altro potesse essere scambiato per un morso di ragno. Credevo che, nonostante reazioni più o meno violente (Io ho le stesse macchie rosse che Ruben ha sul ginocchio, ma la mia gamba non è viola), l'apparenza generale fosse univoca e quindi, alla sola vista, medici o voi non potevate aver alcun dubbio sulla causa. Ora ho capito che non è così. È già un passo avanti Grazie mille dell'aiuto.
  3. Gaborri, ciao. Ho cancellato la domanda incriminata. Hai ragione. Per il resto, NON vado cercando pareri medici (Sono già stata in ospedale e ora, grazie al tuo consiglio, contatterò un centro antiveleni) ma esperienze personali che mi diano un'indicazione su come affrontare la cosa. "Resisti! Ci sono passato e tutto passa!" andrebbe già bene! Come espresso, ciascuno è diverso, ma già sapere che una lesione da morso da ragno potrebbe passare in un mese, piuttosto che 3 giorni, rende la mia prospettiva più chiara. Me ne faccio una ragione. Non conosco nessuno che abbia subito il morso di un ragno e le esperienze altrui aprirebbero un ventaglio di possibilità che ora non ho. Fermo restando che hai ragione e NESSUNA affermazione è da prendere come oro colato. Ognuno vive la propria esperienza... io cerco solo di non viverla nel buio più totale.
  4. Da un lato, mi dispiace tantissimo di saperti dolorante e offro tutta la mia solidarietà, dall'altro, mi sento meno sola e ti ringrazio di aver trovato il tempo di scrivermi! Vero! Il sonno è un grosso problema. Sembra che il costante movimento migliori la situazione e "Chi si ferma è perduto!" 😊 Grazie di aver riempito la lacuna, perché c'è una notevole discrepanza tra le rosee aspettative dei medici (Tolto il bendaggio, olè, puff, tutto passato) e le notizie rinvenute online, che invece prevedono tempi ben più lunghi. Chiaro, un taglio e un buco hanno tempi di guarigione più lunghi. Cri
  5. Buongiorno a tutti. mi chiamo Cristina, scrivo da Trieste e sono stata morsa da un ragno violino. Preciso che sono stata un'aracnofobica convinta per gran parte della mia vita e l'odio verso queste splendide creature me l'hanno fatto passare i ragazzi di Aracnofilia, a cui debbo moltissimo e che non smetterò mai di ringraziare per avermi letteralmente cambiato la vita. A distanza di poco più di un anno dalla mostra e in maniera piuttosto ironica, mi ritrovo in ospedale con un morso di ragno violino (Dicono), un pezzettino di gamba necrotico sopra il malleolo e un male cane! (Piede gonfio e articolazione della caviglia infiammata) Non mi sono accorta di nulla. Da sempre particolarmente sensibile al morso delle zanzare, non ho pensato di essere stata morsa da un animale diverso, quindi, sulle prime, ho ignorato la cosa, mettendoci su un po' di bicarbonato di sodio che aiuta a non sentire il bruciore e riduce il ponfo. L'evento potrebbe essere accaduto ovunque in casa o in giardino. (Comunque nella mia proprietà) Quando è sopraggiunta la necrosi, ovviamente, mi sono rivolta al personale medico. Mi hanno messo un quintale di crema all'ossido di zinco da tener su 5 giorni, 6 giorni di antibiotico 3 volte al giorno e spedita a casa con grandi rassicurazioni. Essere morsicati da un ragno, pare una cosa alquanto comune e i sorrisi dei medici di turno mi hanno rincuorato. Mi chiedevo se qualcuno avesse esperienza diretta in materia e potesse dirmi cosa accadrà ora, in linea teorica, visto che siamo tutti diversi e abbiamo reazioni differenti. Solitamente reggo bene il dolore, ma questo mi ha notevolmente spiazzato. Un male cane! Delle stilettate da farmi venire le lacrime agli occhi e un piede grosso così! Resto fiduciosa e tengo l'umore alto, pensando che la spesa per la festa di Halloween sarà di 1 euro! Tanto mi costa il ragnetto di plastica da applicare al bendaggio ed essere pronta! - Qualche suggerimento per il post cura? - Sapete se la cura è standard e va bene? - Varie ed eventuali. Grazie mille del vostro aiuto e un abbraccio. Cri
×

Informazioni importanti

Utilizzando questo sito, acconsenti ai nostri Terms of Use.