Jump to content
Sign in to follow this  
Zalix

Cibo vivo

Recommended Posts

Ciao,

 

pensavo che forse interessa una sezione riservata al cibo vivo.

Come allevarlo per farlo vivere piú a lungo, come grilli per esempio, che spesso muoino subito, come ripurodurre Grille, blatte, caimani, camole ect.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grilli:

 

Ho notato giá alcuni anni fá, che i grilli, se é troppo umidi muoiono subito.

Anche danto cibo bagnato ai grilli tipo mele, lattuga ect non sopravvivono.

 

Io io grilli li tengo cosí:

 

Un grande cotenitore di plastica con coperchio, una buona erazione, e coperto con delle rete antimosche che funziona benissimo.

 

Non uso substrato, ma solo cartone delle uova.

Come cibo dó mangime secco per pesci rossi, quello che costa meno di tutti. Lo divorano, ne sono ghiotti e crescono molto bene.

Come fonte d´acqua uso un pezzo di spugna che tengo sempre bagnato.

 

Importante anche levare i cadaveri dei grilli morti subito, per evitare na puzza tremenda e anche l´invasione di piccoli moscherini che depongono le uova nei cadaveri.

 

 

Tengo i grilli a circa 22 - 26 gradi

 

 

Rirpoduzione:

 

a mia esperienza la cosa migliore é mettere un contenitore basso e piccolo riempito di torba umida nel "terrario" dei grilli.

 

(se volete posso fare delle foto)

 

le femmine entreranno subito e comincieranno a deporre le uova.

 

Dopo circa 1 - 2 giorni tolgo il contenitore con le uova e lo metto in un´altro contenitore per evitare che i maschi mangino le uova o che le femmine inizino a scavare troppo.

 

Appena tolto il contenitore con le uova ne metto uno nuova per far deporre.

 

 

Le uova le tengo a circa 30 gradi lasciando umido sempre la torba.

 

Dopo circa 2 - 3 settimane si vedono i priomi microgrilli. Di solito subito una marea.

 

Nel frattempo preparo sempre un nuovo "terrario" o faunabox ect allestita come quella degli grilli adulti.

Appena schiuse le uova dei grilli metto un pezzetto di cartone delle uova sopra il terriccio umidi e vedrete che i microgrilli salgono lí. Da lí poi é facile trasferire i microgrilli dal´"incubatrice" al terrario nuovo.

 

Anche i microgrilli mangiano il mangime per pesci rossi, basta schiacciarlo e sbriciolarlo.

 

 

A volte capita ch eun grillo adulto, non mangiato subito dal ragno o dallo scorpione deporre uova nel terrario.

Nessun problema. Anche lí basta mettere un pezzo di cartone delle uova nel terrario del ragni e i grilli saliranno sopra.

 

Sicuramente non si riesce a toglierli tutti. Io in quel caso faccio seccare per un pó di tempo il terrario e i microgrilli spariscono e si seccano subito.

 

Se volete posso postare delle immagini come allestire i contenitori per i grilli, per la deposizione delle uova ect.

 

ciao

 

Z

Share this post


Link to post
Share on other sites

i caimani (Zophobas morio)

 

uso questi da un bel pó di tempo come riserva se non ho grilli o altro a portata di mano.

 

Non é facilissimo riprodurli, ma se si sá come diventa una passeggiata.

 

Se i caimani comperati si tengono tutti insieme crescono, ma non si sciluppano.

Per questo motivo prendo sempre i circa 30 caimani piú grandi e li metto singolarmente in dei piccoli contenitori di plastica riempiti fino a metá con della segatura fine.

 

Dopo 2 - 3 settimane i caimani si saranno impupati.

 

Nel frattenpo si prepara un contenitore di plastica o faunabox o vecchio aquario non troppo grande che non si usa piú con della torba non concimata.

 

Metá dello faunbox viene tenuto abbastanza umido e l´altra metá sul secco.

 

poi basta mettere le larve dalla parte asciutta e aspettare un paio di giorni.

Alla fine della metamorphosi usciranno dei coleotteri neri.

 

Come cibo metto del pane secco, pezzi di mele ect.

 

Dopo un mese circa nella torba troverete giá i primi mini caimani.

 

ciao

 

Z

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh.. a saperlo prima facevo qualcosa di piú ultile nel frattempo :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites
beh.. a saperlo prima facevo qualcosa di piú ultile nel frattempo :wacko:

 

Bè in ogni caso è sempre utile sapere anche i metodi personali di allevamento di ognuno, cosi poi si possono confrontare le varie esperienze...nessuno possiede la verità dell'allevare :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grilli:

 

Ho notato giá alcuni anni fá, che i grilli, se é troppo umidi muoiono subito.

Anche danto cibo bagnato ai grilli tipo mele, lattuga ect non sopravvivono.

 

Importante anche levare i cadaveri dei grilli morti subito, per evitare na puzza tremenda e anche l´invasione di piccoli moscherini che depongono le uova nei cadaveri.

