Jump to content
Sign in to follow this  
tiziano1

CAVALLETTA

Recommended Posts

Ciao a tutti

 

Giovedì scorso chiudendo le imposte è caduta sul davanzale una cavalletta che durante il giorno era aggrappata al balcone a prendere il sole. Sembrava infreddolita per cui l'abbiamo portata dentro per la notte e il mattino dopo l'abbiamo liberata. Domenica sera si è ripresentata e avendo letto sul vostro sito alcune informazioni sulle cavallette (sappiamo pochissimo in proposito) l'abbiamo riportata in casa. Le abbiamo messo dell'acqua e dell'erba in una scatola, ma sembra che non abbia mangiato nulla e si muove molto poco. Vorrei precisare che la nostra intenzione è quella di aiutare un insetto in difficoltà e non di allevarlo in cattività. Vorrei sapere quale sia la cosa migliore da fare, se tenerla in casa o lasciarla libera. Viviamo nel nord Italia, attualmente di giorno la temperatura si aggira attorno ai 9 gradi e zero di notte, ma ci stiamo avvicinando all'inverno con temperature ancora più rigide. A queste temperature può sopravvivere all'esterno? Vorrei anche sapere se in casa con temperatura di 20-22 gradi sia necessario comunque tenerla sotto una lampadina. Infine vi chiedo se sapete indicarmi quanto può vivere una cavalletta e come fare per individuarne l'età.

 

Grazie mille

Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le cavallette,per quel che ne so io,sono animali con un breve ciclo vitale, ed una volta deposte le uova,alcune specie,muoino...quindi...non vorrei dire assurdità (aspetto eventuali correzioni dai più esperti), ma è possibile,visto il periodo in cui ci troviamo,che la cavalletta che hai trovato stia per concludere il proprio ciclo vitale...Però non posso dirtelo con certezza anche perchè se non ricordo male,alcune cavallette svernano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provo a indovinare... la cavalletta in questione era marroncino grigiastra, di grandi dimensioni e con incredibili occhi striati?

 

Una cosa così?

 

Anacridium01FFZ.jpg

 

Anacridium02FFZ.jpg

 

Se ci ho preso si tratta di Anacridium aegyptium, una specie nostrana abbastanza comune, che nella stagione fredda sovente si avvicina agli insediamenti umani per approfittare del microclima più favorevole e svernare...

 

Può essere allevata esattamente come un insetto stecco, nutrendola con foglie di rovo. La temperatura di casa va più che bene per mantenerla in vita durante l'autunno-inverno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate se mi intrometto nel topic, ma dato che si parla di locuste vorrei approfittarne per ricevere qualche delucidazione dall' entomologo per eccellenza :D :

l' anno scorso (verso ottobre) anche io ho catturato una cavalletta di circa 10 cm che ho alloggiato in un faunabox con del terriccio e temperature di casa...

 

per i cinque mesi in cui la ho tenuta(al quinti credendola immortale la ho liberata...) ho provato ad alimentarla con diverse piante e ortaggi non ottenendo risultati di alcun genere...ciò è dovuto al fatto che non abbia utilizzato foglie di rovo(anche perchè quando provocano catastrofi sembrano essere poco schizzinose..) oppure l' inappetenza era influenzata da altri fattori?

 

ringrazio vivamente :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le locuste vere e proprie sono, soprattutto allo stato gregario, estremamente polifaghe... mentre la specie in questione si nutre, anche in natura, di foglie di Rosacee... di cui le varie specie di Rubus sono la fonte più facilmente reperibile e.... economica... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' dalla scorsa fine estate che trovo questa specie su una tendina di paglia davanti alla porta d'entrata... una volta tolta la tendina si sono messe (era una coppia) all'esterno vicino ad un'altra tenda. Erano sempre immobili.. le ho osservate per tutto l'autunno e l'inverno.. e a primavera ho assistito al loro primo volo annuale (che fortuna!!).. mi chiedo il motivo per il quale stavano sempre in prossimità di paglia o stoffa... forse perchè erano meno fredde e più "isolanti" dal freddo del muro (penso proprio che sia così).. Ripeto, non si muovevano mai.. mi è passato per la testa che fossero morte di freddo, ma poi toccandole si muovevano lentamente, ma senza staccarsi mai.. ne fui sorpreso poichè di solito tutte le cavallette saltano al minimo tocco.. invece queste non desistevano dal rimanere ancorate..

 

Che belle ma strane creature.. mi documenterò meglio.. :)

 

Ciao!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi ringrazio molto per tutte le indicazioni e i consigli che mi avete fornito. La cavalletta ha proprio le stesse caratteristiche della Anacridium aegyptium, come mi avete scritto. Per il cibo abbiamo provato a offrirle foglie di rosa e di rovi, ma sembra non gradire, fra le varie cose che abbiamo provato a darle gradisce invece le foglie di cavolo e ultimamente è quasi sempre immobile, proprio come Henry aveva descritto. Per ora non le abbiamo costruito un terrario, ma ama stare libera arrampicata sulle tende. La nostra intenzione è di aiutarla durante l'inverno e liberarla in primavera quando il clima è più mite.

Ciao a tutti e grazie.

Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest'estate ho tentato anche io l'allevamento di queste cavallette con parziale successo, sono riuscito ad alimentarle con foglie di mandarancio e palma del genere washingtonia, non prendetemi per matto le ho catturate proprio perchè devastavano le suddette piante, quindi ho pensato che le trovassero gradite come cibo,gli piaccino molto anche le foglie di lauro ceraso, sono riuscito ad accoppiarle e a far deporre le uova nel sub strato, ma non sono mai nate!

fabio

Share this post


Link to post
Share on other sites

è impossibile che questa specie possa mangiare carote,insalata.bucce e spicchi d'arancia vero..??perchè quello che utilizzo io come pasto (per i ragno ovviamente :wub: )si nutrono di ciò che ho elencato..e mi sembrano a quella postata in foto..sicuramente non avrò osservato attentamente,però m'è venuta la curiosità <_< ...ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa estate notavo già che questa locusta stazionava per giornate intere sulla cancellata scorrevole del mio studio a Genova. Poi non ci ho fatto più caso, perché è in una posizione piuttosto laterale dove non cade l'occhio facilmente. Solo da tre giorni mi sono accorto che è ancora lì (o forse di nuovo lì). Sono certo che sia viva perché fa minimi spostamenti durante il giorno, ma non capisco come faccia a sopravvivere così a lungo sul metallo. il Sole le basta a restare in vita? Non capisco di cosa si nutra e cosa stia aspettando. Ho letto che riesce a resistere a temperature anche molto basse quindi probabilmente mi farà compagnia per tutto l'inverno: Ora mi ha incuriosito. deporrà le uova nel mio cortile a primavera? Grazie a chi saprà rispondere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.