 

Tengo i grilli a circa 22 - 26 gradi

 

Le uova le tengo a circa 30 gradi lasciando umido sempre la torba.

 

A volte capita ch eun grillo adulto, non mangiato subito dal ragno o dallo scorpione deporre uova nel terrario.

Nessun problema. Anche lí basta mettere un pezzo di cartone delle uova nel terrario del ragni e i grilli saliranno sopra.

 

Sicuramente non si riesce a toglierli tutti. Io in quel caso faccio seccare per un pó di tempo il terrario e i microgrilli spariscono e si seccano subito.

 

Ecco tutti i motivi che mi han portato ad allevare le lateralis al posto dei grilli :wacko:

Comunque bel topic :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

utile soprattutto riguardo alle tecniche riproduttive.. :wacko: !!

Share this post


Link to post
Share on other sites
A volte capita ch eun grillo adulto, non mangiato subito dal ragno o dallo scorpione deporre uova nel terrario.

Nessun problema. Anche lí basta mettere un pezzo di cartone delle uova nel terrario del ragni e i grilli saliranno sopra.

Aggiungo che in alternativa per debellare le uova basta allagare bene (versare acqua senza fare un lago però) il punto interessato (almeno, io una volta feci così e non si schiuse nulla nel terrario del cambridgei)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando allevavo i grilli ormai sostituiti da Nauphoeta cinerea, Blatta lateralis, e Blabera fusca, utlizzavo il seguente metodo

 

Contenitore in plastica con carta assorbente come substrato, rotoli di cartone come rifugio, la scatola al suo interno era riscaldata con una piccola lampada da 15 W, (le temperature alte influiscono sul metabolismo e sulla riproduzione), una vaschetta per la deposizione con torba umida posta lontana dalla lampada, e protetta nella parte superiore da una rete metallica a maglia fine, in modo tale da permettere alle femmine di deporre evitando che le uova venissero subito mangiate dagli altri individui, la vaschetta di deposizione ogni settimana circa veniva sostituita da un altra

L' alimentazione si basava su un pastone preparato con crocchette per gatti, mangime per pesci sia in fiocchi che pellets, erba medica, mangime per uccelli insettivori, pezzi di pane secco, e crusca, il tutto tritato con un frullatore, come alimenti freschi per idratarli usavo arance e mela (ho notato che sono ghiottissimi),mentre come verdura offrivo insalata carote e zucchine.

 

Per quanto riguarda l' allevamento di tarme e caimani ho sempre preferito acquistarle solo quando ne avevo bisogno per alternare la dieta dei gechi, per le migali ho quasi sempre utilizzato grilli e blatte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A livello di esperienze personali (io dò da mangiare solo lateralis quindi non posso esprimermi), i vostri ragni, locali e non, hanno "preferenze alimentari"? Che so, vi è mai capitato di vedere un esemplare più interessato a grilli piuttosto che a blatte, cose così... :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
A livello di esperienze personali (io dò da mangiare solo lateralis quindi non posso esprimermi), i vostri ragni, locali e non, hanno "preferenze alimentari"? Che so, vi è mai capitato di vedere un esemplare più interessato a grilli piuttosto che a blatte, cose così... :lol:

 

io ho tanti ragno che snobbano le blatte e le camole

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che sia buona cosa varire la dieta dei nostri amici, infatti d'estate gli dò qualsiasi insetto mi capiti. Inoltre allevo anche cimici, che in fondo non sono poi così lontani dalle blatte come odore; ho voluto provare e ci sono riuscito. Li tengo in un contenitore con un substrato di semplice terra con dell'erba da giardino seminata, e gli dò qualsiasi tipo di verdura. Non sono male. Come alimentazione per gli sling utilizzo le uova di sarcofaga che dopo schiuse fanno i vermi. Insomma mi sono adattato a quello che avevo in campagna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo che in alternativa per debellare le uova basta allagare bene (versare acqua senza fare un lago però) il punto interessato (almeno, io una volta feci così e non si schiuse nulla nel terrario del cambridgei)

è verissimo,basta un pò d'acqua nel punto della presunta deposizione e le uova non si schiuderanno!

 

A livello di esperienze personali (io dò da mangiare solo lateralis quindi non posso esprimermi), i vostri ragni, locali e non, hanno "preferenze alimentari"? Che so, vi è mai capitato di vedere un esemplare più interessato a grilli piuttosto che a blatte, cose così... :lol:

 

io ho tanti ragno che snobbano le blatte e le camole

anche io ho notato che le camole sono accetate piuttosto malvolentieri e da non tutte le migali soprattutto..alcune invece non attaccano i grilli grossi e neri(assimilis..??)..

Share this post


Link to post
Share on other sites
alcune invece non attaccano i grilli grossi e neri(assimilis..??)..

 

 

Gryllus campestris

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.